Mercoledì 28 Settembre 2022 | 06:11

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,79%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,13%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,79%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,43%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,02%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

25,99%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,74%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,55%

Movimento 5 Stelle

 

L'operazione

Taranto, individuato nido di tartarughe Caretta Caretta

I volontari del Wwf stanno proteggendo un centinaio di uova dai curiosi e dai bagnanti: ecco il video

17 Agosto 2022

Redazione online

TARANTO - In una spiaggia di Taranto i volontari del Wwf hanno individuato un nido di tartaruga caretta caretta, e messo in sicurezza l’area per proteggere le uova, si stima circa un centinaio, dai curiosi e dai bagnanti, attivando una attività di sorveglianza e posizionando cartelli indicanti il rispetto dello stato dei luoghi e comportamenti adeguati alla tutela del nido. Nei prossimi giorni, trascorso il periodo dell’incubazione, è prevista la schiusa delle uova. Con un’ordinanza dirigenziale della direzione Ambiente del Comune di Taranto sono state disposte tutte le misure per proteggere le neonate tartarughine caretta caretta nella loro corsa dal nido verso il mare.

«Abbiamo disposto - spiega in una nota il sindaco Rinaldo Melucci - che anche l’area circostante al nido, già protetto con una recinzione nelle settimane scorse, sia lasciata libera e che il Wwf Taranto allestisca un corridoio con ombreggianti sino al bagnasciuga per facilitare il percorso in acqua delle piccole tartarughe». Nelle vicinanze del nido, aggiunge l’assessore all’Ambiente Laura Di Santo, «sono state vietate tutte quelle attività che possono disturbare la schiusa delle uova o disorientare le neonate tartarughe. Nulla è stato lasciato al caso affinché tutto si svolga in modo naturale senza nessun disturbo da parte della presenza antropica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725