Sabato 10 Aprile 2021 | 16:44

NEWS DALLA SEZIONE

Mittal
Taranto, parla l'operaio licenziato: «Non meritavo questo trattamento dopo 20 anni di lavoro»

Taranto, parla l'operaio licenziato: «Non meritavo questo trattamento dopo 20 anni di lavoro»

 
Al Moscati
Taranto, a 64 anni il Covid si porta via Rossana Di Bello, ex sindaco della città

Taranto, a 64 anni il Covid si porta via Rossana Di Bello, ex sindaco della città

 
Il caso
Taranto, non versava trattenute sindacali: condannata azienda

Taranto, non versava trattenute sindacali: condannata azienda

 
il provvedimento
Taranto, molesta ragazze su autobus: arrestato 51enne

Taranto, molesta ragazze su autobus: arrestato 51enne

 
la decisione
Mittal Taranto, operaio licenziato dopo post su Fb: «Impugnerò il provvedimento»

Mittal Taranto, operaio licenziato dopo post su Fb: «Impugnerò il provvedimento». Orlando: «Morselli chiarisca»

 
Controlli dei CC
Massafra, aveva in casa market della cocaina: arrestato operaio 28enne

Massafra, gestiva in casa un market della cocaina: arrestato operaio 28enne

 
La decisione
Miattal Taranto, sospeso dopo post su Fb, secondo operaio si scusa: non sarà licenziato

Mittal Taranto, sospeso dopo post su Fb, secondo operaio si scusa: non sarà licenziato

 
L'emergenza
Taranto, hub vaccinale Covid in Scuola volontari Aeronautica

Taranto, hub vaccinale Covid in Scuola volontari Aeronautica

 
Nel Tarantino
Ginosa in lutto: il Covid si porta via due gemelli di 52 anni, fratelli dell'ex sindaco De Palma

Ginosa in lutto: il Covid si porta via due gemelli di 52 anni, fratelli dell'ex sindaco De Palma

 
Mobilitazione del sindacato
Licenziato operaio di A.Mittaldopo un post su facebook

Licenziato operaio di A.Mittal dopo un post su facebook. Usb risponde con sciopero il 14 aprile

 
Nel Tarantino
Manduria, false fatturazioni: confiscati beni per 835mila euro ad azienda

Manduria, false fatturazioni: confiscati beni per 835mila euro ad azienda

 

Il Biancorosso

Serie C
Avellino - Bari: segui con noi il match in diretta

Avellino - Bari: segui con noi il match in diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl virus
Covid, il grido d'allarme del carcere di Melfi: 57 positivi, situazione grave

Covid, il grido d'allarme del carcere di Melfi: 57 positivi, situazione grave

 
BariLe immagini
Bari, caos fuori dalla Fiera per le vaccinazioni: file e assembramenti

Bari, caos fuori dalla Fiera per le vaccinazioni: file e assembramenti

 
TarantoMittal
Taranto, parla l'operaio licenziato: «Non meritavo questo trattamento dopo 20 anni di lavoro»

Taranto, parla l'operaio licenziato: «Non meritavo questo trattamento dopo 20 anni di lavoro»

 
FoggiaIl caso nel Foggiano
Apricena, sottrae 40mila euro a due fratelli disabili: indagato parroco

Apricena, sottrae 40mila euro a due fratelli disabili: indagato parroco

 
BatNella Bat
Bisceglie, bombe danneggiarono ben 7 auto parcheggiate: 2 arresti

Bisceglie, bombe danneggiarono ben 7 auto parcheggiate: 2 arresti

 
PotenzaCovid
Basilicata arancione Bardi: «Ma abbiamo numeri da zona gialla»

Basilicata diventa arancione, Bardi: «Ma abbiamo numeri da zona gialla»

 
BrindisiIl caso
Brindisi, 81enne positivo al Covid va in giro e viola isolamento: denunciato

Brindisi, 81enne positivo al Covid va in giro e viola isolamento: denunciato

 

i più letti

lavoro

Mittal Taranto, ritardo pagamenti indotto: chiesto incontro e minaccia di sit in. Melucci: «Cronoprogramma spegnimento»

In assenza di un «celere riscontro», hanno annunciato per il 1 marzo un presidio con lavoratori dinanzi la sede della Prefettura

Taranto, crisi nell'appalto ex Ilva: rischio 200 licenziamenti

TARANTO - Fim, Fiom, Uilm e Usb hanno inviato una lettera al prefetto di Taranto Demetrio Martino e, per conoscenza, al Questore Giuseppe Bellassai, chiedendo un incontro urgente sul tema del ritardo dei pagamenti alle aziende dell’indotto di ArcelorMittal.

In assenza di un «celere riscontro - spiegano i sindacati - annunciamo che nella giornata di lunedì 1 marzo terremo un presidio con lavoratori dinanzi la sede della Prefettura di Taranto».

Fim, Fiom, Uilm e Usb hanno deciso di avere un confronto con il prefetto «a fronte dei gravi ritardi delle retribuzioni del mese di gennaio dei lavoratori dell’appalto e dell’indotto ArcelorMittal Taranto, legati ai mancati pagamenti di quest’ultima nei confronti delle aziende, condizione che si protrae da tempo che - concludono - potrebbe sfociare in tensioni sociali». 

LE PAROLE DI MELUCCI - Il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, attraverso la struttura tecnica della Direzione Ambiente, ha chiesto ufficialmente a Ilva in Amministrazione Straordinaria e ad ArcelorMittal il cronoprogramma delle fasi di spegnimento dei reparti Altiforni, Cokerie, Agglomerazione e Acciaierie, compresi eventuali impianti funzionalmente connessi a questi, in ottemperanza a quanto disposto con l’ordinanza sindacale n. 15 del 27 febbraio 2020 sulle emissioni. Il termine di 60 giorni per la chiusura degli impianti è iniziato a decorrere dal 14 febbraio in seguito alla sentenza del Tar di Lecce, ma ArcelorMittal e Ilva in As hanno proposto appello al Consiglio di Stato. L’11 marzo sarà discussa in sede collegiale la richiesta di sospensiva e il 13 maggio è prevista l’udienza di merito. "Andiamo spediti - osserva il sindaco Melucci - nella direzione della tutela della salute dei tarantini, così come confermato recentemente dal Tar di Lecce. Ci auguriamo che il Consiglio di Stato, chiamato in causa sulla questione, tenga in debita considerazione le aspirazioni di una comunità di mezzo milione di persone». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie