Mercoledì 14 Aprile 2021 | 09:23

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso a Taranto
Mittal, operaio licenziato dopo post su Fb: Sabrina Ferilli gli offre un aiuto, ma lui rifiuta

Mittal, operaio licenziato dopo post su Facebook: Sabrina Ferilli gli offre un aiuto, ma lui rifiuta. Si apre il confronto

 
L'ep
«Ho sconfitto il bullismo con la musica e la poesia», da Castellaneta la forza del flauto di Giuseppe Palmisano

«Ho sconfitto il bullismo con la musica e la poesia», da Castellaneta la forza del flauto di Giuseppe Palmisano

 
l'annuncio
Mittal Taranto, «gestione fallimentare»: sciopero e sit in protesta il 23 aprile davanti Mise

Mittal Taranto, «gestione fallimentare»: sciopero e sit in protesta il 23 aprile davanti Mise

 
l'operazione
Frodi su carburati: arrestato carabiniere «4infedele» e sospesi 2 finanzieri di Taranto

Frodi su carburanti: arrestato CC «infedele», sospesi 2 finanzieri di Taranto

 
Blitz CC e gdf
Frodi sui carburanti, maxi operazione in più Regioni: eseguite 45 misure cautelari, 71 denunciati

Frodi sui carburanti, «miniera d'oro» fra Puglia e Campania: eseguite 45 misure cautelari. Sospesi 2 Gdf di Taranto

 
Nel Tarantino
Palagianello, lo zio «orco» la tiene incatenata in casa e prova a darle fuoco: in carcere

Palagianello, lo zio «orco» la tiene incatenata in casa e prova a darle fuoco: in carcere

 
Il caso
Operaio licenziato a Taranto, Mittal: «Leso rapporto di fiducia»

Operaio licenziato a Taranto, Mittal: «Leso rapporto di fiducia»

 
Il virus
Covid, boom di casi a Taranto, il sindaco: «Situazione grave, state a casa»

Covid, boom di casi a Taranto, il sindaco: «Situazione grave, state a casa»

 
Mittal
Taranto, parla l'operaio licenziato: «Non meritavo questo trattamento dopo 20 anni di lavoro»

Taranto, parla l'operaio licenziato: «Non meritavo questo trattamento dopo 20 anni di lavoro»

 
Al Moscati
Taranto, a 64 anni il Covid si porta via Rossana Di Bello, ex sindaco della città

Taranto, a 64 anni il Covid si porta via Rossana Di Bello, ex sindaco della città

 
Il caso
Taranto, non versava trattenute sindacali: condannata azienda

Taranto, non versava trattenute sindacali: condannata azienda

 

Il Biancorosso

Biancorossi con quattro diffidati
Verso Bari-Palermo: designazione arbitrale, giudice sportivo, ultime news

Verso Bari-Palermo: ecco l'arbitro

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaL'impatto
Foggia, scontro fra due auto: rallentamenti al traffico

Foggia, scontro fra due auto: rallentamenti al traffico

 
BariLa scoperta
Chili di droga in un terreno incolto: sequestro a Sannicandro di Bari

Chili di droga in un terreno incolto: sequestro a Sannicandro di Bari

 
BrindisiZona rossa
Brindisi, campagna contro l'abusivismo

Brindisi, campagna contro l'abusivismo

 
TarantoIl caso a Taranto
Mittal, operaio licenziato dopo post su Fb: Sabrina Ferilli gli offre un aiuto, ma lui rifiuta

Mittal, operaio licenziato dopo post su Facebook: Sabrina Ferilli gli offre un aiuto, ma lui rifiuta. Si apre il confronto

 
MateraIl progetto
Matera e l'Aizerbaijan sempre più vicine: siglato accordo di cooperazione

Matera e l'Aizerbaijan sempre più vicine: siglato accordo di cooperazione

 
PotenzaLa decisione
A Potenza fa troppo freddo, termosifoni accesi fino al 30 aprile: l'ordinanza

A Potenza fa troppo freddo, termosifoni accesi fino al 30 aprile: l'ordinanza

 
LecceLa speranza
Racale, mamma di Mauro Romano, scomparso nel '77: «È lo sceicco Al Habtoor»

Racale, mamma di Mauro Romano, scomparso nel '77: «È lo sceicco Al Habtoor»

 

i più letti

Buone notizie

Denunciò sfruttamento nel call center: la tarantina Michela neo Cavaliere della Repubblica trova lavoro

Slc Cgil, a Michela Piccione un’offerta dalla Tim a tempo indeterminato

Il suo impegno ha fatto chiudere call center che sfruttava lavoratori: a 35 anni la tarantina Michela è Cavaliere della Repubblica

TARANTO - Un’offerta di lavoro stabile a Michela Piccione, tra i 36 nuovi Cavalieri della Repubblica nominati l’altro giorno dal presidente Mattarella, è giunta dalla Tim. La 35enne denunciò le condizioni di sfruttamento nel call center di Taranto in cui era impiegata, poi chiuso dopo un esposto presentato con la Slc Cgil, che ora rende nota l’offerta dell’impresa di telecomunicazioni, migliore rispetto alle sue attuali condizioni, regolari, di lavoratrice a progetto.
«Da ex sfruttata in un call center a Cavaliere della Repubblica dopo la sua coraggiosa denuncia ed ora lavoratrice subordinata. La lotta sindacale paga», commentano Riccardo Saccone, Nicola Di Ceglie e Andrea Lumino della Slc Cgil nazionale, regionale e di Taranto.

Nel call center chiuso dopo la denuncia di Michela, le operatrici ricevevano paghe da fame, da 33 centesimi a un massimo di 1,18 euro l’ora, con tagli in caso di assenza anche di soli tre minuti per andare alla toilette. Il «lieto fine della storia di Michela Piccione», aggiungono i sindacalisti, «è la dimostrazione che esiste ancora in questo Paese una alternativa credibile alla precarietà, allo sfruttamento. E ci dice anche che il sindacato deve essere vicino alle tante Michela che avrebbero anche il coraggio di non piegare la testa, ma non sempre trovano di fianco qualcuno che le supporti». Saccone, Di Ceglie e Lumino ringraziano inoltre "l'azienda che ha fatto un passo importante con la proposta di lavoro vero a Michela. Tutto questo deve essere il suggello di un nuovo patto che - concludono - veda anche le committenze sempre più impegnate affinché i loro appalti siano gestiti con rispetto e dignità per le lavoratrici ed i lavoratori». 

Melucci: «Che l’esempio di Michela spinga quanti subiscono soprusi a ribellarsi» -  «Michela Piccione è una donna forte, diretta, come sanno esserlo solo le donne. Racchiude in sé la determinazione di una terra stufa di piegarsi al sopruso, all’ingiustizia», così in una nota il sindaco di Taranto si complimenta con il neo cavaliere della Repubblica. «Michela rappresenta tutti i lavoratori sfruttati, condizione che ha trovato forme nuove, ma che non smette mai di indignarci. Michela ha denunciato un abuso ignobile, una paga ottocentesca per un lavoro che, invece, rappresenta oggi quell’innovazione cui auspichiamo. Ci auguriamo che il suo esempio spinga quanti subiscono soprusi a ribellarsi e renda tutti consapevoli di avere la forza di rivendicare i propri diritti. Per questo siamo lieti per il riconoscimento che il Presidente Sergio Mattarella ha voluto assegnarle, perché con il cavalierato del lavoro testimonierà ovunque la resilienza della nostra terra»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie