Giovedì 29 Ottobre 2020 | 10:10

NEWS DALLA SEZIONE

il siderurgico
ArcelorMittal, sindaco Melucci dopo incidente: «Fabbrica pericolosa, non può continuare»

ArcelorMittal, sindaco Melucci dopo incidente: «Fabbrica pericolosa, non può continuare»

 
L'iniziativa
Martina Franca, «Non fermare la festa»: i party si programmano in attesa di tempi migliori

Martina Franca, «Non fermare la festa»: i party si programmano in attesa di tempi migliori

 
Il caso
Arcelor Mittal, Spesal: «Verifica su incidente in Deposito Bramme»

Arcelor Mittal, Spesal: «Verifica su incidente in Deposito Bramme»

 
La testimonianza
Da Taranto a Varese la storia di Vito: «Io miracolato uscito dall'inferno del Covid»

Da Taranto a Varese la storia di Vito: «Io miracolato uscito dall'inferno del Covid»

 
Lavoro
Mittal Taranto, tensione in fabbrica: sospeso delegato Fiom

Mittal Taranto, tensione in fabbrica: sospeso delegato Fiom

 
La novità
Cinema, la Puglia saluta Ron Moss: concluse le riprese del suo film

Cinema, la Puglia saluta Ron Moss: concluse le riprese del suo film

 
L'annuncio
Grottaglie, il «Marcello Arlotta» è il primo spazioporto italiano

Grottaglie, il «Marcello Arlotta» è il primo spazioporto italiano

 
La denuncia
M5s Taranto: «Mittal è cattivo pagatore e crea terrore tra gli operai»

M5s Taranto: «Mittal è cattivo pagatore e crea terrore tra gli operai»

 
Il caso
Cyberbullismo, 15enne su Instagram: «Basta mi uccido», salvato da amica tarantina

Cyberbullismo, 15enne su Instagram: «Basta mi uccido», salvato da amica tarantina

 
L'operazione
Taranto, Guardia Costiera sequestra 80kg di cetrioli di mare abbandonati da pescatori di frodo

Taranto, Guardia Costiera sequestra 80kg di cetrioli di mare abbandonati da pescatori di frodo

 

Il Biancorosso

Il match
Bari calcio, Marras: «Bella sfida il derby con il Foggia»

Bari calcio, Marras: «Bella sfida il derby con il Foggia»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoil siderurgico
ArcelorMittal, sindaco Melucci dopo incidente: «Fabbrica pericolosa, non può continuare»

ArcelorMittal, sindaco Melucci dopo incidente: «Fabbrica pericolosa, non può continuare»

 
LecceGiustizia e Covid
Lecce, l'avvocato Vergine: «Si sospendano le udienze»

Lecce, l'avvocato Vergine: «Si sospendano le udienze»

 
BrindisiCapitaneria
Porto Brindisi, maxisequestro di prodotti ittici surgelati

Porto Brindisi, maxisequestro di prodotti ittici surgelati

 
MateraNel Materano
Bernalda, è ai domiciliari ma spaccia cocaina: in carcere

Bernalda, è ai domiciliari ma spaccia cocaina: in carcere

 
Barinel Barese
Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

 
PotenzaEmergenza contagi
Covid in Basilicata, presto completati gli ospedali da campo

Covid in Basilicata, presto completati gli ospedali da campo

 
Foggiala scomparsa
San Giovanni Rotondo, 85enne esce di casa per andare in campagna e svanisce nel nulla

San Giovanni Rotondo, 85enne esce di casa per andare in campagna e svanisce nel nulla

 
BatL'avvertimento
Canosa, esplode bomba in pieno centro: le telecamere riprendono il presunto attentatore

Canosa, esplode bomba in pieno centro: le telecamere riprendono il presunto attentatore

 

i più letti

L'acciaio

Ex Ilva, pressing Uilm: «Un negoziato rapido»

Il segretario Talò: «Priorità sicurezza e tutela occupazione»

Ex Ilva, pressing Uilm: «Un negoziato rapido»

foto Todaro

«Abbreviare, per quanto possibile, i tempi della prossima convocazione per il reale avvio del negoziato sulla vicenda dell’ex Ilva che, differentemente dal passato, deve necessariamente condurre ad un percorso spedito di confronto». È la richiesta della Uilm di Taranto, primo sindacato per iscritti all’interno della fabbrica, dopo il comitato direttivo che ha visto la relazione del segretario Antonio Talò. «Sarà prioritario e fondamentale porre sin dalle prossime riunioni con il Governo le nostre ragioni sulle questioni legate alla messa in sicurezza degli impianti che devono seguire un percorso di realizzazione certo e in linea con i criteri dell’accordo del 6 settembre 2018 - aggiunge il sindacato - parimenti serve assicurare la salvaguardia occupazionale dell’intero bacino di lavoratori sociali e di Ilva in Amministrazioni straordinaria attraverso politiche straordinarie mirate all’occupazione e, sino al completamento del nuovo piano industriale, prevedere l’utilizzo di ammortizzatori sociali adeguati che possano nei fatti dignitosamente sostenere il già protratto danno economico e sociale subito dai lavoratori». Secondo la Uilm, «serve rapidamente uscire dall’illogico di utilizzo dei convenzionali ammortizzatori sociali per gestire fasi straordinarie ed eccezionali, anche in direzione dell’avvio delle nuove politiche industriali che interesseranno l’intero panorama della siderurgia italiana».
Misure adeguate, uguali a quelle dei lavoratori diretti ArcelorMittal e di Ilva in amministrazione straordinaria, Uilm le rivendica anche per il personale dell’indotto appalto siderurgico di ArcelorMittal: «Si rende imprescindibile affermare in maniera stabile la non disparità dei lavoratori nel contesto che interesserà i prossimi scenari legati alla fase di transizione annunciata dal Governo».

Sempre sul fronte Ilva, ieri gli attivisti del Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente hanno tenuto un flash mob davanti al Municipio protestando nuovamente per la contraddizione tra le norme anti-Covid e i wind day, i giorni in cui il forte vento riversa in particolare sul rione Tamburi le polveri cancerogene del siderurgico ArcelorMittal. Il Comitato fa notare che la normativa anti-Covid dispone «un costante ricambio dell’aria per evitare eventuali contagi dovuti al ristagno ed è auspicabile dunque tenere le finestre aperte, ma al contrario per i Wind day è opportuno tenere le finestre chiuse senza ricambio di aria, per ridurre il Pm10». Sono stati mostrati striscioni e cartelloni con articoli della Costituzione e le scritte: «I bimbi di Taranto sono farfalle con le ali spezzate», «La città del Cowind19», «Da due anni 4.000 cittadini attendono una risposta alla petizione», per la chiusura delle fonti inquinanti. Tre attivisti hanno anche utilizzato le sagome con i volti del sindaco Melucci, del governatore Emiliano e del premier Conte emulando il gesto «non vedo, non parlo e non sento».

Ma la vertenza ArcelorMittal non è l’unica della provincia di Taranto. Il comitato direttivo della Uilm ieri si è occupato del sito produttivo di Leonardo a Grottaglie, dove si costruiscono due sezioni della fusoliera in fibra di carbonio del Boeing 787. Uilm evidenzia in una nota che «particolare attenzione è stata nuovamente rivolta agli effetti negativi della monocommittenza Boeing che si unisce ai drammatici effetti della pandemia nel settore aerospazio, per effetto dei quali l’intero settore rischia una battuta di arresto senza precedenti, dalle imprevedibili conseguenze sia sul piano della diminuzione dei volumi produttivi che su quello occupazionale». E sollecita la costituzione del tavolo nazionale sulle aerostrutture, con il «consolidamento di un processo di scelte industriali che tendano ad affermare sito produttivo di Grottaglie».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie