Giovedì 02 Luglio 2020 | 14:00

NEWS DALLA SEZIONE

L'incontro
Università Taranto, «Spediti verso l’autonomia»: torna riunirsi cabina di regia

Università Taranto, «Spediti verso l’autonomia»: riunita cabina di regia

 
Social news
Manduria, Emiliano e Zaia insieme per un brindisi alla festa di Bruno Vespa

Manduria, Emiliano e Zaia insieme per un brindisi alla festa di Bruno Vespa

 
Il caso
Nella notte sindaci e ed enti ionici preparano la «resistenza di Taranto» contro Mittal

Nella notte sindaci e ed enti ionici preparano la «resistenza di Taranto» contro Mittal

 
Oncologia
ranto

Taranto, tenda climatizzata per i pazienti in fila

 
L'incontro di oggi
Mittal Taranto, prosegue Cassa integrazione senza accordo per 4 settimane

Mittal Taranto, prosegue Cassa integrazione senza accordo per 4 settimane

 
gara di Solidarietà
Taranto, oltre 8mila euro raccolti per curare Vincenzo da una forma di tumore raro

Taranto, oltre 8mila euro raccolti per curare Vincenzo da una forma di tumore raro

 
Lieto fine
Rintracciati dalla Polfer nelle stazioni di Barletta e Taranto 2 individui scomparsi nei giorni scorsi

Rintracciati dalla Polfer nelle stazioni di Barletta e Taranto 2 individui scomparsi nei giorni scorsi

 
nel Tarantino
In trasferta a Martina Franca si spostano in taxi per svaligiare distributori automatici: 4 giovani denunciati

In trasferta a Martina Franca si spostano in taxi per svaligiare distributori automatici: 4 giovani denunciati

 
Controlli dei CC
Ginosa Marina, cede cocaina in un ristorante a due acquirenti: arrestato 33enne

Ginosa Marina, cede cocaina in ristorante a 2 acquirenti: arrestato 33enne

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, Laribi carica i biancorossi: «Pronti a scrivere un pezzo di storia»

Bari, Laribi carica i biancorossi: «Pronti a scrivere un pezzo di storia»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Hometragedia
Ugento, 74enne muore in mare, forse un malore

Ugento, 74enne muore in mare, forse un malore

 
MateraLe tradizioni religiose
Matera, è il giorno della Madonna della Bruna: ma niente assalto al carro

Matera, è il giorno della Madonna della Bruna: ma niente assalto al carro FOTO

 
Potenzadati regionali
Coronavirus in Basilicata, 254 tamponi tutti negativi: restano solo 2 contagiati in regione

Coronavirus in Basilicata, 254 tamponi tutti negativi: restano solo 2 contagiati in regione

 
Foggiaestorsioni in campagna
San Giovanni Rotondo, minaccia agricoltori per imporre egemonia sulla raccolta olive: arrestato 40enne

San Giovanni Rotondo, minaccia agricoltori per imporre egemonia sulla raccolta olive: arrestato 40enne

 
BariControlli della polizia
Bari, sfrecciano in auto a Poggiofranco con mezzo chilo di hashish: due in manette

Bari, sfrecciano in auto a Poggiofranco con mezzo chilo di hashish: due in manette

 
BatVerso il voto
Andria, Nino Marmo ha deciso: si candida a sindaco Pastore

Andria, Nino Marmo ha deciso: si candida a sindaco

 
BrindisiNel brindisino
Erchie, attentato incendiario contro azienda agricola

Erchie, attentato incendiario contro azienda agricola: arrestati 2 giovanissimi

 

i più letti

Dopo ok del Miur

Medicina a Taranto, le lezioni forse ripartono dal 20 novembre

La formalizzazione dovrebbe avvenire nella seduta del Senato accademico del 19

Medicina a Taranto, le lezioni forse ripartono dal 20 novembre

Tornano le lezioni di Medicina a Taranto probabilmente dal 20 novembre. Annunciata l’altro ieri dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla Programmazione Economica e agli Investimenti, Sen. Mario Turco, la nota ministeriale che autorizza la riattivazione del canale formativo a Taranto è pervenuta agli organi accademici solo ieri. Ad annunciarlo lo stesso ateneo barese. «L’Università di Bari, sentita la Scuola di Medicina – viene comunicato -, provvederà quanto prima ad adottare le opportune deliberazioni acquisito il parere favorevole del Senato Accademico per ciò che concerne le modalità di frequenza delle lezioni. Appena formalizzato questo passaggio, all’inizio della prossima settimana, sulla home page della Scuola di Medicina sarà pubblicato il calendario delle attività che saranno erogate nel canale formativo di Taranto». Fin qui la nota che rimanda ad una formalizzazione che potrebbe avvenire nella seduta del Senato accademica del 19 novembre.

Intanto, è stata rimessa in moto la macchina organizzativa soprattutto per confermare e dare attuazione a quanto annunciato agli studenti che saranno ora liberi di scegliere tra Bari e Taranto. Non pochi erano stati coloro che, tra i 60 immatricolati a Taranto, avevano contestato questa sede e che, poi, avevano accolto con soddisfazione il blocco a Taranto (causato da una nota ministeriale che indicava quella tarantina come sede non accreditata) e il conseguente trasferimento a Bari. Dopo il chiarimento del 30 ottobre al Ministero (quella tarantina non è una nuova sede, ma una sede didattica di un corso regolarmente accreditato a Bari), l’ipotesi di ritorno delle lezioni a Taranto aveva suscitato confusione e delusione.

Non in tutti gli studenti, però, un gruppo dei quali (non solo tarantini) sono ben lieti di poter studiare qui. Ma, a questo punto, chi vorrà potrà rimanere a Bari, assicura anche la nota ministeriale come riferito l’altro ieri dal sen. Turco. A Taranto – avevano sostenuto il presidente della Scuola di Medicina, Loreto Gesualdo – si farà lezione anche con un solo studente. È evidente, però, che c’è l’interesse a far crescere la sede tarantina. «Noi stiamo facendo partire a Taranto un corso sperimentale in Medicina che guarderà molto anche all’aspetto lavorativo. Creeremo una Medicina di precisione per le malattie del lavoro», ha ribadito il prof. Gesualdo che ieri ha incontrato i rappresentanti degli studenti e quest’oggi incontrerà tutti i 300 studenti immatricolatisi a Bari. Vuol parlare con tutti ed a tutti offrire le medesime opportunità incentivanti (borse di studio) che saranno messe in campo dall’amministrazione comunale di Taranto probabilmente destinando a questo le risorse previste per Medicina (250 mila euro) nell’ambito dell’accordo di programma triennale siglato nei mesi scorsi. Ma l’offerta incentivante non sarà solo di carattere economico.

Il prof. Gesualdo insiste, soprattutto, sulla formazione che sarà erogata su Taranto e che, novità assoluta, si avvarrà delle opportunità offerte dal «ospedale virtuale». Anzi, proprio per vedere da vicino realtà di questo tipo, il prof. Gesualdo sarà lunedì presso l’università di Lublino, dotata di strumentazione d’avanguardia in questo ambito. Insieme a lui, ci saranno tra gli altri anche il direttore generale dell’Asl Ta, Stefano Rossi, e la studentessa tarantina che ha sin dall’inizio opzionato convintamente Taranto.
Maria Rosaria Gigante

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie