Lunedì 14 Ottobre 2019 | 02:42

NEWS DALLA SEZIONE

le polemiche
Medicina a Taranto, protesta degli studenti baresi: «Noi costretti a migrare per studiare»

Medicina a Taranto, protesta degli studenti baresi: «Noi costretti a migrare per studiare»

 
università
Taranto, da lunedì via alle lezioni a Medicina: graduatoria a scorrimento

Taranto, da lunedì via alle lezioni a Medicina: graduatoria a scorrimento

 
Il siderurgico
Arcelor Mittal, nuovo ricorso alla Corte Europea contro l'Italia

Arcelor Mittal, nuovo ricorso alla Corte Europea contro l'Italia

 
L'accordo
Case popolari, scongiurato sfratto per 200 famiglie a Taranto

Case popolari, scongiurato sfratto per 200 famiglie a Taranto

 
gioca nel Policoro
Taranto, calciatore 21enne investito da auto pirata: in ospedale

Taranto, calciatore 21enne investito da auto pirata: in ospedale

 
dalla polizia
Taranto, estorce denaro e alcol a titolari di due locali: arrestato

Taranto, estorce denaro e alcol a titolari di due locali: arrestato

 
Il caso
Porto di Taranto, la concessione a Ylport diventa operativa

Porto di Taranto, la concessione a Ylport diventa operativa

 
nel Tarantino
Massafra: 17enne nasconde hashish negli slip, denunciato

Massafra: 17enne nasconde hashish negli slip, denunciato

 
nel Tarantino
Manduria, rave non autorizzato a Ferragosto: 326 giovani identificati

Manduria, rave non autorizzato a Ferragosto: 326 giovani identificati

 
L'iniziativa
Taranto, ecco la casella postale per i senza dimora

Taranto, ecco la casella postale per i senza dimora

 
Taranto
Immunità penale ex Ilva, Consulta non decide e rinvia atti al gip

Immunità penale ex Ilva, Consulta non decide e rinvia atti al gip

 

Il Biancorosso

Bari Ternana 2-0
Bari asfalta la Ternana al San Nicola: eurogol di Hamlili

Bari asfalta la Ternana al San Nicola: eurogol di Hamlili  Foto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Batnel Nordbarese
Trinitapoli, lampeggiano per segnalare posto di blocco: 5 automobilisti multati

Trinitapoli, lampeggiano per segnalare posto di blocco: 5 automobilisti multati

 
Foggiababy gang
Foggia, ragazzini aggrediscono passanti con calci e pugni

Foggia, ragazzini aggrediscono passanti con calci e pugni

 
Potenzanel Potentino
Latronico, sistema della «gabbie» per mettere un freno all'invasione dei cinghiali

Latronico, sistema della «gabbie» per mettere un freno all'invasione dei cinghiali

 
Lecceil caso
Salento, allieve molestate a scuola? Indagini sul prete prof

Salento, allieve molestate a scuola? Indagini sul prete prof

 
Brindisinel Brindisino
Ceglie Messapica: donne e bambine donano capelli per solidarietà

Ceglie Messapica: donne e bambine donano capelli per solidarietà

 
Tarantole polemiche
Medicina a Taranto, protesta degli studenti baresi: «Noi costretti a migrare per studiare»

Medicina a Taranto, protesta degli studenti baresi: «Noi costretti a migrare per studiare»

 
MateraIl caso
Sparatoria nella notte a Policoro, due feriti: scatta un fermo

Mafia: duplice tentato omicidio a Policoro, fermato 49enne

 

i più letti

Il Riesame

Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

La decisione del tribunale scongiura lo spegnimento che era programmato entro il 10 ottobre.

Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

Il tribunale del Riesame di Taranto ha accolto il ricorso presentato dagli avvocati Angelo Loreto e Filippo Dinacci per conto dell’Ilva in amministrazione straordinaria contro il provvedimento con il quale il giudice Francesco Maccagnano - il 31 luglio scorso - aveva respinto la richiesta di facoltà d’uso dell’Altoforno 2 dello stabilimento siderurgico ArcelorMittal finalizzata all’esecuzione dei lavori chiesti dal custode giudiziario. La decisione scongiura lo spegnimento che era programmato entro il 10 ottobre.

Lo spegnimento dell’Afo2 avrebbe provocato una riduzione dei livelli produttivi con conseguenze sul piano occupazionale. Con l’accoglimento dell’appello cautelare, il Tribunale del Riesame ha disposto un termine di 3 mesi per la progettazione di dettaglio e l’esecuzione dei lavori.

I legali dell’Ilva in As nei giorni scorsi avevano presentato anche una istanza di facoltà d’uso allo stesso giudice Maccagnano, dinanzi al quale il prossimo 1 ottobre inizierà il processo sull'incidente che nel giugno del 2015 costò la vita all’operaio Alessandro Morricella, investito da una fiammata mista a ghisa incandescente mentre misurava la temperatura di colata dell’Altoforno 2. Lo spegnimento era stato ordinato dalla Procura dopo che il gup Pompeo Carriere aveva respinto la richiesta di dissequestro in quanto le prescrizioni imposte a seguito dell’incidente erano state adempiute solo parzialmente.

UILM: ORA ARCELOR RILANCI INVESTIMENTI

«Dopo la decisione del Tribunale di Taranto che ha accolto il ricorso di Ilva As, scongiurando la fermata dell’altoforno 2 il prossimo 10 ottobre, ArcelorMittal non ha più attenuanti e deve rilanciare gli investimenti per salvaguardare l’ambiente, l’occupazione e la produzione». Così Rocco Palombella, Segretario Generale Uilm, appresa la notizia dell’accoglimento da parte del Tribunale di Taranto del ricorso presentato da Ilva Amministrazione Straordinaria sulla facoltà d’uso dell’altoforno 2, concedendo novanta giorni di tempo per effettuare la progettazione e l’analisi di rischio in vista di ulteriori lavori di messa a norma e in sicurezza.

«Dopo la norma sulle tutele legali prevista dal Dl Imprese e la sentenza di oggi - dichiara Palombella - l’azienda deve accelerare urgentemente negli investimenti in sicurezza e monitoraggio degli impianti che hanno bisogno urgente di manutenzione, oltre a incrementare la produzione senza prolungare la cassa integrazione per altre tredici settimane per 1400 lavoratori e ricreare le condizioni lavorative per coloro che sono attualmente in Amministrazione straordinaria».

«Ora ArcelorMittal deve rispettare l’accordo del settembre 2018 - continua il leader Uilm - e mettere in campo gli investimenti e le risorse per rilanciare gli interventi previsti dal Piano Ambientale, l’occupazione e la produzione».

«Ci aspettiamo - conclude - che anche il Governo e il Ministro Patuanelli predispongano tutti gli strumenti a loro disposizione per far attuare ogni punto dell’accordo di un anno fa e che convochino subito un tavolo al Mise per un aggiornamento sulle situazioni critiche che riguardano l’azienda e il sistema degli appalti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie