Giovedì 25 Febbraio 2021 | 12:27

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
Esercito, il Capo di Stato Maggiore: «Lascio un Esercito coeso con la Pinerolo che è un’élite

Esercito, il Capo di Stato Maggiore: «Lascio un Esercito coeso con la Pinerolo che è un’élite

 
la «missione»
Un aereo-spia da 450 milioni nei cieli di Puglia e Basilicata

Un aereo-spia da 450 milioni nei cieli di Puglia e Basilicata

 
Il caso
Puglia, prosegue il programma degli F-35 con l’atomica

Puglia, prosegue il programma degli F-35 con l’atomica

 
Moda
Il nuovo marchio dell'Esercito a Pitti Uomo per i capi sportswear

Il nuovo marchio dell'Esercito a Pitti Uomo per i capi sportswear

 
Al porto
Marina Militare, la portaerei Cavour da Taranto approda a Norfolk

Marina Militare, la portaerei Cavour da Taranto approda a Norfolk

 
Il gesto
Lecce, militari del Cavalleggeri di Lodi donano sangue al «Vito Fazzi»

Lecce, militari del Cavalleggeri di Lodi donano sangue al «Vito Fazzi»

 
Da Taranto
La Portaerei Cavour parte per gli Stati Uniti, il saluto del Ministro Guerini all'equipaggio

La Portaerei Cavour parte per gli Stati Uniti, il saluto del Ministro Guerini all'equipaggio

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraGdF
Matera, ha fatto fallire 5 società: arrestato imprenditore

Matera, ha fatto fallire 5 società: arrestato imprenditore

 
Tarantoguardia di finanza
Truffa gasolio a Taranto; sequestrati 2 mln di beni a 5 imprese

Truffa gasolio a Taranto; sequestrati 2 mln di beni a 5 imprese

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 
Barinel Barese
Gravina, fidanzamento osteggiato dalle famiglie sfocia in una rissa in strada: 4 arresti

Gravina, fidanzamento osteggiato dalle famiglie sfocia in una rissa in strada: 4 arresti

 
FoggiaI fatti a settembre
Foggia, tabaccaio ucciso durante rapina: 5 persone arrestate dopo 5 mesi

Foggia, tabaccaio ucciso in rapina: 5 persone arrestate dopo 5 mesi, anche un minore VD

 
LecceL'incidente
Auto travolge bici: muore ciclista 45enne in Salento

Auto travolge bici: muore ciclista 45enne in Salento

 
BrindisiIl caso
Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

 

i più letti

FORZE ARMATE

Le donne militari made in Puglia
un otto marzo diverso dal solito

Dall'Afghanistan al Libano la centralità femminile nella costruzione della pace

Le donne militari made in Pugliaun otto marzo diverso dal solito

Sono mogli, mamme, figlie e sorelle. Pilotano aerei e elicotteri, guidano carri armati, comandano a bordo delle navi. Insomma, sono soprattutto colleghe, impegnate in 35 missioni sparse in 23 Paesi del mondo. Non ci sono limiti: hanno frequentato gli stessi corsi addestrativi, le stesse selezioni e hanno le stesse possibilità di essere impiegate e di raggiungere il vertice della piramide. Le donne con le stellette nelle Forze armate sfiorano le 15mila unità e rappresentano il 5 per cento del totale. E in contesti difficili e delicati, sempre più spesso sono le donne a fare la differenza per il successo della missione, come dimostra il bilancio delle ultime operazioni nelle quali sono state impegnati i reparti pugliesi, con una buona componente “rosa” schierata in prima fila. Per questo 8 marzo, niente mimose e cioccolatini, ma un impegno in contesti operativi, sociali, economici e culturali molto diversi dal nostro. Un approccio nuovo, diverso, che ha cambiato il modo di fare e di comprendere le cose. Dopo venti anni - nel 1999 l’Italia apriva le Forze armate al reclutamento femminile - la sicurezza internazionale, il peace keeping e il peace building hanno evidenziato la centralità femminile nel mantenimento e nella costruzione della pace.
   Fino a dicembre del 2018 in Afghanistan la Brigata Pinerolo, la grande unità dell’Esercito made in Puglia, aveva la responsabilità del contingente schierato nel Paese degli Aquiloni. E le donne con le stellette hanno organizzato e portato a termine una serie di corsi, dalla formazione per le donne dell’Esercito di Kabul alla fotografie per l’Associazione giornaliste afghane, che hanno lasciato il segno sotto il profilo dell’integrazione culturale.
 
In Iraq, i soldati in rosa dell’82° Reggimento fanteria “Torino” di stanza a Barletta e dell’11° Reggimento genio guastatori di Foggia, inquadrati nel Ktcc (Kurditsan training coordination centre) si sono occupate dell’addestramento dei Peshmerga curdi. Mentre le donne dei Carabinieri hanno insegnato diritti umani, maneggio delle armi, tecniche di immobilizzazione e trattamento delle violenze domestiche al personale femminile delle diverse forze di polizia della regione autonoma del Kurditsan.
 
Stesso discorso in Kosovo e in Libano dove le donne militari pugliesi hanno volto un importante ruolo di sensibilizzazione verso le popolazioni locali.
 
In attesa del primo generale donna (secondo il capo di Stato maggiore della Difesa, Enzo Vecciarelli, con le attuali leggi e normative avverrà tra il 2029 e il 2030) tra il personale transitato in Accademia, l’Unione europea punta ad aumentare il numero di donne militari impegnate nei contingenti e negli staff delle missioni internazionali. Anche perché uno studio dell’università di Glasgow ha scientificamente provato che le donne non sono il sesso debole, neanche fisicamente. Con la giusta preparazione ed un training adeguato, l’altra metà dell’universo, può avere la stessa resistenza fisica degli uomini.       
  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie