Martedì 26 Gennaio 2021 | 00:03

NEWS DALLA SEZIONE

la storia
Da Gioia gli «angeli» del cielo: «Così abbiamo salvato i due alpinisti bloccati dal gelo»

Da Gioia gli «angeli» del cielo: «Così abbiamo salvato i due alpinisti bloccati dal gelo»

 
questa mattina
Corato, straniero dà in escandescenza in pieno centro: intervengono due militari dell'Esercito e lo bloccano

Corato, straniero dà in escandescenza in pieno centro: intervengono due militari dell'Esercito e lo bloccano

 

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccela polemica
Lecce, a Palazzo Carafa girata scena di video trap: il Comune si dissocia

Lecce, a Palazzo Carafa girata scena di video trap: il Comune si dissocia

 
Tarantopiano industriale
Mittal Taranto, azienda conferma per il 2021 produzione di 5 milioni di tonnellate d’acciaio

Mittal Taranto, azienda conferma per il 2021 produzione di 5 milioni di tonnellate d’acciaio

 
Homela tragedia
Bari, bambino di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipoitizza suicidio

Bari, bimbo di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipotizza suicidio. Gioco online? «Non sappiamo»

 
FoggiaLa decisione
Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

 
Potenzamaltempo
Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 

i più letti

AERONAUTICA MILITARE

Galatina, l'Università del volo
forma i top-gun del futuro

Una storia di eccellenza made in Italy con il miglior sistema di addestramento integrato del mondo

Galatina, l'Università del voloforma i top-gun del futuro

I jet del 61° Stormo in volo

GALATINA – L’unica nota stonata sono gli ulivi divorati dalla xylella prima di arrivare alla base. Il colore argento delle chiome ha lasciato il posto ad un marrone ruggine simbolo di morte.
Il resto è vita: il parcheggio dei visitatori pieno, come quello del personale; il rombo dei jet accompagna le lezioni degli allievi; le lezioni ai simulatori scandiscono i ritmi della giornata.
L’aeroporto “Fortunato Cesari” di Galatina, ospita il 61° Stormo dell’Aeronautica militare. In questo angolo del Salento dal 1946 il Paese con le stellette forma i piloti da caccia, gli eredi di Francesco Baracca. Una storia di successo tutta italiana, di eccellenza tricolore, in grado di sgretolare miti e leggende. Perché qui nascono anche quelli che un domani diventeranno i top gun americani.


No, non è una fake news. Stati Uniti, Francia, Spagna, Austria, Grecia, Kuwait, Polonia, Singapore (l’elenco dei Paesi partner è lungo) hanno dovuto (qualcuno a malincuore) ammettere che il miglior sistema di addestramento integrato dei piloti è il nostro.
Il gioiello tecnologico attorno al quale gira il programma è il T-346A - per capirci, sta gradualmente sostituendo il velivolo MB339, quello delle Frecce Tricolori - costruito dalla Leonardo, l’unico in grado di formare i piloti che nei reparti operativi voleranno sui caccia di quarta e quinta generazione, come gli Eurofighter e gli F-35.


Le fasi addestrative a Galatina sono suddivise in tre livelli. Il secondo (il primo contatto con gli aerei a elica si svolge a Latina) serve a capire le attitudini dell’allievo. Se, cioè, dopo otto mesi di tirocinio, potrà dare il meglio sui jet, sugli elicotteri o sugli aerei da trasporto. Una volta superata la selezione, i futuri piloti da caccia restano nel Salento e affrontano le altre due fasi. Dai primi rudimentali concetti di combattimento aereo, al rifornimento in volo, alle missioni vere e proprie.
Per ottimizzare i costi si fa ricorso a quattro sofisticatissimi simulatori che riproducono esattamente cosa succede in volo, emergenze comprese. E’ qualcosa di più di un semplice videogioco. Il sistema è talmente sofisticato e avanzato al punto da poter condurre in tempo reale una missione al simulatore e una in volo, con due allievi diversi, inserendo contromisure, minacce, condizioni meteo particolari .


L’elettronica la fa a padrone anche sul T346. Questo però non è un limite, ma un vantaggio, in quanto il pilota si può concentrare esclusivamente sulla missione.
Oggi l’iter addestrativo prevede 80 voli e 80 missioni sul simulatore: a parità di ore di volo, rispetto al passato, la preparazione di un pilota “combat ready” è decisamente superiore.


Le potenzialità della base di Galatina, perfettamente integrata nel territorio, non è ancora al top. I margini di crescita sono ancora elevati. Tra qualche anno arriverà il T-345 che manderà definitivamente in pensione gli MB339 e sarà utilizzato nella seconda e nella terza fase del programma addestrativo. E aumenteranno gli spazi per ospitare gli allievi stranieri. Ci sono tre gruppi di volo (il 61° forma anche gli istruttori di volo) e un reparto manutenzione velivoli pronti a sintetizzare quotidianamente le capacità e la grinta che continuano a rendere unici gli italiani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie