Mercoledì 20 Gennaio 2021 | 12:18

NEWS DALLA SEZIONE

automotive
Melfi, Fca fa spazio a Stellantis anche sulle tute di lavoro

Melfi, Fca fa spazio a Stellantis anche sulle tute di lavoro

 
L'iniziativa
Potenza, un «pasto sospeso» per i più bisognosi e per aiutare i ristoratori

Potenza, un «pasto sospeso» per i più bisognosi e per aiutare i ristoratori

 
monitoraggio
Potenza, fiammate nel Centro olio Tempa Rossa: Total rischia multe pesanti

Potenza, fiammate nel Centro olio Tempa Rossa: Total rischia multe pesanti

 
Il virus
Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

 
La pandemia
Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

 
la protesta
Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

 
a Castelsaraceno
Bloccati su una parete del Monte Alpi, nel Potentino: salvati due alpinisti

Bloccati su una parete del Monte Alpi, nel Potentino: salvati due alpinisti

 
Demografia
Cresce la «città fantasma»: in Basilicata 1 casa su 3 è vuota

Cresce la «città fantasma»: in Basilicata 1 casa su 3 è vuota

 
La decisione
Foto Tony Vece

Potenza, causa neve chiuse tutte le scuole il 18 gennaio

 
Il personaggio
Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

 
Nel Potentino
Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

NEWS DALLE PROVINCE

GdM.TVil patrono
Bari, la Polizia locale celebra San Sebastiano: «Un pensiero a chi soffre per il Covid»

Bari, la Polizia locale celebra San Sebastiano: «Un pensiero a chi soffre per il Covid»

 
Foggiail furto
Foggia, ladri rubano ambulanza a Borgo Incoronata ma l'abbandonano subito dopo

Foggia, ladri rubano ambulanza a Borgo Incoronata ma l'abbandonano subito dopo

 
Potenzaautomotive
Melfi, Fca fa spazio a Stellantis anche sulle tute di lavoro

Melfi, Fca fa spazio a Stellantis anche sulle tute di lavoro

 
Leccela protesta
Terme di Santa Cesarea, lavoratori in agitazione: ritardi nei pagamenti e incertezze sul futuro

Terme Santa Cesarea, lavoratori in agitazione: ritardi nei pagamenti e incertezze sul futuro

 
TarantoIndagini della Poltel
Taranto, pedopornografia: 45enne trovato in possesso di 13mila «file» proibiti

Taranto, pedopornografia: 45enne trovato in possesso di 13mila «file» proibiti

 
Brindisil'inchiesta
Brindisi, perse il bambino al nono mese di gravidanza: indagati quattro medici

Brindisi, perse il bambino al nono mese di gravidanza: indagati quattro medici

 
BatLa disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

Social dinner

Nel Potentino la cena senza smartphone e sms: finalmente si parla

A Lagopesole, frazione del potentino da 650 abitanti, una tavolata tra commensali ignoti. La nostra cronista infiltrata

Nel Materano, la cena senza smartphone e sms: finalmente si parla

Una sola tavolata, commensali e menù ignoti, posti sedere casuali. È stata questa la «Cena degli sconosciuti» tenutasi a Lagopesole di Avigliano presso il suggestivo locale «La Taverna», dove anche la Gazzetta si è infiltrata per poter raccontare in prima persona le sensazioni di questa innovativa e particolare esperienza.

Molti di noi partecipanti, una quindicina in tutto, non si conoscevano e ci siamo incontrati per la prima volta proprio nel locale all’ora e nel giorno stabilito, uniche informazioni in nostro possesso. Immaginatevi la scena: raggiungete il locale dell'evento e venite accolti da una cameriera che vi accompagna al tavolo e va via. Se siete persone che solitamente arrivano in anticipo agli appuntamenti, potreste essere le prime e ritrovarvi così sole al tavolo. Se invece, a causa di un contrattempo, vi presentate con qualche minuto di ritardo, come è successo a me, rischierete di arrivare quando il gruppo ha già iniziato a socializzare e non ci sarà nessuno che vi introdurrà ai partecipanti. Sarà il vostro spirito di iniziativa e la voglia di conoscere altre persone e mettervi in gioco e far sì che interagiate e vi presentiate ai commensali fino a quel momento sconosciuti.

La «social dinner» che ha come scopo primario la socializzazione e la conoscenza di nuove persone, tramite il collante del buon cibo, ha come prerogativa quella di essere una serata sociale senza social, connessi sì ma tramite la comunicazione verbale e para verbale. Quindi niente smartphone, niente messaggistica istantanea, niente telefonate, il tutto per riscoprire il piacere di conversare con le persone guardandosi negli occhi e dove i sorrisi non erano sterili stickers e colorate emoticons.
Questi eventi culinari sono molto diffusi nelle maggiori città italiane ed europee. Non dimentichiamo infatti che il cibo è da sempre un aggregante che aiuta nella socializzazione, nel miglioramento delle tecniche di comunicazione e relazione anche con gli stessi host locali. Partecipare a una cena degli sconosciuti, è un modo divertente per trascorrere due ore spensierate e in un modo del tutto originale, trovare nuovi amici, nuove affinità e perché no scoprire di aver frequentato le stesse scuole o lo stesso posto di lavoro ma non essersi mai incontrati.

Il successo di una serata come quella di ieri sera in una terra come la Basilicata non è scontato. È stata sicuramente una scommessa e l’esperimento sociale ben riuscito. Unico neo che intendo evidenziare è il numero limitato di adesioni. Le cene con sconosciuti potrebbero riscuotere scetticismo ma anche interesse e curiosità, è necessario però abbandonare la sicurezza delle vecchie e forse comode abitudini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie