Giovedì 09 Luglio 2020 | 22:50

NEWS DALLA SEZIONE

Salute
Farmaci multispecifici,pass par tout contro malattie varie

Farmaci multispecifici,pass par tout contro malattie varie

 
vista
Occhi a rischio: maculopatie edema diabetico, non abbandonare controlli e terapie

Occhi a rischio: maculopatie edema diabetico, non abbandonare controlli e terapie

 
Salute
L’alimentazione influisce su benessere nutrizionale e psicofisico

L’alimentazione influisce su benessere nutrizionale e psicofisico

 
Il premio
A neurologi italiani il «Wolff Award»: è il “nobel” in tema di cefalee

A neurologi italiani il «Wolff Award»: è il “nobel” in tema di cefalee

 
Sanità
Rotavirus, una preoccupazione in meno: il neonato al rientro a casa, dopo il parto

Rotavirus, una preoccupazione in meno: il neonato al rientro a casa, dopo il parto

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, biancorossi «carichi a mille per i playoff»

Bari, biancorossi «carichi a mille per i playoff»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoSondaggio on line
Taranto, Giochi del mediterraneo: scelta la mascotte, sarà «Ionios»

Taranto, Giochi del mediterraneo: scelta la mascotte, sarà «Ionios»

 
PotenzaDalla Polstrada
Potenza, esami patente fasulli: sequestrata autoscuola

Potenza, esami patente fasulli: sequestrata autoscuola

 
Foggiaattimi di tensione
Foggia, aggredisce poliziotti e sputa ai passanti: arrestato ghanese 35enne

Foggia, aggredisce poliziotti e sputa ai passanti: arrestato ghanese 35enne

 
Leccel'evento
Lecce, al via i lavori per la sfilata di Christian Dior del 22 luglio: sarà senza pubblico

Lecce, al via i lavori per la sfilata di Christian Dior del 22 luglio: sarà senza pubblico

 
Materamaltrattamenti in famiglia
Bernalda, minaccia convivente per gelosia col coltello: arrestato 40enne

Bernalda, minaccia convivente per gelosia col coltello: arrestato 40enne

 
Bariquesta mattina
Bari, protesta braccianti agricoli davanti sede della Regione

Bari, protesta braccianti agricoli davanti sede della Regione

 
Brindisimaltrattamenti in famiglia
Ostuni, donna insultata, minacciata e colpita con un piatto dal marito per le vie del centro: arrestato 78enne

Ostuni, donna insultata, minacciata e colpita con un piatto dal marito per le vie del centro: arrestato 78enne

 
BatVerso il voto
Andria, centrodestra unito con Scamarcio

Comunali Andria, centrodestra unito con Scamarcio

 

i più letti

Sanità

Rotavirus, una preoccupazione in meno: il neonato al rientro a casa, dopo il parto

vaccino

La campagna di sensibilizzazione sull’infezione da Rotavirus realizzata da GSK con l’approvazione del Ministero della Salute e il patrocinio della Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP), ribadisce l’importanza della vaccinazione anti-Rotavirus per prevenire la gastroenterite da Rotavirus con un semplice vaccino anche nei giorni in cui impariamo a convivere con il Coronavirus. «La chiusura di alcuni centri vaccinali, la paura del contagio e l’impossibilità di muoversi durante il lockdown hanno provocato il rinvio di moltissimi appuntamenti vaccinali.

L’emergenza COVID-19 ha avuto una seria ripercussione sulle coperture vaccinali dei più piccoli, ridotte in alcune Regioni fino al 4% rispetto allo stesso periodo del 2019. - afferma Vanessa Perone, Pediatra di famiglia della Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) - L’emergenza COVID-19 ha fatto scivolare in secondo piano tutte le altre malattie infettive che possono causare sofferenze ai bambini, alcune di queste prevenibili anche con la vaccinazione. Conla fase2 è di fondamentale importanza un pieno ritorno alla normalità per rispettare le scadenze vaccinali indicate nel Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale, compreso il vaccino anti-Rotavirus, tra l’altro co- sommistrabile in un’unica seduta vaccinale con gli altri vaccini del ciclo primario.La FIMP ritiene opportuno mantenere la protezione contro le gastroenteriti da Rotavirus, data la possibile presentazione clinica del COVID 19 con manifestazioni gastroenteriche».

In Italia il Rotavirus colpisce 1 bambino al minuto, 27.000 al mese, per un totale di oltre 400.000 casi ogni anno. Diversamente dalle normali gastroenteriti, 2 l’infezione da Rotavirus provoca diarrea, febbre, vomito e disidratazione che può diventare così grave da richiedere il ricovero in ospedale del bambino al fine di reintegrare i liquidi persi. Parlare con il proprio pediatra e sapere cosa fare per prevenire l’infezione da Rotavirus permette ai neogenitori di avere una preoccupazione in meno nei primi anni di vita del bambino! L’igiene e la pulizia – dice Vanessa Perone - non sono purtroppo sufficienti per evitare la gastroenterite da Rotavirus. Confrontandosi con noi pediatri, i genitori potranno capire l’importanza del vaccino come unica alternativa ad inutili sofferenze del proprio figlio». Una semplice somministrazione per bocca, che alleggerisce la vita familiare, offrendo una protezione importante contro il Rotavirus. Incluso nei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) e previsto dal Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale, il vaccino anti- Rotavirus è fortemente raccomandato ed è stato inserito nel Calendario Vaccinale dal Ministero della Salutein offerta attiva e gratuita a tutti i nuovi nati a partire dal 2018.

Il vaccino anti-Rotavirus è somministrato insieme ad altri vaccini monovalenti o combinati, in due o tre dosi a seconda dei casi, a partire dalla 6 a settimana di vita, rispettivamente entro la 24 a o la 32 a settimana. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha emanato nel 2009 una raccomandazione affinché la vaccinazione anti-RV venga inclusa nei programmi vaccinali di tutti i Paesi. Sulla stessa linea si sono pronunciate la European Society for Paediatric Infectious Disease (ESPID) e la European Society for Paediatric Gastroenterology, Haepatology and Nutrition (ESPGHAN) che raccomandano la vaccinazione a tutti i neonati sani in Europa (alto livello delle evidenze, beneficio netto, raccomandazione di grado 1A). In Italia tutte le Società Scientifiche interessate alla vaccinazione Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP), Società Italiana di Pediatria (SIP) e Società 3 Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SItI) hanno inserito la vaccinazione contro i RV in offerta attiva e gratuita nell’ ultimoaggiornamento del Calendario Vaccinale per la Vita (2016).

I principali Paesi europei (Austria, Belgio, Germania, UK, etc) hanno incluso la vaccinazione anti- rotavirus nei loro calendari offrendola a tutti i nuovi nati.

Il vaccino Rotarix Vaccino anti-rotavirus orale vivo attenuato, indicato per l’immunizzazione attiva dei neonati a partire dalla sesta settimana per prevenire la gastroenterite da infezione da rotavirus (GARV). Si tratta del primo vaccino anti-rotavirus orale approvato in Europa e in Italia e conferisce l’immunità simulando l’infezione naturale, senza però provocare la gastroenterite acuta. Il vaccino contiene il ceppo G1P8 del rotavirus ei risultati degli studi sull’efficacia dimostrano che essoconferisce una protezione significativa contro tutti i tipi di rotavirus più comuni.

Come si usa Si somministra per viaorale in due dosi entro i primi 6 mesi di vita. La prima dose può essere somministrata fin dall’età di 6 settimane ed è necessario un intervallo di almeno di 4 settimane tra una dose e l’altra. Il ciclodella vaccinazione dovrebbe essere effettuato preferibilmente entro la 16° settimana di età, ma in ogni caso deve essere completato entro le 24 settimane di età può essere somministrato insieme ad altre vaccinazioni, quali il vaccino esavalente e i vaccini pneumo e meningo-coniugati, poiché non interferisce con la risposta immunitaria di altri vaccini pediatrici.

Come agisce Il vaccino contiene piccole quantità di rotavirus. Il virus è vivo ma indebolito in modo da non provocare la malattia. Quando il vaccino è somministrato ad un bambino, il sistema immunitario riconosce il virus come un corpo estraneo e produce anticorpi per contrastarlo.

Efficacia Dopo il primo anno di vaccinazione i risultati degli studi clinici hanno dimostrato un’efficacia del 100% nella prevenzione delle ospedalizzazioni da qualsiasi tipo di rotavirus circolante e del 92% a distanza di due anni dalla vaccinazione. Sicurezza Gli eventi avversi più frequenti sono rappresentati da diarrea e irritabilità. I dati derivanti dagli studi di sicurezza indicano che i vaccini antirotavirus portano, in bambini predisposti, a un aumentato rischio di invaginazione intestinale, una grave condizione in cui parte dell’intestino scivola all’interno di un altro tratto intestinale, provocandone l’ostruzione (da 1 a 5 casi ogni 100.000 lattanti vaccinati) entro 7 giorni dalla vaccinazione. Pertanto nella settimana dopo la vaccinazione va posta attenzione alla comparsa di vomito a getto ripetuto che potrebbe far sospettare tale situazione che, se individuata precocemente, può essere risolta più semplicemente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie