Mercoledì 22 Settembre 2021 | 08:56

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

La musica è barocca al «Paisiello Festival»

La musica è barocca al «Paisiello Festival»
di DEBORA PICCOLO

TARANTO - Sarà l’Ensemble Duny, la formazione cameristica dedicata al periodo barocco, composta da Natalia Lucia Bonello al flauto, Claudia Di Lorenzo al clavicembalo e Leonardo Massa al violoncello barocco, ad aprire, il 4 settembre, nel chiostro Rossarol (ex Convento di San Francesco, ore 21), nel Borgo Antico di Taranto, il 13esimo «Giovanni Paisiello Festival».
La prestigiosa rassegna musicale dedicata al grande compositore tarantino è organizzata dagli Amici della Musica «Arcangelo Speranza» con il sostegno della Direzione dello spettacolo dal vivo del Ministero per i Beni e le Attività culturali, della Regione Puglia e del Comune di Taranto.

Il festival, membro di Amf-Apuliae Music Festival, la rete promossa da Puglia Sounds all’interno del programma della Regione Puglia per l’incentivazione del sistema musica, quest’anno, prevede nove appuntamenti, fino al 18 settembre. In programma, recital operistici, concerti, un set di danza contemporanea, il Premio «Giovanni Paisiello Festival» e altri eventi che coinvolgeranno gli appassionati della musica «colta».

Primo appuntamento, domenica, con il concerto inaugurale «Del sonar all’italiana» dell’Ensemble Duny. Nato fra Matera e Napoli, il gruppo trae il suo nome dal più importante compositore lucano, Egidio Romualdo Duni, che in pieno Settecento fece la sua fortuna a Parigi, tanto da francesizzare il suo nome sostituendo la «i» finale con la «y». Attraverso alcune tra le pagine più rappresentative del repertorio flautistico barocco, il programma prevede un confronto fra sonate di Francesco Barsanti (Lucca 1690), del compositore lucano Carlo Cecere (Grottole 1706), di Giovanni Platti (Venezia 1697) e di Giovanni Paisiello, di cui viene presentata in prima esecuzione assoluta la trascrizione per flauto traverso e basso continuo del Quartetto n. 1 op. 23, trascrizione effettuata a cura dello stesso Ensemble Duny.
Biglietto d’ingresso 10 euro (ridotto under 15, 5 euro). Diritto di prevendita: 1 euro.

Il festival proseguirà il 7 settembre con le Baroccherie Pugliesi, affascinanti arie tratte da opere di Paisiello, Nicola Fago, Tommaso Traetta, Leonardo Leo, Giacomo Tritto, Domenico Sarro, Niccolò Piccinni.
L’11 settembre, serata riservata al melodramma con l’assenazione del Premio Giovanni Paisiello Festival 2015 riservato a una personalità della cultura che abbia saputo valorizzare l’opera del compositore tarantino. Subito dopo, concerto dell’Orchestra da Camera del «Paisiello Festival» e il coro Choraliter.

Il 14 settembre, in piazzetta Monteoliveto e nei pressi della casa natale di Paisiello, performance di teatro-danza urbano a cura del coreografo Alberto Cacopardi, con accompagnamento dal vivo di Luca Basile (violino) e Nancy Barnaba (violoncello).
Chiusura in grande stile, il 18 settembre, con il recital del soprano pugliese Francesca Ruospo. A completare l’offerta del Festival, due convegni musicologici (11 e 18 settembre) e la presentazione di un progetto per il recupero e la valorizzazione della Casa di Paisiello (14 settembre).
Prevendite per tutti gli spettacoli in programma, a Taranto, presso: gli Amici della Musica in via Toscana 22/A (099.7303972); Basile Strumenti Musicali in via Matteotti 14 (099.4526853); Box Office in via Nitti 106/A (099.4540763).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie