Lunedì 01 Giugno 2020 | 08:40

NEWS DALLA SEZIONE

Arte
Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

 
Il caso
Ferrandina, non c'è pace per la bonifica del sito della ex Materit

Ferrandina, non c'è pace per la bonifica del sito della ex Materit

 
La decisione
Fase 2 a Matera, il Fai riapre casa Noha per la Festa della Repubblica

Fase 2 a Matera, il Fai riapre casa Noha per la Festa della Repubblica

 
Industria
Matera, la Fiera del Mobile? «Possiamo provarci noi»

Matera, la Fiera del Mobile? «Possiamo provarci noi»

 
tecnologia
veduta di Montescaglioso

Montescaglioso, dal Comune un «no» deciso alla sperimentazione 5G

 
Lavori pubblici
Matera, sicurezza stradale: nuovo intervento Anas sulla «Basentana»

Matera, sicurezza stradale: nuovo intervento Anas sulla «Basentana»

 
BASILICATA
Policoro, moria insolita di carpe. Colpevoli i fitofarmaci?

Policoro, moria insolita di carpe. Colpevoli i fitofarmaci?

 
dalla polizia
Matera, in auto con la marijuana: 25enne ai domiciliari

Matera, in auto con la marijuana: 25enne ai domiciliari

 
Settore balneare
Porto di Maratea

Policoro, la spiaggia sospesa: i lidi balneari lucani rinviano l'apertura

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barifase 2
Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

 
PotenzaVIOLENZA
Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

 
BrindisiFASE 2
Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

 
LecceIL DIBATTITO
Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

 
BatLA PROTESTA
Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

Barletta Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

 
Foggiaoperazione «Ares»
A San Severo mafia, droga e racket in 37 chiedono il rito abbreviato

San Severo, mafia, droga e racket: 37 chiedono rito abbreviato

 
MateraArte
Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

 

i più letti

Il monitoraggio Covid

Matera, vacanze ai tempi del Covid: tamponi veloci per i turisti

Per processare i test a disposizione tre macchinari disponibili a Matera ma non si esclude di noleggiarne altri

Matera, vacanze ai tempi del Covid: tamponi veloci per i turisti

MATERA - Oasi senza contagi, territori «Covid free». La prima regione a partire con una campagna marketing su un soggiorno «sicuro» è stata l’Umbria. La Basilicata, invece, sta ancora attendendo, ma a suo favore avrà un elemento in più, oltre la sicurezza sul fronte dei contagi: quello di sottoporre al tampone per il Covid i turisti che arriveranno per il loro soggiorno in terra lucana. L’idea lanciata dal capogruppo della Lega in Regione, Tommaso Coviello è diventata un impegno concreto a cui la Regione sta lavorando. La task force sull’emergenza coronavirus, infatti, sta mettendo a punto il piano sullo screening che riguarderà i turisti che sceglieranno la Basilicata per le loro vacanze.

Il progetto è molto semplice e parte dall’idea che chi viene in vacanza in una cittadina lucana è sottoposto al test sul Covid, la cui risposta sulla positività o meno arriverà in 40 minuti. Nel dettaglio, secondo il progetto della task force all’ingresso di ogni località turistica verranno realizzati dei punti di controllo (da definire ancora se ad essere sistemate saranno tende pre triage o mezzi con a bordo Unità Covid). In questi centri i turisti verranno fermati e sottoposti al tampone. I test verranno processati in 40 minuti e se negativi i vacanzieri potranno raggiungere gli alberghi per il soggiorno. Un lavoro capillare dunque. Un lavoro utile per evitare che eventuali positivi diffondano il virus. Questo anche se non sarà certo facile processare tanti tamponi in un giorno solo. Un dettaglio quest’ultimo che è proprio al centro del piano della task force che starebbe valutando, al momento, due schemi. La prima è quello di impiegare i 3 macchinari presenti nell’ospedale di Matera (uno utilizzato già durante l’emergenza ed altri due individuati recentemente tra gli apparecchi custoditi nei depositi) affiancando ad essi un macchinario da noleggiare oppure acquistare altri due macchinari da poter utilizzare. In entrambi i casi, però, l’idea è di processare non meno di 27 tamponi ogni 40 minuti. Numero che moltiplicato per nove ore di lavoro porta al 243 tamponi a macchinario. Numero che a sua volta moltiplicato per macchinari che riescono a processare anche 700 tamponi al giorno, consente di arrivare ad un numero giornaliero sostanzioso.

Insomma, una cifra congrua che consentirebbe di tenere sotto controllo l’eventuale diffusione del contagio e di far trascorre la stagione estiva senza eccessive preoccupazione. La decisione definitiva sullo schema sarà presa nei prossimi giorni, ma di certo ad essere stabilito è lo stanziamento finanziario: un milione di euro. Somma che, però, potrebbe variare in base al numero dei turisti che sceglieranno la Basilicata per le vacanze.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie