Giovedì 24 Settembre 2020 | 16:42

NEWS DALLA SEZIONE

L'omicidio dell'arbitro
Fidanzati uccisi a Lecce, in forse i funerali in piazza a Seclì

Fidanzati uccisi a Lecce, in forse i funerali in piazza a Seclì

 
la svolta
Lecce, duplice omicidio, sospettato in Procura: è un 37enne di Aradeo

Lecce, duplice omicidio, sentito sospettato: Procura smentisce
Autopsia: «Ferocia omicida su donna»

 
L'iniziativa
Lecce, «No Covid» a scuola in sicurezza : il video tutorial degli studenti

Lecce, «No Covid» a scuola in sicurezza : il video tutorial degli studenti

 
Criminalità
Lecce, duplice omicidio: in un video la fuga del killer

Lecce, duplice omicidio: in un video la fuga del killer. Si aspetta l'autopsia

 
Viaggi della speranza
Gallipoli, migranti pakistani si riparano su isola Sant'Andrea: c'è anche bimbo di 11 anni

Gallipoli, migranti pakistani si riparano su isola Sant'Andrea: c'è anche bimbo di 11 anni

 
duplice omicidio
Lecce, dopo accoltellamento muoiono un uomo e una donna: caccia al killer

Lecce, arbitro De Santis e compagna uccisi a coltellate: è caccia al killer
Testimone ha visto uomo in fuga

 
Il caso
Covid 19, il sindaco di Salice Salentino chiude il municipio per una sanificazione totale

Covid 19, il sindaco di Salice Salentino chiude il municipio per una sanificazione totale

 
la trovata
Galatina, al liceo Vallone sagome di grandi personaggi come distanziatori, la ministra Azzolina: «Idea geniale»

Galatina, al liceo Vallone sagome di grandi personaggi come distanziatori, la ministra Azzolina: «Idea geniale»

 
Asfalto insidioso
Schianto e poi scoppia rogo a Porto Cesareo: in coma un 27enne

Porto Cesareo, l'auto si schianta contro albero e prende fuoco: in coma un 27enne

 
maltrattamenti in famiglia
Copertino, pretende soldi dalla convivente: la picchia e minaccia di incendiarle l'auto

Copertino, pretende soldi dalla convivente: la picchia e minaccia di incendiarle l'auto

 
L'iniziativa
Ferrero sceglie Grotta della poesia e Alberobello per l'edizione limitata della collezione «Nutella»

Ferrero sceglie Roca (Melendugno) e Alberobello per l'edizione limitata della collezione «Nutella»

 

Il Biancorosso

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaOrdinanza
Covid Foggia, obbligo mascherina e chiusi domenica i centri commerciali

Covid Foggia, obbligo mascherina e chiusi domenica i centri commerciali

 
LecceL'omicidio dell'arbitro
Fidanzati uccisi a Lecce, in forse i funerali in piazza a Seclì

Fidanzati uccisi a Lecce, in forse i funerali in piazza a Seclì

 
BariIl processo
Pop Bari, al via maxu udienza anti Covid a Bitonto con centinaia di parti civili

Pop Bari, al via maxi udienza anti Covid a Bitonto con centinaia di parti civili: anche i commissari

 
NewsweekL'evento
Castellaneta, i segreti dei 100 anni di nonna Angela? Una vita in campagna

Castellaneta, i segreti dei 100 anni di nonna Angela? Una vita in campagna

 
PotenzaL'opera
Potenza, un team italo svizzero restaurerà il Ponte Musmeci

Potenza, un team italo svizzero restaurerà il Ponte Musmeci

 
Batpost voto
Trani, con il Bottaro bis ecco il nuovo consiglio comunale

Trani, con il Bottaro bis ecco il nuovo consiglio comunale

 
Brindisiil provvedimento
Ostuni, truffava commercianti e imprenditori: 49enne arrestato dalla Ps

Ostuni, truffava commercianti e imprenditori: 49enne arrestato dalla Ps

 

i più letti

IL CASO

Lecce, un'azienda salentina diffida la maison Christian Dior

Sono stati contestati alcuni capi che farebbero riferimento ad altre collezioni

Lecce, un'azienda salentina diffida la maison Christian Dior

foto Maurizio Belviso

LECCE - Un’azienda salentina diffida la maison Christian Dior per alcuni capi griffati, tra quelli apparsi nella sfilata di luglio in piazza Duomo di Lecce, che - secondo i responsabili dell’azienda salentina - sarebbero stati «copiati».

Potrebbe aprirsi una battaglia giudiziaria tra la società Ninaleuca con sede a Lecce e la multinazionale con uffici a Parigi e Milano. La Ninaleuca, attraverso l’avvocato Andrea Chiesa dello studio Benessia-Maccagno di Torino, ha formalmente diffidato il colosso a ritirare dalla propria collezione abiti che sarebbero stati già creati dalla società salentina tra il 2015 e il 2019.

La Ninaleuca, come spiega il legale, è proprietaria di un omonimo marchio di abbigliamento da donna ed è attiva da quasi un decennio reinventando il prodotto dei telai per farne abiti femminili e capi di maglieria con ricami eseguiti a mano. Partendo da un piccolo showroom nel centro storico leccese, l’impresa ha poi raggiunto il mercato internazionale, con prodotti presenti in oltre 150 negozi in circa 30 paesi del mondo e partecipando a importanti fiere di settore tra Milano, Parigi, New York e Los Angeles.

«Come ogni anno – illustra Chiesa – Ninaleuca ha presentato la nuova collezione SS21 ai diversi distributori e negozi nel mondo. È stato con sommo stupore, misto a vivissimo disappunto, che l’azienda ha constatato come - dice il legale - lo scorso 22 luglio Dior ha tenuto proprio a Lecce la sfilata di presentazione della collezione Cruise 2021, all’interno della quale è stato immediatamente percepito il pedissequo riferimento ai vari capi delle collezioni di Ninaleuca passate e presenti. Nei momenti immediatamente successivi alla presentazione – prosegue l’avvocato – Ninaleuca ha ricevuto numerose comunicazioni dai propri clienti».

La sfilata di luglio si svolse in Salento grazie all’impegno della direttrice artistica di Dior, la tricasina Maria Grazia Chiuri.
In questa vicenda il riferimento in particolare è all’utilizzo di un tessuto con disegno cosiddetto “corona”, già utilizzato nelle collezioni Ninaleuca, e alla presentazione di un tessuto a righe, per pantaloni, gonne e vestiti, che viene ritenuto identico.

«Due dei tessuti principali delle collezioni di Ninaleuca, così come la maglieria ricamata – aggiunge il legale – sono inequivocabilmente ripetuti. Peraltro il tessuto a righe è stato prodotto per Ninaleuca da una tessitura salentina e consegnato a Ninaleuca a ottobre 2019 e la stessa tessitura, successivamente, ha prodotto analogo tessuto per Christian Dior, come acclarato anche dai video diffusi dalla maison francese. Nel complesso la collezione presentata da Dior riprende esplicitamente la storia e l’idea delle collezioni Ninaleuca».

Da qui l’invito a porre rimedio eliminando dalla collezione i capi finiti nel mirino.

«Ninaleuca diffida Dior a eliminare al più presto dalla collezione Cruise 2021 tutti i riferimenti alla stessa – chiede l’avvocato Chiesa - annunciando l’intervenuta eliminazione con gli stessi mezzi e la stessa diffusione utilizzata per la comunicazione della collezione, invitando per il futuro – conclude l’avvocato – a soprassedere da ulteriori attività di imitazione dei capi e delle idee di Ninaleuca». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie