Martedì 11 Agosto 2020 | 11:26

NEWS DALLA SEZIONE

tragedia nel Salento
Marina di Alliste, 79enne muore in mare: corpo trovato dai bagnanti

Marina di Alliste, 79enne muore in mare: corpo trovato dai bagnanti

 
L'INCIDENTE
Leuca, fiamme dal motore della barca: 19enne ricoverato d'urgenza

Leuca, fiamme dal motore della barca: 19enne ricoverato d'urgenza

 
Festa patronale
Lecce, le statue dei Patroni in piazza duomo per i fedeli

Lecce, le statue dei Patroni in Piazza Duomo per i fedeli

 
L'INTERVISTA
La ricerca internazionale scommette nel Salento

La ricerca internazionale scommette nel Salento

 
SANITÀ
Copertino, cambio al vertice dell'ospedale che per primo ha vissuto il Covid

Copertino, cambio al vertice dell'ospedale che per primo ha vissuto il Covid

 
IL CASO

Lecce, un'azienda salentina diffida la maison Christian Dior

 
Ostaggi Selvaggi
«Pizzica, non solo zinghe e zanghe»

«Pizzica, non solo zinghe e zanghe»

 
contagio
Muro Leccese, tornano da vacanze in Grecia: 5 giovani positivi al Covid

Muro Leccese, tornano da vacanze in Grecia: 5 giovani positivi al Covid

 
indagini dei CC
Cavallino, aggrediscono un parente col bastone per questioni ereditarie: arrestati 70enne e 23enne

Cavallino, aggrediscono parente con bastone per questioni ereditarie: 2 arrestati

 
nel basso salento
Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

 
Il fatto
Ugento, colto da un improvviso malore si schianta contro le auto in sosta: muore 75enne

Ugento, colto da improvviso malore si schianta contro le auto in sosta: muore 75enne

 

Il Biancorosso

LEGA PRO
Vivarini attende, Scala in bilico. Avanza Auteri: altre novità in vista

Vivarini attende, Scala in bilico. Avanza Auteri: altre novità in vista

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccetragedia nel Salento
Marina di Alliste, 79enne muore in mare: corpo trovato dai bagnanti

Marina di Alliste, 79enne muore in mare: corpo trovato dai bagnanti

 
PotenzaPOLITICA
Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

 
Tarantonel Tarantino
«Combustioni Sonore»: a Manduria la musica non si ferma

«Combustioni Sonore»: a Manduria la musica non si ferma

 
FoggiaRIQUALIFICAZIONE
San Severo, immobili confiscati alle cosche mafiose destinati al Comune

San Severo, immobili confiscati alle cosche mafiose destinati al Comune

 
BatINQUINAMENTO
Legambiente: canale H a Barletta inquinamento da bollino rosso

Legambiente: mare da bollino rosso a Barletta nei pressi del canale H

 
BariLA TRAGEDIA
Ruvo, malore fatale in spiaggia per un 82enne

Specchiarica, malore fatale in spiaggia per un 82enne di Ruvo di Puglia

 
MateraCovid 19
Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

 

i più letti

Il Caso

Racale, il giallo del piccolo Mauro, c’è un secondo uomo

Individuato chi avrebbe tenuto in custodia il piccolo la notte dopo il rapimento

Racale, il giallo di Mauro, c’è un secondo uomo

Racale -Un’altra misteriosa figura fa capolino nell’inchiesta sulla scomparsa di Mauro Romano, il bimbo di 6 anni originario di Racale di cui si sono perse le tracce dal pomeriggio del 21 giugno del 1977.

Secondo alcune indiscrezioni, la Procura avrebbe individuato colui che sembra abbia tenuto in custodia il piccolo la notte del rapimento. Si tratterebbe di una persona ormai anziana, sempre di Taviano, che conosceva molto bene gli spostamenti dei Romano. Non a caso, infatti, il rapimento è avvenuto proprio il giorno in cui i genitori del bambino erano in Campania, in provincia di Salerno, per un funerale e avevano lasciato il figlio ai nonni, in località Castelforte. E il piccolo sarebbe stato nascosto proprio lì, a Castelforte, in una zona particolarmente isolata: lo proverebbe il ritrovamento un tampone intriso di sostanza narcotizzante che all’epoca venne ritrovato, ma che ormai è andato distrutto. Intanto, colui che è ritenuto l’autore del rapimento, persona da sempre molto vicina alla famiglia di Mauro, è stato formalmente iscritto nel registro degli indagati con l’ipotesi di sequestro di persona. Pare che una sua convocazione in Procura per essere interrogato sia ormai imminente.

Qualora l’uomo dovesse decidere di collaborare con la magistratura, le sue dichiarazioni potrebbero essere determinanti per fare luce su cosa sia realmente accaduto. In base a quanto emerso, l’indagato è stato da sempre vicino alla famiglia Romano, anche nel periodo successivo al rapimento. In base alle testimonianze raccolte dal pm Stefania Mininni, il bambino lo avrebbe chiamato confidenzialmente zio, prima di salire sul suo Apecar ed essere portato via dai suoi cari.
Intanto sembra avvalorarsi sempre di più l’ipotesi che Mauro non sia stato ucciso bensì venduto ad una famiglia facoltosa, probabilmente del Nord Italia, desiderosa di avere un figlio. Le indagini sono arrivate ad un punto cruciale, e vista la delicatezza dell’inchiesta non trapelano ulteriori informazioni a tal proposito. L’unica indiscrezione è che la pista della vendita sarebbe avvalorata dall’esistenza di alcuni documenti, non meglio specificati, che sono ora al vaglio del magistrato.

«So che la Procura sta lavorando alacremente e in modo egregio per scoprire la verità su Mauro - dichiara l’avvocato Antonio La Scala, legale di fiducia della famiglia Romano - ma non posso fare alcun tipo di considerazione poichè non sono a conoscenza degli sviluppi dell’inchiesta».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie