Giovedì 21 Febbraio 2019 | 09:05

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

 
Nel mirino della criminalità
Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

 
Componente di una banda
Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

 
In via Milizia
Scritte su sede Movimente 5 Stelle a Lecce, si segue pista anarchica

Scritte su sede Movimento 5 Stelle a Lecce, si segue pista anarchica

 
Nel Leccese
Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

 
Nel Leccese
Galatone, droga nel circolo privato frequentato da pregiudicati: provvedimenti dei cc

Galatone, droga nel circolo privato frequentato da pregiudicati: provvedimenti dei cc

 
Verso il voto
Lecce, Salvemini strart: «Non permetteremo un ritorno al passato»

Lecce, Salvemini riparte: «Non permetteremo un ritorno al passato»

 
Nel Leccese
Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

 
Sud Salento
L'accendino era in realtà un contenitore porta-droga: 8 segnalazioni nel Leccese

L'accendino era in realtà un contenitore porta-droga: 8 segnalazioni nel Leccese

 
A Lecce
Minore senza biglietto, autista non lo fa salire sul bus: denunciato

Minore senza biglietto, autista non lo fa salire sul bus: denunciato

 
La storia
Gallipoli, nigeriano sventa rapina in supermercato: titolare lo assume

Gallipoli, nigeriano sventa rapina in supermercato: titolare lo assume

 

NEWS DALLE PROVINCE

Materail Truffatore è barese
Si fa dare 3 Rolex da negoziante fingendo di essere figlio di un amico: arrestato a Matera

«Mio padre è tuo amico», si fa dare 3 Rolex da rivenditore: arrestato a Matera

 
LecceIl caso
Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

 
HomeLa decisione
Basilicata, Pittella fa marcia indietro: Trerotola è nuovo candidato centro sinistra

Elezioni in Basilicata, Pittella fa marcia indietro: al suo posto un farmacista

 
HomeDurante il comizio
Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

 
BatIl caso
Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

 
TarantoDecide il giudice del lavoro
Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

 
BrindisiIl caso
Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

 
FoggiaGuerra fra clan
Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

 

L'appello

L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

«Non si spenga la voce della nostra comunità»

il vescovo Michele Seccia

Vescovo Michele Seccia

LECCE - «Perchè la nostra Gazzetta del Mezzogiorno continui a svolgere la sua nobile funzione di informare la nostra comunità, come ha fatto per oltre 131 anni. Che non manchi l’impegno di chi può e deve promuovere questa voce della comunità». È la dedica-appello scritta e autografata da monsignor Michele Seccia su una sua gigantografia donata, ieri, ai giornalisti della redazione di Lecce che hanno partecipato alla celebrazione della festività di San Francesco di Sales, patrono della categoria, nella chiesa madre di Merine. Il cartoncino è stato firmato anche da tutti i giornalisti presenti, un simbolo di un grande abbraccio. «Sua Eccellenza monsignor Seccia e tutti i giornalisti presenti sono vicini alla Gazzetta del Mezzogiorno e ai suoi dipendenti» è l’incipit della dedica.

Da subito, nei mesi scorsi, l’arcivescovo ha dimostrato vicinanza ai lavoratori della Gazzetta del Mezzogiorno impegnati in una vertenza molto difficile e complessa, dopo la confisca della Edisud spa disposta dal Tribunale di Catania nell’ambito di un procedimento della Procura siciliana, il 24 settembre scorso. Un provvedimento che ha amplificato le difficoltà di una situazione finanziaria ed economica già difficile.
Enti pubblici, istituzioni, soggetti privati e tanti, tantissimi cittadini hanno espresso vicinanza e solidarietà ai lavoratori, e continuano a farlo.

Monsignor Seccia aveva voluto portare personalmente gli auguri ed un messaggio di speranza alla redazione di Lecce, alla vigilia di Natale. E ieri ha rinnovato il richiamo ad un impegno per risollevare le sorti della testata a «chi può e deve promuovere questa voce della comunità». Un sollecito molto partecipato, da parte della massima espressione della Curia, e soprattutto inedito, perchè racchiude, oltre alla vicinanza spirituale, anche un invito alla concretezza, rivolto al bene delle famiglie e del territorio. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400