Domenica 02 Ottobre 2022 | 11:35

In Puglia e Basilicata

Accadde oggi

La resa dei tedeschi: Parigi è libera

La resa dei tedeschi: Parigi è libera

La capitale era occupata da quattro anni

27 Agosto 2022

Annabella De Robertis

Parigi è libera: finalmente «La Gazzetta del Mezzogiorno» del 27 agosto 1944 può annunciarlo senza timori. «La Resistenza è cessata a Parigi ieri allorché il comandante tedesco della città si è arreso. Con la scorta di unità militare alleata egli ha fatto un giro per la città dando ordine ai caposaldi di cessare il fuoco. I ponti sulla Senna sono intatti e truppe alleate hanno incominciato oggi a procedere verso nord e nord-est, dove si ritiene vi sarà ancora una disperata resistenza dei tedeschi per alcuni giorni», scrive il corrispondente da Londra.

​​Occupata da quattro anni, Parigi attendeva con impazienza l’ora della sua liberazione. Tutto è cominciato con lo sbarco alleato in Normandia del 6 giugno 1944: da ogni parte del Paese si sono mobilitati combattenti della Resistenza e sono iniziati gli scioperi.

A capo del Comitato francese di liberazione nazionale c’è il generale Charles De Gaulle, fondatore del movimento clandestino «France libre» e capo del governo provvisorio.

A partire dal 19 agosto Parigi è insorta contro il nemico nazista. Le barricate vengono erette frettolosamente. Uomini, donne, bambini partecipano all’impresa: è l’impegno spontaneo degli abitanti a fare la differenza.

​​Il Comando alleato decide di far intervenire la 2ª Divisione corazzata francese agli ordini del Generale Leclerc, supportata dalla 4ª Divisione di fanteria statunitense del Maggior Generale Burton. Il 25 agosto le forze francesi e americane sono calorosamente accolte dai parigini. Il comandante tedesco della piazza di Parigi, von Choltitz, è catturato e trattenuto presso l’Hotel Meurice: poche ore dopo ordina la resa alle sue truppe. Il generale De Gaulle, che ha guidato la resistenza parigina, pronuncia all’Hotel de Ville un memorabile discorso: ​​«Paris! Paris outragé! Paris brisé! Paris martyrisé! mais Paris libéré! libéré par lui-même, libéré par son peuple avec le concours des armées de la France».

Con la liberazione della capitale, aggiunge il futuro presidente della Repubblica francese, vi è il riscatto della nazione intera!

«In un discorso tenuto a Radio Parigi ieri sera, il generale De Gaulle ha detto che i soldati francesi non si arresteranno fino a quando non saranno entrati da conquistatori in Germania. Un’accoglienza entusiastica è stata tributata al Generale», si legge sulla «Gazzetta».

Il 26 agosto, circondato dalla folla festante, de Gaulle depone una corona di fiori sulla tomba del milite ignoto all’Arc de Triomphe e guida la storica sfilata trionfale sugli Champs-Élysées.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725