Lunedì 10 Maggio 2021 | 04:52

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervento
Ciclovie, idrogeno e infrastrutture green così prende forma il «modello Puglia»

Ciclovie, idrogeno e infrastrutture green così prende forma il «modello Puglia»

 
Mobilità verde
Dalle bici ai bus, ecco gli obiettivi fissati dal Pnrr

Dalle bici ai bus, ecco gli obiettivi fissati dal Pnrr

 
L'intervista
Maldarizzi:

Maldarizzi: «Il passaggio all’auto elettrica? Oggi è una rivoluzione per ricchi»

 
Il dibattito
«Sull'ergastolo è urgente un intervento legislativo»

«Sull'ergastolo è urgente un intervento legislativo»

 
Il punto
Il COPASIR e la democrazia costituzionale

Il COPASIR e la democrazia costituzionale

 
L'approfondimento
Giovani pugliesi e startup nella nuova puntata di «The Master Class»

Giovani pugliesi e startup nella nuova puntata di «The Master Class»

 
L'analisi
Una proposta operativa per il «debito buono»

Una proposta operativa per il «debito buono»

 
Il parere
Consorzi stabili e sostituibilità per l’esecuzione del contratto in caso di perdita dei requisiti

Consorzi stabili e sostituibilità per l’esecuzione del contratto in caso di perdita dei requisiti

 
Il parere
Le nuove frontiere della finanza sostenibile

Le nuove frontiere della finanza sostenibile

 
Il commento
Clarizia: «Non si sacrifichi sull’altare della velocità la vigilanza sugli investimenti del Pnrr»

Clarizia: «Non si sacrifichi sull’altare della velocità la vigilanza sugli investimenti del Pnrr»

 
L'analisi
Giustizia, D'Ambrosio: «Servono interventi per rendere armonico l’intero sistema»

Giustizia, D'Ambrosio: «Servono interventi per rendere armonico l’intero sistema»

 

Il Biancorosso

Calcio
Play-off serie B: l'esordio del Bari al San Nicola contro il Foggia

Play-off serie B: l'esordio del Bari al San Nicola contro il Foggia

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaTragedia
Foggia, furgone si ribalta in via Cerignola: morto il conducente

Foggia, furgone si ribalta in via Cerignola: morto il conducente, 4 braccianti feriti

 
LecceLa tragedia
Lecce, bici contro moto, muore ciclista 72enne. Motociclista positivo a test alcol e droga

Lecce, bici contro moto, muore ciclista 72enne. Motociclista positivo a test alcol e droga

 
TarantoIl futuro della città
Troppi morti a Taranto, Melucci scrive al governo

Troppi morti a Taranto, Melucci scrive al governo

 
BatFesta dell'Europa
«L'Erasmus? Un sogno da vivere», la storia di uno studente di Barletta

«L'Erasmus? Un sogno da vivere», la storia di uno studente di Barletta

 
BrindisiNel Brindisino
Ostuni, cancellato il tratturo di accesso alla spiaggia, a Monticelli consorziati sul piede di guerra

Ostuni, cancellato il tratturo di accesso alla spiaggia, a Monticelli consorziati sul piede di guerra

 
MateraVaccini
Matera, il bilancio di AstraNight: solo 250 dosi somministrate, ce n'erano 750

Matera, il bilancio di AstraNight: solo 250 dosi somministrate, ce n'erano 750

 

i più letti

Il caso

Ex Ilva, per i Giudici di Palazzo Spada si deve continuare l'attività produttiva

La vicenda coinvolge tematiche di grande rilievo e principi anche costituzionali dal difficile bilanciamento: la tutela del diritto alla salute e le attività industriali che sollecitano molteplici interessi economici

Ilva, nel piano Mittal Marcegagliaspuntano oltre 2400 esuberi

Dopo l'incendio divampato nella colata continua 2 di Acciaieria 2 dello stabilimento ArcelorMittal di Taranto, avvenuto lo scorso sabato 3 aprile, senza provocare feriti tra gli operai presenti sulla linea, si fa ancora più attuale la condizione d'emergenza in cui versa lo stabilimento siderurgico tarantino. Se ne discute nell'appuntamento quotidiano della rubrica giuridico-economica della Gazzetta del Mezzogiorno, La Bilancia e il Bilancio.

Il Consiglio di Stato, all'esito della camera di consiglio dell'11 marzo 2021, con ordinanza n. 1275/2021, ha disposto la sospensione della sentenza del TAR Lecce n. 249/2021, statuendo che lo stabilimento siderurgico non dovrà spegnere gli impianti dell'area a caldo così come indicato dall'ordinanza del Sindaco di Taranto.

Dal confronto tra i contrapposti interessi tra le parti sui cui si riversa la vicenda giudiziaria, sono emersi come attuali e prevalenti diversi profili di danno che deriverebbero agli impianti in caso di spegnimento dell’area a caldo e “probabilmente irreversibili” in tempi così brevi e senza seguire le necessarie procedure di fermata in sicurezza. Il caso era stato sollevato dal Sindaco mediante l’ordinanza n. 15 del 27 febbraio 2020, con la quale, al fine di porre rimedio ad una situazione di grave rischio sanitario per la popolazione, aveva ordinato di individuare gli impianti interessati dai fenomeni emissivi e di eliminare le relative anomalie. Invero, dura è stata la presa di posizione del primo cittadino tarantino che, proteso a perseguire la sospensione dell’attività siderurgica, aveva segnalato diversi episodi di emissioni odorigene dovute ad alcune criticità del sistema di polverizzazione del camino E312.

L’ordinanza sindacale impugnata specificava che “tali emissioni, percepite in città hanno provocato un forte odore diffuso in particolare nei quartieri Tamburi, Borgo città vecchia”, nonché: “…le attuali e persistenti criticità di carattere emissivo, non escludono possibili conseguenze di natura sanitaria e producono sempre più insistentemente situazioni di estremo disagio sociale, oltre che diffusa preoccupazione ed esasperazione della popolazione che vede minacciata la propria salute specie delle fasce più deboli”.

Ciononostante, tali evidenze sono state contraddette dalla multinazionale franco- inglese ArcelorMittal, secondo la quale tali eventi emissivi erano riconducibili ad una problematica diversa, concernenti un malfunzionamento del mezzo adibito alla bagnatura/filmatura che l’impresa non aveva provveduto a gestire. Alla base dell'ordinanza vi erano gli esiti derivanti dall’attività di studio e monitoraggio nell’area tarantina che hanno evidenziato il diretto rapporto causale tra gli inquinanti rame, mercurio e naftalene, sussumibili per inalazione, con numerose patologie oncologiche.

Il focus della vicenda oggetto di giudizio coinvolge tematiche di grande rilievo e principi anche costituzionali dal difficile bilanciamento: la tutela del diritto alla salute e le attività industriali che sollecitano molteplici interessi economici. Dunque, l'ultima parola spetterà al Consiglio di Stato che nella prossima udienza di trattazione del merito, fissata per il 13 maggio 2021, certamente dovrà definire il delicato rapporto tra i diritti apparentemente antagonisti nella fattispecie de qua

CLICCA QUI PER SCARICARE L'ORDINANZA

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie