Sabato 14 Dicembre 2019 | 03:00

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

Dopo la vittoria

Bari, Vivarini ha i piedi per terra: «Tutto bene, ma si può fare di più»

Bari, Vivarini ha i piedi per terra: «Tutto bene, ma si può fare di più»

L'allenatore non nasconde l'entusiasmo per il 4-0 alla Cavese, ma la sua è un'analisi obiettiva e serena

È onesto nell’analisi, soddisfatto del risultato, ma ancora più determinato a far evolvere il suo Bari. La cura Vivarini ha portato in dote sette punti in tre gare ed una classifica decisamente più soddisfacente rispetto a prima del suo avvento. Eppure, il tecnico abruzzese non smarrisce il suo mantra: lavorare, correggere gli errori, crescere nella mentalità. La premessa con cui apre il pensiero dopo il poker calato sulla Cavese è già eloquente.
«È stata la classica gara in cui tutto è girato bene», attacca il trainer nato ad Ari. «Sicuramente siamo stati anche noi ad incanalare per il verso giusto gli eventi. La linea di continuità rispetto a quello che chiedo ed alla fase migliore della partita di domenica scorsa a Picerno è data dall’aggressività, dalla reattività nel recupero palla, dalla squadra che riesce a mantenersi corta e a rispettare le distanze. Ma c’è ancora tantissimo su cui insistere e progredire. Vedo ancora qualche titubanza in qualche situazione: non va bene, perché dobbiamo avere il coraggio di andare sempre a prendere l’avversario, di non aspettare. E poi anche in fase di possesso palla, le scelte devono essere più veloci e convinte: occorre forzare le giocate con la sicurezza di portarle a buon fine, saper fare la scelta giusta. Diciamo che nel complesso sono contento della disponibilità al lavoro mostrata dai ragazzi, ma la strada per arrivare a vedere il miglior Bari è lunga».

Ha un sussulto, l’allenatore biancorosso quando l’attenzione si sposta sulla scarsa opposizione della Cavese. «Meglio chiarire subito un concetto: in questa categoria nessuno regala nulla», le parole di Vivarini. «Se pensiamo che il Bari debba battere la Cavese pesando il differente blasone delle due squadre non abbiamo capito niente. Con il nostro nome non vinciamo le partite. Ogni avversario merita il massimo rispetto: la Cavese stessa ha uomini e qualità per mettere in difficoltà qualsiasi compagine». Il discorso scivola sui singoli: impossibile non soffermarsi sulla notevole prestazione di Filippo Costa che sembra trasformato dopo il ribaltone in panchina. «L’ho sempre voluto con me: è il laterale ideale quando si imposta un 3-5-2», svela Vivarini. «Non parlo di che cosa sia successo prima, ma gli ho fatto vedere le sue prestazioni dicendogli che quello non era lui. Ha corsa, percussione, resistenza: in questa categoria deve essere un valore. Eppure, vale per lui il discorso generale: i margini di crescita sono notevoli e ancora non vedo l’opportuna continuità di aggressione sui 90’». Sorride, il mister biancorosso, sul gol fortunoso di Sabbione: una prodezza o un colpo di fortuna? «La rete di Alessio è un po’ lo specchio di quando imbrocchi la giornata giusta», conclude Vivarini. «Ma è pur vero che devi metterci del tuo. E allora, è giusto analizzare il positivo di quel gol: mi è piaciuto il modo in cui Sabbione ha attaccato quella palla. Lo ha fatto con grinta, con rabbia, nonostante fossimo sul 3-0. Questo deve essere lo spirito, il furore da mettere nelle gare. Poi vedremo come evolvere anche sul piano tattico per valorizzare il nostro patrimonio offensivo. Il 3-5-2 ci sta dando sicurezza, ma stiamo lavorando pure sul 4-3-1-2 per utilizzare la tecnica di gente come Floriano che può darci un bel contributo»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Bari a caccia di nuovi gol, dal cilindro spunta Lanini

Bari a caccia di nuovi gol, dal cilindro spunta Lanini

 
Bari, parla difensore Berra: «Per Natale puntiamo al secondo posto»

Bari, parla difensore Berra: «Per Natale puntiamo al se...

 
Il Bari senza Di Cesare è una prova di maturità

Il Bari senza Di Cesare è una prova di maturità

 
Bari grande contro le grandi, imbattuto negli scontri diretti

Bari grande contro le grandi, imbattuto negli scontri d...

 
Il Bari aggancia il Potenza: la partita giocata in casa finisce 2-1

Il Bari aggancia il Potenza: il match finisce 2-1. Rive...

 
Bari, Vivarini: «Con il Potenza sarà una grande gara»

Bari, Vivarini: «Con il Potenza sarà una grande gara»

 
Bari calcio, Strambelli: «La quadratura è raggiunta»

Bari calcio, Strambelli: «La quadratura è raggiunta»

 
«Bari blindato e spietato». Perrotta promette ruggiti

«Bari blindato e spietato». Perrotta promette ruggiti