Martedì 22 Gennaio 2019 | 13:05

NEWS DALLA SEZIONE

Truffa aggravata
Barletta: chiedeva soldi per riviste del corpo, arrestato falso finanziere

Barletta: chiedeva soldi per riviste del corpo, arrestato falso finanziere

 
Operazione dei Cc
Brindisi, spacciava davanti a scuola media: arrestato 27enne

Brindisi, spacciava davanti a scuola media: arrestato 27enne

 
Elezioni
Regionali, Basilicata al voto il 23 marzo: firmato il decreto

Regionali, Basilicata al voto il 24 marzo: firmato il decreto

 
Il Tribunale
Fallimento Fc Bari: il concordato di Giancaspro serviva solo a perdere tempo

Fallimento Fc Bari: il concordato di Giancaspro serviva solo a perdere tempo

 
Duello Landini-Colla
La Cgil riparte da Bari, via al congresso per il dopo Camusso

La Cgil riparte da Bari, via al congresso per il dopo Camusso

 
Gli sprechi
Nuova sede Regione, chiusa indagine Gdf su plafoniere d'oro: danno da 600mla euro

Nuova sede Regione, chiusa indagine Gdf su plafoniere d'oro: danno da 600mila€

 
L'inchiesta di Lecce
Mazzette ai magistrati di Trani, imprenditore non risponde. Avvocatessa: estranea ai fatti

Mazzette ai magistrati di Trani, imprenditore non risponde. Avvocatessa: estranea ai fatti

 
La decisione
Regionali, centrosinistra ai gazebo il 24 febbraio per il candidato presidente

Regionali, centrosinistra ai gazebo il 24 febbraio per il candidato presidente

 
Dl semplificazioni
Xylella, il Governo: chi non abbatte gli alberi ammalati rischia il carcere

Xylella, il Governo: chi non abbatte gli alberi ammalati rischia il carcere

 
Il concorso di idee
Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni

Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni
Sisto (FI): bufala storica

 

della Coldiretti puglia

Sit-in a difesa grano
italiano nel porto di Bari

BARI - «Il grano italiano rischia di scomparire": è il grido di allarme lanciato da Coldiretti Puglia durante la manifestazione di protesta tenuta oggi nel porto di Bari per difendere il Made in Italy dagli ingenti quantitativi di prodotto straniero importato - ha sottolineato l’associazione agricola - da Canada, Turchia, Argentina, Liberia, Singapore, Hong Kong, Marocco, Olanda, Antigua, Sierra Leone, Cipro e spesso triangolato da porti inglesi, francesi, da Malta e da Gibilterra.


«Ogni anno - ha spiegato il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele - riprende la solita routine speculativa dove il grano duro subisce contrazioni di prezzo talvolta inspiegabili visto che il mercato comunitario quota in maniera superiore a parità di caratteristiche. Noi siamo sempre ai limiti del costo di produzione. Così oggi, in occasione della nostra manifestazione, abbiamo chiesto al Direttore dell’Agenzia delle Dogane controlli capillari e più frequenti per garantire sicurezza e igiene degli alimenti».

«Quello che ulteriormente sconcerta è - ha aggiunto il Direttore di Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti - l’allargamento della forbice tra prezzi corrisposti alla produzione e quelli fissati al consumo, tant'è che oggi il differenziale tra grano duro e pasta è di circa 400%, grano tenero e pane intorno al 1.000%». La Coldiretti per ridurre progressivamente la dipendenza dall’estero, qualificare pane e pasta italiani con l’indicazione obbligatoria in etichetta dell’origine del grano e per cercare di contenere la volatilità dei prezzi ha così deciso di proporre un progetto innovativo, di filiera, governato direttamente dal produttore, attraverso le aggregazioni di prodotto (Cap-Coop). Un esempio concreto è l’accordo siglato da Coldiretti e il pastificio Divella, una delle più grandi realtà dell’industria pastaia italiana, a Milano in occasione dell’ultima settimana di Coldiretti Puglia ad Expo 2015. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rossini

    10 Febbraio 2016 - 09:09

    Il grano arriva da tutte le parti del mondo. Persino da Hong Kong che, com'è noto, non ha enormi distese di terreno dedicate alla sua coltivazione. Che dire, se non che gli agricoltori pugliesi ringraziano devotamente il PD, il Governo di Renzi e la Regione di Emiliano. E, memori, manifesteranno la loro gratitudine alle prossime elezioni?

    Rispondi