Martedì 01 Dicembre 2020 | 00:28

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Mafia, strage di San Marco in Lamis: basista condannato all'ergastolo

Mafia, strage di San Marco in Lamis: basista condannato all'ergastolo. La vedova: «Finalmente aria pulita»

 
Il meeting
Vaccino Covid 19, Emiliano incontra la società Pfizer

Covid 19, Emiliano incontra la società Pfizer: «Da metà gennaio in Puglia arrivano i vaccini»

 
Il caso
Covid 19 e scuola in Puglia, verso proroga ordinanza su didattica a distanza

Covid 19 e scuola in Puglia, verso proroga ordinanza su didattica a distanza. Cisl: «Tamponi in aula»

 
Il gasdotto
Tap, sindaco di Lecce: «Bene governo come unico interlocutore dei territori»

Tap, sindaco di Lecce: «Bene governo come unico interlocutore dei territori»

 
Il bollettino nazionale
Coronavirus Italia, 16.377 nuovi casi e 672 morti nelle ultime 24 ore

Coronavirus Italia, 16.377 nuovi casi e 672 morti nelle ultime 24 ore

 
buona notizia
Alberobello, spento focolaio Covid in casa di riposo: tutti negativi gli anziani ospiti

Alberobello, spento focolaio Covid in casa di riposo: tutti negativi gli anziani ospiti

 
dati regionali
Covid in Puglia, torna a salire curva contagi (+1101) su 4mila tamponi: altri 30 decessi. Medici preoccupati: «Dati in controtendenza rispetto ai nazionali»

Covid in Puglia, torna a salire curva contagi (+1101) su 4mila test: 30 morti. Medici: «Dati in controtendenza rispetto ai nazionali»

 
dopo il voto
Regione Puglia, Emiliano incontra consiglieri M5s: Laricchia assente

Regione Puglia, Emiliano incontra consiglieri M5s: Laricchia assente. In settimana il voto

 
La nomina
Tumori al seno, premiati 4 medici tra i più empatici per le pazienti: tra loro un barese

Tumori al seno, premiati 4 medici tra i più empatici per le pazienti: tra loro un barese

 
Tecnologia
Puglia, arriva l'app Resettami: per la gestione dei buoni spesa del dl Ristori

Puglia, arriva l'app Resettami: per la gestione dei buoni spesa del dl Ristori

 
golf
Castellana, Laporta insegue la storica «buca»: «Voglio essere uno dei due italiani a conquistare il pass per Tokyo»

Castellana, Laporta: «Voglio essere uno dei due italiani a conquistare il pass per Tokyo»

 

Il Biancorosso

L'ultimo saluto
Bari, addio a Michele Giura: ex ad del Bari e revisore dei conti della Figc

Bari, addio a Michele Giura: ex ad del Bari e revisore dei conti della Figc

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLa classifica
Qualità della vita in Italia, Potenza è 41esima: il plauso di Salvini

Qualità della vita in Italia, Potenza è 41esima: il plauso di Salvini

 
Bari5° edizione
Bari, domani l'ultimo panel del Forum delle giornaliste del Mediterraneo

Bari, domani l'ultimo panel del Forum delle giornaliste del Mediterraneo

 
FoggiaLa novità
Foggia, al Riuniti un team multidisciplinare per trattamento degli aneurismi cerebrali

Foggia, al Riuniti un team multidisciplinare per trattamento degli aneurismi cerebrali

 
LecceIl ritrovamento
Salento, è stata ritrovata l'asinella Grisonda rubata qualche giorno fa

Salento, è stata ritrovata l'asinella Grisonda rubata qualche giorno fa

 
Tarantoil commento
Covid 19, il sindaco di Taranto: «Restrizioni efficaci, no al liberi tutti»

Covid 19, il sindaco di Taranto: «Restrizioni efficaci, no al liberi tutti»

 
BrindisiIl caso
Brindisi, porto e terminale gas: lettera a Conte e ai ministri

Brindisi, porto e terminale gas: lettera a Conte e ai ministri

 
Materasanità
Matera, sindacati si schierano in difesa dell'soedale

Matera, sindacati si schierano in difesa dell'ospedale. Regione: «Sì a tavolo permanente»

 
BatL'episodio
Barletta chiusura cimitero, insulti e minacce al sindaco: solidarietà a Cannito

Barletta chiusura cimitero, insulti e minacce al sindaco: solidarietà a Cannito

 

i più letti

Coronavirus

Quando tutto sarà finito: ritratto del sindaco di Cellamare sfinito dopo una giornata da soccorritore

Mascherine, cori dai balconi e conta dei morti. E le foto degli eroi

Quando tutto sarà finito: ritratto del sindaco di Cellamare sfinito dopo una giornata da soccorritore

Quando tutto sarà finito... Chissà quante volte lo abbiamo ripetuto o lo abbiamo ascoltato. Chissà quante volte abbiamo anche letto queste parole sfogliando di nascosto le pagine dei diari dei nostri figli che tra una dad ed una stiratina, in questi giorni difficili hanno (finalmente) ritrovato il piacere di annotare i loro pensieri su un pezzo di carta.
Che cosa farò io, però, è poco importante. Il mio disagio non è niente in confronto al dolore vero che stanno vivendo altri. Penso a quelli che hanno perso i loro cari, a coloro che non hanno neanche avuto la possibilità di salutare per l’ultima volta un parente, un amico, un genitore, un nonno.

Certo, quando tutto sarà finito saremo profondamente cambiati. E non solo perché molti, spinti verso le soglie di povertà, si vedranno costretti a concentrarsi sull’essenziale. Probabilmente ne usciremo migliorati almeno per un po’ («Ai posteri l'ardua sentenza») perché l’uomo, è risaputo, per vivere ha anche bisogno di dimenticare: un’eccessiva memoria, con i suoi dolorosi ricordi, con i suoi rimpianti e con i suoi rancori, non è una buona compagna.
Riflettiamo: la nostra generazione è stata la prima nella storia del Pianeta Terra a vivere senza guerra, almeno in Europa. Nati senza conoscere la minaccia, non ci siamo mai dovuti preoccupare.
Negli Usa questo «trauma» è arrivato in quel ferale 11 settembre. Qui qualcosa si è spezzato adesso.
La Covid passerà. L’incertezza e la paura, resteranno. Anche perché il virus, nessuno può negarlo, potrebbe tornare diverso a ogni inverno. Ciò che oggi è emergenza, diventerà la norma? Chi lo sa…

Un abbraccio, un bacio, una chiacchierata seduti al tavolino di un bar, non saranno più la stessa cosa di prima.
Sì, è vero. Il cervello per sua natura modifica e cancella i ricordi peggiori ma difficilmente potrò e potremo dimenticare le immagini del corteo di mezzi militari con le bare dei bergamaschi morti per il coronavirus che lascia la città. Non dimenticherò neanche facilmente i cori dai balconi, le attese per la lettura dei nuovi Dpcm in Tv, gli appelli a indossare la mascherina e mantenere la distanza di sicurezza, la foto di Gianluca Vurchio, sindaco di Cellamare, ma anche soccorritore del 118. La sua è una foto emblematica, seduto davanti al portellone di un’ambulanza, bardato e «sfinito» da un turno di lavoro «stremante». Il tempo necessario per recuperare un poco di energie e tornare in prima linea, a combattere il coronavirus.
Così come non dimenticherò facilmente, e probabilmente come me tantissimi altri, un suono che oramai, ahimè, è diventato spaventoso e tragico nelle nostre giornate immobili: il sibilo delle sirene che, ad ogni ora, squarcia il silenzio irreale che stiamo vivendo. E con quel sibilo, sale l’angoscia.
Ogni volta il pensiero è lo stesso: «Un altro contagiato, un’altra persona grave». E l’ansia sale.
In questi giorni le sirene sono tante. Prima le sentivamo meno o non ci facevamo caso mentre eravamo affaccendati nel lavoro, a fare jogging o a giocare a calcetto, al bar con gli amici o in fila al botteghino per goderci un film al cinema o uno spettacolo al teatro.

Ora abbiamo anche imparato a sintonizzare le nostre frequenze personali su altre frequenze. Abbiamo anche imparato a distinguere la sirena di una pattuglia da quella dell’ambulanza o dei vigili del fuoco. Abbiamo imparato a puntare gli occhi verso il cielo per seguire gli elicotteri del pronto soccorso, destinati chissà dove.
Quando tutto sarà finito, molti avranno imparato a togliersi la maschera indossando la mascherina, dimostrando il lato più sensibile del proprio carattere. Rispolverando vecchi ricordi lasciati in un cassetto o in un armadio.
Ma soprattutto, quando tutto sarà finito, saremo profondamente cambiati ed avremo imparato ad assaporare il silenzio, la solitudine, il vuoto interiore, che difficilmente scorderemo per il resto della nostra esistenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie