Domenica 25 Ottobre 2020 | 23:23

NEWS DALLA SEZIONE

L'ordinanza
Scuola e Covid, Emiliano: «Didattica digitale almeno al 75% nelle superiori e ingressi flessibili»

Covid 19, Emiliano: «Didattica digitale almeno al 75% nelle scuole superiori con ingressi e uscite flessibili»

 
Il salvataggio
Sbarco di migranti a Nardò: in 28 soccorsi dalla Guardia Costiera. Tra loro anche minori

Sbarco di migranti a Nardò: in 28 soccorsi dalla Guardia Costiera. Tra loro anche minori

 
Il virus
Coronavirus, il Policlinico di Bari è saturo: in arrivo altri 50 posti letto

Coronavirus, il Policlinico di Bari è saturo: in arrivo altri 50 posti letto

 
La nomina
Dopo la Congregazione santi, il salentino Semeraro diventa cardinale

Dopo la Congregazione santi, il salentino Semeraro diventa cardinale

 
L'emergenza
Dopo Dpcm i ristoratori pugliesi sono in agitazione: al vaglio serie di proteste

Dopo Dpcm i ristoratori pugliesi sono in agitazione: al vaglio serie di proteste

 
L'emergenza
Dpcm, le parole di Decaro: «Necessario saldare un patto tra cittadini e Stato»

Dpcm, le parole di Decaro: «Ci vuole un patto tra cittadini e Stato. I sindaci fermeranno le violenze»

 
Maltempo
Puglia, in arrivo forti venti di burrasca: scatta l'allerta gialla

Puglia, in arrivo forti venti di burrasca: scatta l'allerta gialla

 
Serie B
Calcio, Cosenza-Lecce termina con un pareggio: 1-1

Calcio, Cosenza-Lecce termina con un pareggio: 1-1

 
L'incidente
Francavilla Fontana, impatto tra auto e moto: muore 24enne sul colpo

Francavilla Fontana, impatto tra auto e moto: muore 24enne sul colpo

 
Il bollettino nazionale
Coronavirus Italia, 21.273 nuovi casi e 128 morti nelle ultime 24 ore

Coronavirus Italia, 21.273 nuovi casi e 128 morti nelle ultime 24 ore

 
Il caso
La chat acchiappa-bimbi: foto porno fra Bologna, Gallipoli, Melfi e Andria

La chat acchiappa-bimbi: foto porno fra Bologna, Gallipoli, Melfi e Andria

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, dopo Dpcm la partita con il Catania sarà a porte chiuse

Bari calcio, dopo Dpcm la partita con il Catania sarà a porte chiuse

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Lecce, positivo giudice popolare: Corte d'Assise in isolamento fiduciario

Lecce, positivo giudice popolare: Corte d'Assise in isolamento fiduciario

 
Covid news h 24Il virus
Coronavirus, il Policlinico di Bari è saturo: in arrivo altri 50 posti letto

Coronavirus, il Policlinico di Bari è saturo: in arrivo altri 50 posti letto

 
Covid news h 24Il virus
Coronavirus, positivo il cantautore tarantino Renzo Rubino

Coronavirus, positivo il cantautore tarantino Renzo Rubino

 
BrindisiL'incidente
Francavilla Fontana, impatto tra auto e moto: muore 24enne sul colpo

Francavilla Fontana, impatto tra auto e moto: muore 24enne sul colpo

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus, 81 nuovi contagi in Basilicata: 58 i ricoverati in ospedale

Coronavirus, 81 nuovi contagi in Basilicata: 58 i ricoverati in ospedale

 
Foggiaemergenza Covid
Foggia, Polizia locale: sanzioni in arrivo per chi segnale falsi assembramenti

Foggia, Polizia locale: sanzioni in arrivo per chi segnala falsi assembramenti

 
Batla scorsa notte
Trani, scontro tra auto, una vola dal parapetto: solo danni

Trani, scontro tra auto, una vola dal parapetto: solo danni

 
MateraControlli dei CC
Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

 

i più letti

Contagi

Coronavirus Puglia, è allarme posti letto: a rilento apertura ospedali dedicati

Già occupato il 16% del totale. Ma per Lopalco numeri ricoveri basso rispetto a quello dei contagi

Coronavirus Puglia, è allarme posti letto: a rilento apertura ospedali dedicati

Gli ospedali covid previsti dal nuovo Piano di emergenza approvato dal ministero della Salute ancora non ci sono. E la Puglia, prima ancora che con l’emergenza delle terapie intensive, deve fare i conti con quella dei letti di medicina dove l’occupazione continua a crescere: le Asl sono costrette a disattivare i reparti ordinari per trasformarli in aree covid, spostando i ricoveri programmati in altri reparti o in altri ospedali.

A ieri in Italia la media di occupazione dei posti letto non intensivi era pari al 15,3%. In Puglia il dato è più alto: sono occupati 319 dei 1.934 letti disponibili, pari al 16,5%. Sono invece 26 i pazienti ricoverati in Terapia intensiva a fronte di 302 posti disponibili. Ma il piano di potenziamento presentato in estate prevedeva di attivare 278 letti aggiuntivi di Rianimazione, e di riconvertire reparti per ottenere altri 283 posti di Pneumologia e Malattie infettive. L’idea era di creare degli ospedali dedicati all’emergenza, così da mantenere percorsi separati e non essere costretti a fermare l’attività ordinaria come è accaduto durante i mesi del lockdown.

Il tema dei posti letto ieri è stato oggetto di una lunga riunione in dipartimento Salute, coordinata dal direttore Vito Montanaro e con la partecipazione dei direttori generali delle Asl. La situazione è considerata delicata perché numerosi ospedali registrano difficoltà nel gestire i ricoveri covid, che spesso avvengono anche a grandi distanze: ci sono pugliesi finiti anche a Potenza. «Quando parliamo di ricoveri - dice però l’epidemiologo Pier Luigi Lopalco, assessore in pectore alla Salute - i numeri assoluti in proporzione non sono gli stessi della prima fase. Mentre nella prima fase ogni cento casi avevamo magari trenta o quaranta ricoveri, oggi ne abbiamo un terzo o un quarto in meno, molti sono asintomatici o paucisintomatici e sono a casa. Gli ospedali non sono ancora sotto stress. Abbiamo un piano di contingenza tale che, ogni volta che i posti letto sono occupati al 50%, noi apriamo dei nuovi reparti».

Il piano è già scattato più volte: a Bari, per esempio, è stato trasformato in covid un intero piano dell’ospedale di Altamura, ed è stato chiesto il supporto del «Miulli» di Acquaviva. La Bat ha trasformato quello di Bisceglie in ospedale covid, trasferendo i ricoveri e l’attività programmata a Barletta. A Foggia sono in corso attività di riprogrammazione ai «Riuniti», mentre in Salento al momento il Dea del «Fazzi» risulta disattivato. Tuttavia, come dice Lopalco, a metà marzo i ricoveri ammontavano al 65% degli attualmente positivi (il picco è stato toccato il 13 marzo), mentre la scorsa settimana eravamo a circa l’8% del totale: la differenza è dovuta appunto all’enorme numero di asintomatici o paucisintomatici che non hanno bisogno di ricovero ma che vengono posti in isolamento domiciliare fino a quando il tampone non si negativizza.

La Puglia è al momento a quota 10.421 casi totali, con una crescita lenta ma costante dei ricoveri che rappresentano (terapie intensive escluse) il 3,1% del totale degli attualmente positivi. E un altro dato che crea qualche apprensione è stato diffuso ieri dalla Fondazione Gimbe. Nella settimana 7-13 ottobre l’incremento dei casi positivi è stato del 16,9%, ben più alto del 10,7% della media nazionale. A lanciare l’allarme è la fondazione Gimbe. Più alti della media anche il rapporto tra ricoveri e numero totale di positivi (8,3%) contro il 6,4% nazionale. Secondo i dati della Protezione civile nazionale rielaborati dal centro studio «Il Panda», l’incremento dei positivi della scorsa settimana è stato pari al 79% rispetto alla settimana precedente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie