Mercoledì 24 Aprile 2019 | 20:36

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Stupro in Cara Bari, in carcere sesto uomo gang nigeriana

Stupro in Cara Bari, in carcere sesto uomo gang nigeriana

 
Verso il 26 maggio
Bari, due sondaggi sulle comunali: «Decaro vince al primo turno», «Ballottaggio con Di Rella»

Bari, due sondaggi sulle comunali: «Decaro vince al primo turno», «Ballottaggio con Di Rella»

 
A Bari
Concessione spiaggia Torre Quetta: rinvio a giudizio per 3 indagati

Concessione spiaggia Torre Quetta: rinviati a giudizio 3 indagati

 
Serie C
Bari calcio, «San Nicola» boom boom: festa della resurrezione

Bari calcio, «San Nicola» boom boom: festa della resurrezione

 
Elezioni in vista
A Bari e a Lecce ecco i nomi dei «figli d'arte» nelle liste politiche

A Bari e a Lecce ecco i nomi dei «figli d'arte» nelle liste politiche

 
Primo caso a Sud
Taranto, operata di tumore al cervello mentre suona il violino

Taranto, operata di tumore al cervello mentre suona il violino

 
Nel quartiere San Paolo
Bari, col fratello fa irruzione in casa e aggredisce ex moglie: arrestati

Bari, col fratello fa irruzione in casa e aggredisce ex moglie: arrestati

 
Stalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
emergenza in puglia
Xylella nel Barese, Noci firma l'ordinanze per bloccare il batterio

Xylella nel Barese, Noci firma l'ordinanza per bloccare il batterio

 
La visita
Ex Ilva, Di Maio a Taranto: scatta il sit in oltre la zona rossa

Ex Ilva, Di Maio a Taranto: «Mai pensato di chiudere lo stabilimento» 
Associazioni vanno via: «È teatrino»

 
La festa non autorizzara
Taranto, si sballano a rave party: 17 denunciati, tra loro un minorenne

Taranto, si sballano a rave party: 17 denunciati, tra loro un minorenne

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl premio
Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
LecceTecnologia
Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

 
BatLavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
FoggiaL'intervista
Giannini: «Al treno-tram la Regione ha rinunciato»

Giannini: «Al treno-tram Foggia-Manfredonia la Regione ha rinunciato»

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 

Il caso

Gioia del Colle, beve al bar acido caustico al posto del succo: grave bimbo di 5 anni

Il piccolo avrebbe ingerito con un cannuccia un succo di frutta industriale. Ora è ricoverato nel reparto di chirurgia pediatrica con esofago e stomaco bruciati

Bari, acido caustico al posto del succo: grave bimbo di 5 anni

BARI - Ha bevuto un succo di frutta industriale in un bar a Gioia del Colle, ma all'interno vi era acido caustico. Ora il bimbo di 5 anni è ricoverato nel reparto di chirurgia pediatrica dell'ospedale Giovanni XXIII di Bari: ha esofago e stomaco bruciati.

Secondo il racconto dei genitori, il piccolo avrebbe ingerito con una cannuccia un succo di frutta preconfezionato servitogli al bar. Gli effetti delle bruciature sono stati immediati e il bimbo ha dato subito l'allarme alla mamma e al papà. La coppia ha accompagnato il figlio in ospedale dove, dopo una prima endoscopia, sono state scoperte le ustioni a stomaco ed esofago. I carabinieri della compagnia di Gioia del Colle sono ora al lavoro per ricostruire la dinamica dell'accaduto e capire quale tipo di acido fosse contenuto nella bevanda. Bisognerà anche capire quanti danni hanno subito stomaco e esofago, ma è ancora presto per dirlo. In settimana i medici effettueranno una nuova endoscopia.

Il bimbo intanto è sotto controllo in ospedale, in attesa dei risultati delle analisi fatte sulla bevanda. A breve, partirà dal reparto la denuncia del caso. Dalla direzione sanitaria dell’ospedale fanno sapere che il bambino non è in pericolo di vita ed è attualmente in osservazione.

LA PROCURA SEQUESTRA LA BEVANDA - È stato sottoposto a sequestro, per essere analizzato, il succo di frutta che potrebbe aver causato ad un bambino di 5 anni lesioni a esofago e stomaco e una successiva intossicazione. Sull'episodio, avvenuto sabato 23 marzo a Gioia del Colle, indagano i Carabinieri coordinati dalla Procura di Bari. Gli investigatori precisano che non c'è ancora certezza definitiva di una connessione tra l’ingerimento della bevanda acquistata in un bar e la successiva intossicazione. Saranno gli esiti degli esami tossicologici sul succo di frutta e sul paziente ad accettare le cause del malore.

STAZIONARIE LE SUE CONDIZIONI - Sono stazionarie le condizioni del bambino di 5 anni ricoverato nell’ospedale Giovanni XXIII di Bari: il piccolo, attualmente sottoposto a terapia con gastroprotettori, è alimentato per via parenterale. «E' tranquillo e non sedato», fanno sapere dalla direzione sanitaria del Policlinico.

Al momento la prognosi è riservata perché tra una settimana sarà effettuato una nuova gastroscopia per verificare l'evoluzione delle lesioni e solo allora sarà possibile definire i tempi di guarigione, che potrebbero non essere inferiori ai 30 giorni. Dopo le prime cure all'ospedale di Acquaviva, il bambino è stato trasferito in ambulanza al pediatrico di Bari.

LA REPLICA DEL GESTORE DEL BAR - «Nell’esprimere innanzitutto l'auspicio di una rapida guarigione del piccolo, chiarisco che nessuna responsabilità può essere addebitata alla mia cliente, che si è limitata a somministrare una bevanda sigillata». Lo dichiara l’avvocato Filippo Castellaneta, legale della titolare del bar di Gioia del Colle dove è stata somministrata la bevanda ritenuta causa delle lesioni.

«Siamo altrettanto certi - continua il legale - che le analisi chimiche disposte dalla polizia giudiziaria e che allo stato non hanno ancora dato alcun esito, chiariranno meglio quanto accaduto e quali siamo le cause del malore». Sulla vicenda indagano i carabinieri, coordinati dalla Procura di Bari, che hanno proceduto al sequestro del succo di frutta incriminato ma anche delle altre bottigliette della stessa marca di quella bevanda, sulle quali saranno effettuate analisi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400