Venerdì 07 Agosto 2020 | 12:03

NEWS DALLA SEZIONE

il bollettino
Coronavirus, in Basilicata 21 positivi: i migranti a Ferrandina e una donna a Gorgoglione

Coronavirus, in Basilicata 21 positivi: i migranti a Ferrandina e una donna a Gorgoglione

 
I DANNI
Pioggia e fitofarmaci: addio uva

Bari, pioggia e fitofarmaci: addio uva, campagne in ginocchio

 
viabilità
Tir in fiamme sulla A14: lunghe code tra Foggia e San Severo

Tir in fiamme sulla A14: lunghe code tra Foggia e San Severo

 
dalla GdF
Bari, 50kg di droga nascosta nel doppiofondo di un camion-frigo: un arresto

Bari, 50kg di droga nascosta nel doppiofondo di un camion-frigo: un arresto

 
LA TRUFFA
Ceglie Messapica, gli sottraggono la password. Anziano perde 117mila euro

Ceglie Messapica, gli sottraggono la password: anziano perde 117mila euro

 
nel salento
Gallipoli, serate non autorizzate: sigilli a discoteca «Quartiere Latino», indagato titolare

Gallipoli, serate non autorizzate: sigilli a discoteca «Quartiere Latino», indagato titolare

 
coronavirus
Puglia, test sierologici a 25 euro per tutti: riparte lo screening

Puglia, test sierologici a 25 euro per tutti: riparte lo screening

 
Il caso
Psr, Confagricoltura incontra i candidati alle prossime Regionali in Puglia

Psr, Confagricoltura incontra i candidati alle prossime Regionali in Puglia

 
Il virus
Nuovo caso di Covid 19 a Bari, partoriente al Di Venere positiva al tampone

Bari, partoriente ospedale Di Venere positiva: personale e degenti di Ostetricia tutti negativi

 
A Ferrandina
Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

 
La polemica
Regionali 2020, Altieri (Lega) contro Emiliano: «Ha distrutto agricoltura pugliese»

Regionali 2020, Altieri (Lega) contro Emiliano: «Ha distrutto agricoltura pugliese»

 

Il Biancorosso

serie c
La C del Bari sarà da brividi grandi firme nel girone Sud

La C del Bari sarà da brividi: grandi firme nel girone Sud

 

NEWS DALLE PROVINCE

Brindisinel Brindisino
Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

 
PotenzaSANITÀ
Addio al nuovo ospedale di Lagonegro: 176 milioni vanno all'ammodernamento

Lagonegro, addio al nuovo ospedale: 176 milioni vanno all'ammodernamento

 
Tarantoi contagi
Positivo a Taranto dopo tre mesi

Coronavirus, un positivo a Taranto dopo tre mesi

 
Leccenel salento
Melpignano, inaugura il Museo Storico del Tarantismo: è il primo al mondo

Melpignano, inaugura il Museo Storico del Tarantismo: è il primo al mondo

 
FoggiaOCCUPAZIONE
Centri impiego «barricati, colpa del Covid: non si entra

Foggia, centri impiego «barricati», colpa del Covid: non si entra

 
BatEMERGENZA ABITATIVA
Trani, casa occupata assegnata dal Comune

Trani, casa occupata di via Olanda assegnata dal Comune

 
Bariil caso
Bari, distretti Asl: scoppia la polemica in chiave elettorale

Bari, distretti Asl: scoppia la polemica in chiave elettorale

 
MateraA Ferrandina
Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

 

i più letti

La mobilitazione

Brindisi, lo insultano perché gay, i compagni lo difendono: #Siamotuttifroci

Striscioni di solidarietà da parte degli altri studenti. La vittima replica: con voi mi sento più forte

Brindisi, scritte omofobe contro studente, il flash mob dei compagni: #Siamotuttifroci

BRINDISI -  Hanno imbrattato muri e scale esterne di una scuola superiore di Brindisi con insulti omofobi rivolti a un ragazzo minorenne, di cui hanno scritto anche il nome e cognome. Ma i suoi suoi compagni di scuola lo hanno difeso con un flash mob, tappezzando la facciata dell’istituto con striscioni sui quali c'era l’hashtag «#siamotuttifroci». Al flash mob, all’esterno dell’istituto alberghiero, hanno partecipato studenti, docenti e anche i ragazzi delle altre scuole superiori della città. La notizia è riportata sull'edizione online di Repubblica Bari.

Le scritte omofobe sono state realizzate ieri e fatte rimuovere immediatamente dal dirigente scolastico Vincenzo Antonio Micia. E questa mattina alla manifestazione è intervenuto anche il ragazzo vittima degli insulti. Parlando ai suoi coetanei, pubblicamente, ha detto: «Io sono fortunato, ho accanto la mia famiglia e i miei amici, oggi la vostra vicinanza mi fa sentire più forte in questo mio percorso di vita».
Dopo le sue parole, secondo quanto riferito dal quotidiano, anche altri ragazzi hanno fatto 'coming out': «Che ne sapete voi della paura, quella che ci distrugge - ha detto uno studente - che annienta le famiglie, gli amici di scuola. Che ne sapete voi del dolore, che dura finché qualcuno non ti libera, accettandoti per quello che sei, un omosessuale».
Per i rappresentati degli studenti dell’Alberghiero di Brindisi e Carovigno, questo episodio «testimonia quanto siano ancora radicate, proprio tra noi giovani, l’ignoranza, la paura del diverso e l’intolleranza». «Questa scuola - ha concluso Micia - costruisce ponti e non permetterà l’omofobia».

LE PAROLE DEL GARANTE ABBATICCHIO - «Nulla può l’imbrattare i muri e scale esterne di una scuola superiore di Brindisi con insulti omofobi rivolti a un ragazzo minorenne, di cui hanno scritto anche il nome e cognome, quando i suoi compagni di scuola lo difendono con un flash mob, tappezzando la facciata dell’istituto con striscioni sui quali c'era l’hashtag #siamotuttifroci. Lo afferma Ludovico Abbaticchio, Garante pugliese dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, intervenendo su quanto accaduto a Brindisi.
«Ha fatto scuola - prosegue Abbaticchio - il preside Gianluca Dradi, dirigente scolastico del liceo scientifico 'Oriani' di Ravenna, che ha lasciato la scritta che lo accusava di essere gay sui muri della sua scuola spiegando: 'Resti lì come pietra d’inciampo per l’intelligenza umana'».
«Nessun dolore esibito nessuna presa di posizione eclatante ma la semplice verità: essere gay non è un insulto! Il dolore che può provocare ciò che ancora viene scioccamente ritenuta un’offesa - rileva - viene semplicemente spazzato via da una semplice evidenza: essere gay non è un insulto! Come l’essere biondi, neri, rossi, gialli, è la natura! L’omosessualità non è una malattia e chiunque dichiari il contrario diffonde odio, pregiudizio e violenza prive di qualsiasi fondamento scientifico». «La vera malattia - conclude - è l’omofobia, la vera malattia è l’ignoranza!»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie