Martedì 11 Dicembre 2018 | 10:34

NEWS DALLA SEZIONE

Per il pm è stato riorganizzato il partito fascista
Aggressione al corteo antirazzista: sequestrata sede Casapound Bari

Aggressione al corteo antirazzista: sequestrata sede Casapound Bari

 
Lago di Varano
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il processo
Bari, clan Capriati controllava il Porto: chieste condanne fino a 26 anni

Bari, clan Capriati controllava il Porto: chieste condanne fino a 26 anni

 
La decisione
Ex Ilva, corsi di formazione per i lavoratori in esubero

Ex Ilva, corsi di formazione per i lavoratori in esubero

 
Dopo la pioggia a Polignano
Maltempo: disagi treni tra Lecce e Bari, ritardi fino a 100 minuti

Maltempo: disagi treni tra Lecce e Bari, ritardi fino a 100 minuti

 
Serie D
Bari, contro il Troina torna in gruppo capitan Brienza

Bari, contro il Troina torna in gruppo capitan Brienza

 
I controlli
Furti di rame, scoperto deposito nel Tarantino: due arresti

Furti di rame, scoperto deposito nel Tarantino: due arresti

 
San Pancrazio Salentino
Brindisi, settimana corta al Comprensivo? È polemica

Settimana corta a scuola, la polemica nel Brindisino. La replica della preside Taurino

 
Il caso
Bari, bimbo morto per polmonite in ospedale: disposta l'autopsia

Bari, bimbo morto per polmonite in ospedale: disposta l'autopsia 
«Ministro Grillo invii ispettori»

 
La mobilitazione
Puglia, gli agricoltori con i gilet arancioni protestano contro Emiliano

Puglia, gli agricoltori con i gilet arancioni protestano contro Emiliano

 
Ad Alliste
Notte di fuoco in Salento, 3 mezzi incendiati e rogo in una benzina dopo furto

Notte di fuoco in Salento, 3 mezzi incendiati e rogo in una benzina dopo furto

 

Regione

Emiliano nomina Stea assessore all'ambiente. Gemmato (FdI): «È alla frutta»

Stea è politicamente vicino all’ex sottosegretario al lavoro del governo Renzi, Massimo Cassano

Regione, in Forza Italiaarriva Stea (Ap-Schittulli)

Il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha firmato il decreto di nomina quale assessore all’Ambiente, Ciclo dei Rifiuti e bonifiche, Rischio industria, Vigilanza Ambientale del consigliere regionale Gianni Stea, iscritto al gruppo misto ed eletto con il movimento 'Schittulli Area Popolare'. Stea è considerato politicamente vicino all’ex sottosegretario al lavoro del governo Renzi, Massimo Cassano, all’epoca esponente dell’area alfaniana.

«La nomina del consigliere regionale Gianni Stea non è altro che un naturale ritorno a casa per chi ha fatto parte della squadra di governo nazionale di centrosinistra. Emiliano è alla frutta e, per l’ennesima volta, notifica la sua difficoltà a presentarsi alle prossime competizioni elettorali per il rinnovo del Consiglio regionale. Ci rallegra pensare che a partire da adesso il tavolo di centrodestra potrà lavorare speditamente e senza intoppi». Lo dichiara il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia Puglia, Marcello Gemmato, facendo ironia sulla professione di Stea, commerciante di frutta.

«Essendo ben consapevole di dover lasciare la poltrona di governatore tra un anno, Emiliano realizza spregiudicate e innaturali operazioni politiche, che nulla hanno a che vedere con le idee per la Puglia e i problemi dei pugliesi. Purtroppo per lui, queste campagne acquisti contro natura, su più livelli, dal ceto manageriale a quello politico-amministrativo, non faranno che agevolare il suo naufragio elettorale, quello politico è già in atto». È il commento del segretario regionale della Lega, Andrea Caroppo, dopo l’ingresso in giunta di Gianni Stea, «esponente proveniente dal centrodestra».

STEA: «COLLABORERO' CON TUTTI» - «Ringrazio il presidente Michele Emiliano per la stima e la fiducia mostrate nei miei confronti nell’affidarmi questo prestigioso incarico. E’ per me motivo di orgoglio e ulteriore sprone ad assolvere al meglio le nuove responsabilità cui mi dedicherò, come sono abituato a fare, con spiccata sensibilità per la trasparenza dell’attività istituzionale ed amministrativa». E’ quanto afferma in una nota il neo assessore regionale all’Ambiente, Gianni Stea, che sottolinea il «forte affetto» nei confronti dell’intero gruppo di Puglia Popolare, «amici, simpatizzanti e collaboratori, compagni di mille battaglie sempre portate avanti nell’interesse esclusivo delle nostre comunità».
«Offrirò - dice Stea - totale disponibilità alla collaborazione ed al confronto con tutti gli amministratori pugliesi, gli Enti e le associazioni per svolgere al meglio un ruolo che richiede coinvolgimento, compartecipazione, condivisione».

LE REAZIONI - «Finalmente si inizia a fare chiarezza! Con la nomina del consigliere Gianni Stea ad assessore all’Ambiente si chiude il cerchio di ammiccamenti e strizzatine d’occhio fra il presidente Michele Emiliano, Stea e il coordinatore regionale di Puglia Popolare, Massimo Cassano». Lo afferma il presidente del gruppo regionale di Direzione Italia/Noi con l’Italia, Ignazio Zullo.
«Per questo, francamente, non siamo per nulla meravigliati, anzi - sottolinea - ci meravigliava chi continuava a far finta di nulla, a non accorgersi di questo «inciucio», e ci riferiamo sia a qualche dirigente del centrodestra, ma soprattutto al centrosinistra pugliese, specie quello che in questi giorni in tante interviste bocciava o riteneva impossibile un accordo Emiliano-Cassano che passava da un assessorato per il fedelissimo Stea».
«Per quanto attiene, poi, nel merito, spero nell’interesse dei pugliesi, che il consigliere e oggi assessore Stea si renda conto che da oggi ha nelle mani una patata bollente: l’Ambiente, quindi discariche, rifiuti, bonifiche e chi più ne ha più ne metta. Insomma - conclude - la speranza è che questa nomina più che politica - e mettere al sicuro i numeri di una maggioranza sempre traballante (quasi sempre i Consigli regionali si sciolgono per mancanza del numero legale) - e, quindi di semplice facciata, sia davvero operativa. Ne dubitiamo, staremo a vedere».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400