Giovedì 21 Marzo 2019 | 19:15

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
Parla Piero Ignazi:«Al Sud la Lega attrarrà voti da Fi e M5S»

Parla Piero Ignazi:«Al Sud la Lega attrarrà voti da Fi e M5S»

 
La foto
Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

 
Il torneo
Tennis, esordio per il biscegliese Pellegrino: buona la prima

Tennis, esordio per il biscegliese Pellegrino: buona la prima

 
Subentra a Carmine Esposito
Giuseppe Bisogno è il nuovo questore di Bari: viene da Perugia

Giuseppe Bisogno è il nuovo questore di Bari: viene da Perugia

 
Ambiente
Anche Al Bano aderisce alla campagna della Regione per dire «No alla plastica»

Anche Al Bano aderisce alla campagna della Regione per dire «No alla plastica»

 
Scintille Nato-Russia
I piloti italiani in missione nei cieli della Guerra Fredda

I piloti italiani in missione nei cieli della Guerra Fredda

 
È diretto a Gerusalemme
Da 2 anni viaggia con un'asina: il portoghese Bruno Dias in visita a Bari

Da 2 anni viaggia con un'asina: il portoghese Bruno Dias in visita a Bari

 
Il caso
Elezioni in Basilicata, spuntano 5 impresentabili per l'Antimafia

Elezioni in Basilicata, spuntano 5 «impresentabili» per l'Antimafia

 
Il confronto
Giornata Memoria vittime mafia a Bari, Rita Dalla Chiesa: «Ho speranza nei giovani»

Giornata Memoria vittime mafia a Bari, Rita Dalla Chiesa: «Ho speranza nei giovani»

 
In 5mila al corteo
Emiliano a manifestazione Libera: «Lottiamo con i ragazzi»

Marcia Libera, Emiliano a Brindisi «Approvata legge pugliese sulla legalità» VD

 
L'aggressione
Monopoli, lancia scrivania contro i medici del pronto soccorso: arrestato 44enne

Monopoli, lancia scrivania contro i medici del pronto soccorso: arrestato 44enne

 

Il Biancorosso

LA NOTIZIA
Vi ricordate lo steward della Turris?Condannato a cinque anni di Daspo

Vi ricordate lo steward della Turris?
Condannato a cinque anni di Daspo

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl siderurgico
Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

 
LecceEmergenza batterio killer
Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

 
PotenzaLa foto
Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

 
BariSubentra a Carmine Esposito
Giuseppe Bisogno è il nuovo questore di Bari: viene da Perugia

Giuseppe Bisogno è il nuovo questore di Bari: viene da Perugia

 
Materail «diplomificio» dello jonio
Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

 
BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 
FoggiaCieli aperti
Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

 

Regione

Emiliano nomina Stea assessore all'ambiente. Gemmato (FdI): «È alla frutta»

Stea è politicamente vicino all’ex sottosegretario al lavoro del governo Renzi, Massimo Cassano

Regione, in Forza Italiaarriva Stea (Ap-Schittulli)

Il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha firmato il decreto di nomina quale assessore all’Ambiente, Ciclo dei Rifiuti e bonifiche, Rischio industria, Vigilanza Ambientale del consigliere regionale Gianni Stea, iscritto al gruppo misto ed eletto con il movimento 'Schittulli Area Popolare'. Stea è considerato politicamente vicino all’ex sottosegretario al lavoro del governo Renzi, Massimo Cassano, all’epoca esponente dell’area alfaniana.

«La nomina del consigliere regionale Gianni Stea non è altro che un naturale ritorno a casa per chi ha fatto parte della squadra di governo nazionale di centrosinistra. Emiliano è alla frutta e, per l’ennesima volta, notifica la sua difficoltà a presentarsi alle prossime competizioni elettorali per il rinnovo del Consiglio regionale. Ci rallegra pensare che a partire da adesso il tavolo di centrodestra potrà lavorare speditamente e senza intoppi». Lo dichiara il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia Puglia, Marcello Gemmato, facendo ironia sulla professione di Stea, commerciante di frutta.

«Essendo ben consapevole di dover lasciare la poltrona di governatore tra un anno, Emiliano realizza spregiudicate e innaturali operazioni politiche, che nulla hanno a che vedere con le idee per la Puglia e i problemi dei pugliesi. Purtroppo per lui, queste campagne acquisti contro natura, su più livelli, dal ceto manageriale a quello politico-amministrativo, non faranno che agevolare il suo naufragio elettorale, quello politico è già in atto». È il commento del segretario regionale della Lega, Andrea Caroppo, dopo l’ingresso in giunta di Gianni Stea, «esponente proveniente dal centrodestra».

STEA: «COLLABORERO' CON TUTTI» - «Ringrazio il presidente Michele Emiliano per la stima e la fiducia mostrate nei miei confronti nell’affidarmi questo prestigioso incarico. E’ per me motivo di orgoglio e ulteriore sprone ad assolvere al meglio le nuove responsabilità cui mi dedicherò, come sono abituato a fare, con spiccata sensibilità per la trasparenza dell’attività istituzionale ed amministrativa». E’ quanto afferma in una nota il neo assessore regionale all’Ambiente, Gianni Stea, che sottolinea il «forte affetto» nei confronti dell’intero gruppo di Puglia Popolare, «amici, simpatizzanti e collaboratori, compagni di mille battaglie sempre portate avanti nell’interesse esclusivo delle nostre comunità».
«Offrirò - dice Stea - totale disponibilità alla collaborazione ed al confronto con tutti gli amministratori pugliesi, gli Enti e le associazioni per svolgere al meglio un ruolo che richiede coinvolgimento, compartecipazione, condivisione».

LE REAZIONI - «Finalmente si inizia a fare chiarezza! Con la nomina del consigliere Gianni Stea ad assessore all’Ambiente si chiude il cerchio di ammiccamenti e strizzatine d’occhio fra il presidente Michele Emiliano, Stea e il coordinatore regionale di Puglia Popolare, Massimo Cassano». Lo afferma il presidente del gruppo regionale di Direzione Italia/Noi con l’Italia, Ignazio Zullo.
«Per questo, francamente, non siamo per nulla meravigliati, anzi - sottolinea - ci meravigliava chi continuava a far finta di nulla, a non accorgersi di questo «inciucio», e ci riferiamo sia a qualche dirigente del centrodestra, ma soprattutto al centrosinistra pugliese, specie quello che in questi giorni in tante interviste bocciava o riteneva impossibile un accordo Emiliano-Cassano che passava da un assessorato per il fedelissimo Stea».
«Per quanto attiene, poi, nel merito, spero nell’interesse dei pugliesi, che il consigliere e oggi assessore Stea si renda conto che da oggi ha nelle mani una patata bollente: l’Ambiente, quindi discariche, rifiuti, bonifiche e chi più ne ha più ne metta. Insomma - conclude - la speranza è che questa nomina più che politica - e mettere al sicuro i numeri di una maggioranza sempre traballante (quasi sempre i Consigli regionali si sciolgono per mancanza del numero legale) - e, quindi di semplice facciata, sia davvero operativa. Ne dubitiamo, staremo a vedere».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400