Martedì 15 Giugno 2021 | 18:14

Il Biancorosso

Biancorossi
Il Bari va in pressing su Mignani: l'ex Modena scelto da Polito

Il Bari va in pressing su Mignani: l'ex Modena scelto da Polito

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiSport
Vela: Luduan Reloaded vince la 35esima Brindisi-Corfù

Vela: Luduan Reloaded vince la 35esima Brindisi-Corfù

 
BariLa curiosità
Il cavallo Murgese star del circo: l’esperimento al via da Altamura

Il cavallo Murgese star del circo: l’esperimento al via da Altamura

 
LecceIl caso
Mamma e 2 bimbi a rischio nel mare agitato in Salento: salvati dalla Guardia Costiera

Salento, mamma e 2 bimbi rischiano di morire nel mare agitato: salvati dalla Guardia Costiera

 
FoggiaIl caso
Azienda edile intimidita con cartucce e liquido infiammabile, il sindaco di Monte Sant'Angelo dice basta

Azienda edile intimidita con cartucce e liquido infiammabile, il sindaco di Monte Sant'Angelo dice basta

 
PotenzaLotta al Covid
Basilicata, in arrivo 5880 dosi Pfizer extra per i fragili

Basilicata, in arrivo 5880 dosi Pfizer extra per i fragili

 
TarantoDroga
Taranto, due arresti per spaccio

Taranto, due arresti per spaccio

 
Materala vicenda
Truffa dell'arrotino, una denuncia a Matera

Truffa dell'arrotino, una denuncia a Matera

 
BatNella Bat
Bisceglie, spacciano droga in casa: arrestati due giovani, sequestrato mezzo kg di cocaina

Bisceglie, spacciano droga in casa: arrestati due giovani, sequestrato mezzo kg di cocaina

 

i più letti

Cronache rosa

Tutti pazzi per il vino pugliese. Il giallo: al Gf vip ci saranno la Lecciso e la figlia?

Michele Placido e Domenico Volpone hanno dato vita a una serie di prodotti enologici che nascono presso Ordona

Il Grande Fratello Vip 'corteggia' Loredana Lecciso

Loredana Lecciso entra nella Casa del GF vip per una «giornata speciale»? La voce rimbalza da ambienti vicini a Canale 5 proprio alla vigilia della partenza della nuova edizione affidata come sempre alla bravura e all'estro di Alfonso Signorini.

Loredana non ha mai smentito le proposte che le sono state fatte in questo senso, ma stavolta l'indiscrezione assume maggiore consistenza perché non si ferma qui. Nella casa del GF vip la Lecciso non entrerebbe da sola bensì accompagnata dalla figlia Jasmine che ha debuttato con successo come cantante da poco ed è già richiestissima. Vedremo dunque la bella Lory con il suo fisico statuario nella casa più spiata d' Italia? E Al Bano che farà ? Dará la sua benedizione all'ingresso di moglie e figlia oppure dirà di no ? Lo scopriremo nelle prossime ore. Intanto, al gran rientro dopo le vacanze tutti davanti alla tivù. Vediamo a vedere che cosa. Seguiteci.

Telenorba vola negli ascolti Scommessa vinta per Antonio Azzalini che ha fatto partire il 7 settembre il nuovo day time di Telenorba. Mattina norba è affidato alla conduzione unica della bella e brava Mary de Gennaro, classe 1982 e tanta energia per governare e gestire quasi 4 ore di diretta al giorno. Mary ha fatto boom piazzandosi subito sopra le altre reti nazionali e ritoccando al rialzo gli ascolti della scorsa stagione. Merito anche della squadra di autori capeggiata da Giorgio Gambino. Pomeriggio Norba invece è condotto dalla splendida Daniela Mazzacane che, dopo la pausa Covid, è tornata al suo programma dedicato all'attualità e al costume. Daniela, in forze al tg da anni, ha sempre coltivato una vena più leggera e ha trovato così in questo format la sua collocazione migliore. Ma non finisce qui. Azzalini, oggi plenipotenziario di Telenorba già ex capo dell'intrattenimento Rai, sta preparando altre novità in prime time. Chi arriverà nella TV di Conversano?

Show biz & vini vip In principio fu Al Bano. Il cantante di Cellino San Marco ha affiancato la carriera musicale - che lo porta a esibirsi in tutto il mondo - a quella da agricoltore. E nella sua tenuta nel Brindisino, a Curti Petrizzi, produce vino. Era una promessa fatta al padre - «Partirò. Diventerò un cantante e quando tornerò, costruirò una cantina per dedicarla a te» - da cui ha tratto gli insegnamenti per coltivare la terra.

E li mette in pratica ancora oggi, che ogni anno produce quasi due milioni di bottiglie e che ha dieci diverse linee di vino, grappa spumante e pure olio d'oliva. Al Bano il nome l'ha portato sulle etichette, molte delle quali continuano a raccontare la sua storia: c'è il «Don Carmelo» che omaggia il padre, «Nostalgia» e «Felicità» che richiamano due sue canzoni di successo, e anche il rosato «Romina» che porta alla mente la sua ex moglie, Romina Power. Ma con il passare del tempo quella che sembrava l'avanguardia di Al Bano - un volto noto che si associa al vino di Puglia - è diventata una scelta anche per chi pugliese non è, o per chi, nonostante l'affermazione nel resto d'Italia e all'estero, ha voluto mettere in bottiglia il suo legame indissolubile con le radici.

«Placido Volpone» fa parte della lista, e non è un ossimoro: è l'unione di due cognomi che racconta un'amicizia adolescenziale, quello fra l'attore Michele Placido e Domenico Volpone. Il primo si faceva già notare al cinema, il secondo lavorava nei campi, ma d'estate si incontravano sempre con le famiglie nella masseria Volpone di Ascoli Satriano. Da adulti hanno riscoperto la bellezza di quell'unione, e coinvolgendo i figli hanno dato vita a una serie di vini che nascono a poca distanza dal sito archeologico dell'antica città di Herdonia (Ordona, in provincia di Foggia), capitanati dal Nero di Troia e con la filiera certificata tramite il Blockchain.

Dopo Albano, Scamarcio e Vespa È pugliese anche Riccardo Scamarcio, che si è affacciato al mondo del vino più di recente e che intende osare: a Polignano a Mare nasce il suo «Rivale» nell'omonima azienda agricola, strano caso di unico Pinot nero prodotto in Puglia (la produzione è limitata a circa 5mila bottiglie). Ci sono infine due altre personalità che con la Puglia hanno sviluppato nel tempo un legame affettivo, che adesso è diventato anche economico.

Il giornalista Bruno Vespa ha trovato a Manduria il terreno ideale per mettere a frutto il suo amore per il vino, e ha coinvolto i figli Alessandro e Federico per entrare sul mercato nel 2014 con l'etichetta Vespa - Vignaioli per passione. «Noitre» è il nome dello spumante brut rosè che sancisce l'unione fra padre e figli, ma fra Negramaro, Primitivo e Fiano c'è spazio anche per una trovata originale: «Flarò» è il primo rosato fermo della cantina, che prende il nome dall'unione di Flavia (Pennetta) e Roberta (Vinci), le tenniste che portarono la Puglia ai vertici dello sporto mondiale, nella finale Us Open 2015. In quanto a originalità non è da meno «Il Bruno dei Vespa», uno dei rossi che nascono nella Masseria Li Reni (fra Manduria e Avetrana): «I produttori di vino in genere danno il proprio nome al vino più importante della cantina - si legge nella presentazione - Bruno Vespa ha fatto la scelta opposta: ha battezzato il vino di minor costo perché la sua sfida è di voler accostare il maggior numero di consumatori a un prodotto con un eccellente rapporto fra qualità e prezzo di vendita».

E infine ecco Ronn Moss L'ultimo a cadere nel tranello delle vigne pugliesi è Ronn Moss. E qui il corteggiamento ha superato l'oceano: l'attore di Los Angeles ormai è un pugliese d'adozione, ha conosciuto il territorio anni fa - per girare alcune puntate della soap opera «Beautiful», in cui è l'universale Ridge Forrester - e non si è più allontanato. Ora vi sta girando un film di cui è anche produttore con la sua DevRonn Enterprise («Viaggio a sorpresa», diretto da Roberto Iza Baeli, in coproduzione con Bros group Italia e con la partnership di Bcc San Marzano), ma ha dato il suo cognome a un progetto firmato con due amici, Donato Pistola e Tiziano Cavaliere, mettendolo in bella vista sulle bottiglie. Wine Moss ha sede a Fasano, e per ora ha nel listino due rossi (Primitivo di Manduria), un bianco (Verdeca) e un rosato (Susumaniello).

Salotti pugliesi «in» Svuotate le ville di Rosamarina, tornati i baresi a casa, restano in alto Salento le signore che non hanno bisogno di lavorare per vivere. A Ostuni ha organizzato un lunch per amiche Catherine Price Mondadori nella sua magnifica magione con piscina color pece. Nel giardino dei limoni, collocato in pieno centro storico, invita a cena Angela Anglani, nota per la sua collezioni di quadri che vanno da Guttuso a De Chirico. Angela organizza ogni anno una serata a Natale con uno spettacolare albero progettato da Domenico Caramia ma si diletta in cucina per piccoli dinner tutto l'anno. Tavola decorata con limoni del suo giardino, fiumi di Champagne e panzerotti tipici fritti live. Le amiche fanno a gara a farsi invitare ma la lista di Angela è blindata. Brava!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie