Martedì 01 Dicembre 2020 | 09:11

NEWS DALLA SEZIONE

nel foggiano
Manfredonia, 38enne ucciso a coltellate in campagna: indagano i cc

Manfredonia, 38enne ucciso a coltellate in campagna: indagano i cc

 
La novità
Foggia, al Riuniti un team multidisciplinare per trattamento degli aneurismi cerebrali

Foggia, al Riuniti un team multidisciplinare per trattamento degli aneurismi cerebrali

 
Il caso
Mafia, strage di San Marco in Lamis: basista condannato all'ergastolo

Mafia, strage di San Marco in Lamis: basista condannato all'ergastolo. La vedova: «Finalmente aria pulita»

 
Il caso
Foggia, al Policlinico parte il progetto «Riuniti e mai soli»: sostegno psicologico per pazienti Covid-positivi

Foggia, al Policlinico parte il progetto «Riuniti e mai soli»: sostegno psicologico per pazienti Covid-positivi

 
Il processo
Strage di San Marco in Lamis: Pm chiede ergastolo per basista

Strage di San Marco in Lamis: Pm chiede ergastolo per basista

 
SAN PAOLO DI CIVITATE
Foggia, in auto con 200 grammi di eroina e a casa nascondeva 15mila euro: arrestato pregiudicato

Foggia, in auto con 200 grammi di eroina e a casa nascondeva 15mila euro: arrestato pregiudicato

 
controlli della ps
Cerignola, nascondeva in campagna fucile, pistole e munizioni: arrestato 61enne

Cerignola, nascondeva in campagna fucile, pistole e munizioni: arrestato 61enne

 
pericolo contagio
Accadia, focolaio Covid in casa di risposo: 44 postivi e una 95enne deceduta

Accadia, focolaio Covid in casa di riposo: 44 positivi e una 95enne deceduta

 
L'emergenza
Lucera, soccorritore positivo al Covid muore a San Giovanni Rotodo

Lucera, soccorritore positivo al Covid muore a San Giovanni Rotodo

 

Il Biancorosso

L'ultimo saluto
Bari, addio a Michele Giura: ex ad del Bari e revisore dei conti della Figc

Bari, addio a Michele Giura: ex ad del Bari e revisore dei conti della Figc

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggianel foggiano
Manfredonia, 38enne ucciso a coltellate in campagna: indagano i cc

Manfredonia, 38enne ucciso a coltellate in campagna: indagano i cc

 
PotenzaLa classifica
Qualità della vita in Italia, Potenza è 41esima: il plauso di Salvini

Qualità della vita in Italia, Potenza è 41esima: il plauso di Salvini

 
Bari5° edizione
Bari, domani l'ultimo panel del Forum delle giornaliste del Mediterraneo

Bari, domani l'ultimo panel del Forum delle giornaliste del Mediterraneo

 
LecceIl ritrovamento
Salento, è stata ritrovata l'asinella Grisonda rubata qualche giorno fa

Salento, è stata ritrovata l'asinella Grisonda rubata qualche giorno fa

 
Tarantoil commento
Covid 19, il sindaco di Taranto: «Restrizioni efficaci, no al liberi tutti»

Covid 19, il sindaco di Taranto: «Restrizioni efficaci, no al liberi tutti»

 
BrindisiIl caso
Brindisi, porto e terminale gas: lettera a Conte e ai ministri

Brindisi, porto e terminale gas: lettera a Conte e ai ministri

 
Materasanità
Matera, sindacati si schierano in difesa dell'soedale

Matera, sindacati si schierano in difesa dell'ospedale. Regione: «Sì a tavolo permanente»

 
BatL'episodio
Barletta chiusura cimitero, insulti e minacce al sindaco: solidarietà a Cannito

Barletta chiusura cimitero, insulti e minacce al sindaco: solidarietà a Cannito

 

i più letti

nel Foggiano

Mafia a Vieste, tentarono di uccidere boss Raduano: condannati due cugini

Ferito, riuscì a salvarsi nascondendosi a casa di un parente

Mafia a Vieste, tentarono di uccidere boss Raduano: condannati due cugini

Il gup del Tribunale di Bari Luigia Lambriola ha condannato alla pena di 14 anni e sei mesi di reclusione i cugini Claudio e Giovanni Iannoli, imputati per il tentato omicidio del boss di Vieste (Foggia) Marco Raduano, avvenuto il 21 marzo 2018. Il giudice ha riconosciuto l'aggravante mafiosa. La sentenza è stata emessa al termine di un processo con il rito abbreviato, uno dei pochi che ancora vengono celebrati vista la sospensione delle udienze per l'emergenza coronavirus. Gli imputati, entrambi detenuti, hanno partecipato all’udienza collegati in videoconferenza dal carcere.
Stando alle indagini coordinate dal pm della Dda di Bari Ettore Cardinali, i due imputati, in concorso con il pregiudicato Gianmarco Pecorelli e su mandato del capo clan Girolamo Perna (questi ultimi entrambi uccisi in agguati mafiosi rispettivamente il 18 giugno 2018 e il 26 aprile 2019), tentarono di uccidere il boss del clan rivale colpendolo a braccia, spalla e gambe con proiettili sparati con due fucili e un kalashnikov. Secondo la Dda il ferimento rientrava nella guerra tra i due clan rivali di Vieste Perna e Raduano che dal 2015 ha causato nove omicidi. L’agguato del 21 marzo 2018 è il secondo della sequenza dei tre «delitti del 21 marzo», giorno simbolo dell’antimafia, dopo l’omicidio di Giuseppe Silvestri, del 21 marzo 2017, e quello di Francesco Pio Gentile, commesso a Mattinata il 21 marzo 2019.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie