Lunedì 30 Marzo 2020 | 12:02

NEWS DALLA SEZIONE

Il fatto
Foggia, incendio Borgo Mezzanone. La denuncia: «Vigili del fuoco aggrediti»

Foggia, incendio Borgo Mezzanone. La denuncia: «Vigili del fuoco aggrediti»

 
La denuncia
Poliziotti penitenziari picchiati in carcere a Foggia e Trani: «Siamo abbandonati»

Poliziotti penitenziari picchiati in carcere a Foggia e Trani: «Siamo abbandonati»

 
pene inasprite
Rivolta in carcere Foggia: nuove misure per 4 detenuti

Rivolta in carcere Foggia: nuove misure per 4 detenuti

 
cultura
Le Isole Tremiti in tv su «National Geographic»

Le Isole Tremiti in tv su «National Geographic»

 
Nel Foggiano
Fiamme in baracca migranti a Borgo Mezzanone nella notte

Incendio nella notte a Borgo Mezzanone, almeno 30 baracche distrutte

 
emergenza coronavirus
Cerignola, raffiche di controlli e 300 denunciati per violazione obblighi anti-contagio

Cerignola, raffiche di controlli e 300 denunce per violazione obblighi anti-contagio

 
l'allarme
Coronavirus, a Foggia muore operatore del 118: aveva 48 anni

Coronavirus, a Foggia muore operatore del 118: aveva 48 anni

 
le dichiarazioni
Confindustria Foggia lancia allarme: «Tutto fermo, imprese al collasso»

Confindustria Foggia lancia allarme: «Tutto fermo, imprese al collasso»

 
La decisione
Coronavirus, sindaco di Foggia dona sua indennità a bisognosi

Coronavirus, sindaco di Foggia dona sua indennità a bisognosi

 
Virus
Covid 19 a Foggia, positivi due operatori di una casa di riposo per anziani

Covid 19 a Foggia, positivi due operatori di una casa di riposo per anziani

 

Il Biancorosso

le dichiarazioni
Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria»

Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariemergenza coronavirus
Acquaviva, fondi Cei anche per l'ospedale «Miulli»

Acquaviva, fondi Cei anche per l'ospedale «Miulli»

 
FoggiaIl fatto
Foggia, incendio Borgo Mezzanone. La denuncia: «Vigili del fuoco aggrediti»

Foggia, incendio Borgo Mezzanone. La denuncia: «Vigili del fuoco aggrediti»

 
PotenzaLa decisione
Truffa parchi fotovoltaici in Basilicata, confermati sequestri

Truffa parchi fotovoltaici in Basilicata, confermati sequestri

 
Materacontrolli
Matera, a spasso con l'eroina: arrestato pusher

Matera, a spasso con l'eroina: arrestato pusher

 
Batemergenza coronavirus
Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

 
Hometragedia sfiorata
Galatina, fiamme al materasso, divampa incendio in stanza ospedale

Galatina, paura in ospedale: a fuoco materasso, fiamme in una stanza

 
TarantoIl personaggio
Camillo Pace esorcizza il Covid 19:  con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

Camillo Pace esorcizza il Covid 19: con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

 

i più letti

L'omicidio di Filomena Bruno

Orta Nova, uccisa dall'ex genero, i familiari citano in causa i cc: «Protezione fu insufficiente»

La famiglia ha deciso di fare causa all’Arma dei Carabinieri e quindi di citare in giudizio i Ministeri della Difesa e della Giustizia

Donna uccisa a Orta Nova: a ex genero si contesta la premeditazione

foto Maizzi

FOGGIA - «Le misure di protezione messe in campo per proteggere Filomena Bruno furono assolutamente insufficienti e comunque non furono quelle previste dalla legge cosiddetta 'codice-rossò». Lo sostengono i familiari della donna uccisa a coltellate il 28 ottobre scorso a Orta Nova (Foggia) dal 36enne Cristoforo Aghilar - ex compagno della figlia della vittima che, arrestato due giorni dopo, ha confessato - i quali hanno deciso di fare causa all’Arma dei Carabinieri e quindi di citare in giudizio i Ministeri della Difesa e della Giustizia. Lo rende noto il legale della famiglia, Michele Sodrio, che parla di «negligenze» nella gestione del caso nei giorni precedenti l’omicidio.
«I familiari - afferma Sodrio - denunciano che Filomena Bruno dovesse essere collocata in una struttura protetta, le cosiddette case-rifugio, espressamente previste dalla legge per la protezione delle donne vittime di violenze. Figli, madre e fratelli della vittima ricordano che Aghilar, già nei giorni e nelle settimane precedenti, aveva pesantemente e ripetutamente minacciato tutta la famiglia della Bruno, tanto che due dei figli fuggirono da Orta Nova facendo perdere le loro tracce, proprio perché terrorizzati dall’assassino». Addirittura, ricorda l’avvocato, due sere prima, il 26 ottobre, Filomena Bruno e il fratello Antonio erano stati minacciati da Aghilar con una pistola.
Nei giorni scorsi le parti sono comparse davanti all’organismo di mediazione del Tribunale di Foggia, attivato su richiesta dei parenti, e «in quell'occasione - sottolinea Sodrio - i due Ministeri non si sono nemmeno presentati, quindi si prevede che nelle prossime settimane la causa proseguirà con un vero e proprio processo civile». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie