Mercoledì 12 Agosto 2020 | 17:51

NEWS DALLA SEZIONE

Il furtto
Gargano, rubano soldi e documenti a coppia di turisti della Repubblica Ceca

Gargano, rubano soldi e documenti a coppia di turisti della Repubblica Ceca

 
Verso il voto
Regionali Puglia, Michaela Di Donna esclusa da Forza Italia e manda una frecciata a Fitto

Regionali Puglia, Michaela Di Donna esclusa da Forza Italia e manda una frecciata a Fitto

 
la decisione
Foggia, notificata custodia in carcere per Cristoforo Aghilar, ultimo catturato dopo la maxi-evasione

Foggia, notificata custodia in carcere per Cristoforo Aghilar, ultimo catturato dopo la maxi-evasione

 
carabinieri
Movida selvaggia sul Gargano: droga e armi, nei bar niente mascherine, denunce e multe

Movida selvaggia sul Gargano: droga e armi, nei bar niente mascherine, denunce e multe

 
CRIMINALITÀ
Cerignola, una stessa banda dietro i 2 assalti falliti sull'A/14?

Cerignola, una stessa banda dietro i 2 assalti falliti sull'A/14?

 
nel foggiano
Cagnano Varano, fanno saltare in aria bancomat: si indaga, auto ritrovata in un fosso

Cagnano Varano, fanno saltare in aria bancomat: si indaga, auto ritrovata in un fosso

 
il caso
Foggia, fidanzati si appartano in macchina: uomo li minaccia con fucile

Foggia, fidanzati si appartano in macchina: uomo li minaccia con fucile

 
Le misure anticontagio
Covid 19, troppi focolai a Cerignola: scatta obbligo di mascherina anche all'aperto

Covid 19, troppi focolai a Cerignola: scatta obbligo di mascherina anche all'aperto

 
RIQUALIFICAZIONE
San Severo, immobili confiscati alle cosche mafiose destinati al Comune

San Severo, immobili confiscati alle cosche mafiose destinati al Comune

 
Le immagini
Foggia, il video dell'assalto al portavalori tra sparatorie e auto in fiamme: A14 bloccata

Foggia, il video dell'assalto al portavalori tra sparatorie e auto in fiamme: A14 bloccata

 
Vip in Puglia
Bocelli alle Isole Tremiti: armato di fisarmonica per un concerto improvvisato

Bocelli alle Isole Tremiti: armato di fisarmonica per un concerto improvvisato

 

Il Biancorosso

serie C
Vivarini, Auteri e i «due» Bari

Vivarini, Auteri e i «due» Bari: grandi cambi o tanta fantasia

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl furtto
Gargano, rubano soldi e documenti a coppia di turisti della Repubblica Ceca

Gargano, rubano soldi e documenti a coppia di turisti della Repubblica Ceca

 
TarantoI dati del 2020
Mittal, la denuncia del comitato difesa salute: «Ai Tamburi raddoppio di benzene nell'aria»

Mittal, la denuncia del comitato difesa salute: «Ai Tamburi raddoppio di benzene nell'aria»

 
BariLA GAZZETTA NEI BAR
La partita in tv, un caffè e la Gazzetta

La partita in tv, un caffè e la Gazzetta

 
Bati fatti nel 2018
Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

 
Leccenel basso salento
Gagliano del Capo, si intrufola in casa di una donna e tenta di violentarla: arrestato

Gagliano del Capo, si intrufola in casa di una donna e tenta di violentarla: arrestato

 
PotenzaIL CASO

Aiuti alle imprese colpite da crisi: c'è un caso Viggiano, il sindaco prende i soldi del bando comunale

 
MateraNel Materano
Policoro, gasolio venduto illecitamente: 8 indagati

Policoro, gasolio venduto illecitamente in stazione di servizio «abusiva»: 8 indagati

 

i più letti

Processo Rodolfo

Racket a Foggia, inflitti 35 anni a due boss tra i sei condannati

Vittima pagò pizzo per essere protetta dai primi estorsori. Inflitti 8 anni e mezzo a Francavilla, 5 anni e 6 mesi a Vito Bruno Lanza

Racket a Foggia, inflitti 35 anni a due boss tra i sei condannati

FOGGIA - Sei condanne per complessivi 35 anni e 6 mesi, con pene da 2 a 8 anni e mezzo, e riconoscimento dell’aggravante della mafiosità. È la sentenza pronunciata mercoledì sera, dopo oltre due ore di camera di consiglio ed al termine del processo iniziato ad aprile 2017, dai giudici del Tribunale nella tranche foggiana del processo di primo grado «Rodolfo» a 6 foggiani: 5 sono accusati di estorsione aggravata dalla mafiosità ai fratelli, Franco e Biagio Curcelli. Altri 6 imputati sono stati condannati nella tranche del processo abbreviato: per 3 le condanne sono definitive, per altri 3 pende il ricorso in Cassazione.

Le vittime - a essere taglieggiato sarebbe stato soprattutto Franco Curcelli - sono imprenditori del settore agro-alimentare che per 8 anni, dal 2008 al 2015, avrebbero pagato in vari modi il pizzo a esponenti di due clan rivali della «Società foggiana»: tangenti mensili tra i mille e 3mila euro; assunzioni di chi al lavoro non andava; «contribuendo» alle spese legali di un detenuto. Franco Curcelli inizialmente avrebbe pagato il pizzo a esponenti del clan Francavilla; poi a causa del presunto atteggiamento prevaricatore di Antonello Francavilla, al vertice dell’omonima batteria, si sarebbe impaurito, finendo per chiedere protezione a esponenti del gruppo rivale Moretti/Pellegrino, pagando così la tangente mensile anche a questi ultimi. L’accusa poggia essenzialmente su intercettazioni a carico di Franco Curcelli (fu indagato per favoreggiamento durante le indagini perché avrebbe mentito sui rapporti con gli estorsori) che parlando con collaboratori si sarebbe sfogato sul fatto d’essere sotto ricatto.

Inflitti 8 anni e 6 mesi a Antonello Francavilla, 42 anni, detenuto in carcere anche per questa vicenda, al vertice dell’omonimo clan federato col gruppo Sinesi: è stato riconosciuto colpevole di concorso nell’estorsione del giugno-novembre 2013 con rate mensili di 3mila euro da parte di Franco Curcelli, ed è stato assolto dall’analoga accusa di concorso in un’ulteriore taglieggio alla stessa vittima del maggio-giugno 2014 quando furono pagati 2450 euro (il pm della Dda Lidia Giorgio chiedeva 8 anni per entrambe le imputazioni). Inflitti 5 anni e 6 mesi alla sorella Leonarda (Dina) Francavilla , 37 anni, a piede libero, imputata di concorso in 1 estorsione (4 anni e 8 mesi richiesta del pm); 7 anni e 6 mesi per il marito Mario Lanza, 37 anni, detenuto ai domiciliari (7 anni chiedeva la Dda): marito e moglie avrebbero costretto Franco Curcelli a assumere la Francavilla in una sua azienda, pagandole lo stipendio per 7 anni nonostante al lavoro non ci andasse.

Condannato a 5 anni e 6 mesi Vito Bruno Lanza, 66 anni, detto «u’ lepre», omonimo di Mario e al vertice del clan Moretti/Pellegrino/Lanza, ai domiciliari per il «caso Rodolfo» ma detenuto in carcere nell’inchiesta «Decima azione» contro la mafia del pizzo: colpevole di concorso in un’estorsione per aver imposto a Franco Curcelli nell’aprile 2014 di pagfare 600 euro quale «contributo» per le spese legali di un figlio detenuto (il pm chiedeva 7 anni). Inflitti 6 anni e 6 mesi a Leonardo Lanza , 39 anni, figlio di Vito Bruno, a piede libero per questa vicenda ma detenuto per «Decima azione», imputato di un’estorsione per aver imposto ai fratelli Franco e Biagio Curcelli l’assunzione in una loro azienda, nonostante fosse di fatto un assenteista (7 anni la richiesta del pm). Infine inflitti 2 anni a Marco Matteo Piserchia , 44 anni, a piede libero, estraneo al filone estorsivo dell’inchiesta: risponde di concorso con Emiliano Francavilla (fratello di Antonello e condannato in via definitiva a 5 anni e 6 mesi nel processo abbreviato per questo reato e 3 estorsioni) perché avrebbe eluso le norme in materia di misure di prevenzione patrimoniale, facendo da prestanome quale titolare di un terreno in zona Celone dove Emiliano Francavilla si stava facendo costruire un villino, secondo l’accusa (la Dda chiedeva 2 anni).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie