Giovedì 12 Dicembre 2019 | 16:55

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Foggiano
San Severo, sorpresi a rubare ne cimitero: ladri messi in fuga

San Severo, sorpresi a rubare nel cimitero: ladri messi in fuga

 
panico nello scalo
Foggia, minaccia passeggeri in stazione con un grosso coltello: arrestato 22enne bulgaro

Foggia, minaccia passeggeri in stazione con un grosso coltello: arrestato 22enne bulgaro

 
Vertice in Prefettura
Foggia, famiglie in container: sindaco firmerà ordinanza sgombero

Foggia, famiglie in container: sindaco firmerà ordinanza sgombero

 
nel centro storico
Foggia: offre alcol a minorenni, sospesa licenza per 3 giorni a titolare «cicchetteria»

Foggia: offre alcol a minorenni, sospesa licenza per 3 giorni a titolare «cicchetteria»

 
San Nicandro Garganico
Pestano due carabinieri nel Foggiano e fuggono: ricercati due uomini

Pestano due carabinieri nel Foggiano e fuggono: una denuncia e un ricercato

 
La sentenza
Foggia, ai bambini: «Sgozzate i miscredenti». Condannato per terrorismo un egiziano

Foggia, ai bambini: «Sgozzate i miscredenti». Condannato per terrorismo un egiziano

 
L'estorsione
Foggia: «Vuoi essere protetto? Dacci 200 euro», 2 arresti

Foggia: «Vuoi essere protetto? Dacci 200 euro», 2 arresti

 
Nel foggiano
volante polizia

San Severo, in fuga per 30 chilometri: aveva eroina nell'auto

 
Festività 2019
Al via il Natale a Foggia con ruota panoramica, pista di pattinaggio e albero illuminato

Al via il Natale a Foggia con ruota panoramica, pista di pattinaggio e albero illuminato

 
L'arresto
Preparavano assalto ad un bancomat a Chieti: in manette 4 foggiani

Preparavano assalto ad un bancomat a Chieti: in manette 4 foggiani

 

Il Biancorosso

serie c
Il Bari senza Di Cesare è una prova di maturità

Il Bari senza Di Cesare è una prova di maturità

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaTecnologia
Potenza, VV.FF., sperimentato sistema di trasmissione dati in tempo reale

Potenza, VV.FF., sperimentato sistema di trasmissione dati in tempo reale

 
TarantoSS Annunziata
Taranto, il 20 dicembre reparto intitolato a Nadia Toffa

Taranto, il 20 dicembre reparto intitolato a Nadia Toffa

 
Barila sentenza
Bari, violenza di gruppo su una 25enne al Cara: condannati 6 nigeriani

Bari, violenza di gruppo su una 25enne al Cara: condannati 6 nigeriani

 
FoggiaNel Foggiano
San Severo, sorpresi a rubare ne cimitero: ladri messi in fuga

San Severo, sorpresi a rubare nel cimitero: ladri messi in fuga

 
Leccel'episodio la notte scorsa
Lecce, vandali nel presepe di Piazza Duomo: pupi mutilati e imbrattati

Lecce, vandali nel presepe di Piazza Duomo: pupi mutilati e imbrattati

 
Brindisidai carabinieri
Ceglie Messapica, in cantina ha 18 kg di sigarette di contrabbando: arrestato

Ceglie Messapica, in cantina ha 18 kg di sigarette di contrabbando: arrestato

 
Bat«chiavi della città»
Trani, soldi alla squadra in cambio di appalti: chiusa inchiesta, Giancaspro tra i 10 indagati

Trani, soldi alla squadra in cambio di appalti: chiusa inchiesta, Giancaspro tra i 10 indagati

 
Materanel Materano
Stop mezzi pesanti sulla Cavonica, autotrasportatore si sfoga: «Costretto a fare 300km in più»

Stop mezzi pesanti sulla Cavonica, autotrasportatore si sfoga: «Costretto a fare 300km in più»

 

i più letti

CIS

Contratto di sviluppo, martedì a Foggia la firma alla presenza di Conte

In Prefettura il via libera a 43 progetti che liberano risorse per 280 milioni

Foggia, Si svuota il portafoglio del «Cis»

FOGGIA - Ci siamo con la firma del «Cis», il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, sarà martedì in Prefettura per presenziare, con il ministro per il Sud, Barbara Lezzi, alla firma del Contratto istituzionale di sviluppo per la Capitanata, un imponente piano di opere pubbliche di 280 milioni che dovrebbe consentire alla provincia di Foggia di aumentare la sua capacità attrattiva e di potenziare le sue ricadute economico-produttive sulla popolazione. Si chiude un percorso cominciato il 27 dicembre scorso quando il Cis fu presentato dal governo ai comuni. Somme «immediatamente spendibili», è stato ricordato dall’amministratore delegato di Invitalia, Domenico Arcuri, nel corso dell’ultima riunione tecnica in Prefettura con i sindaci lo scorso 5 luglio.

In provincia di Foggia, come si ricorderà, il Cis finanzia 43 progetti il 50% dei quali destinato alla riqualificazione di strade, tema sul quale ha puntato il dito la cabina di regia nel confronto di questi mesi con Palazzo Chigi denunciando il rischio di un progressivo isolamento a causa del penoso stato di conservazione di molte arterie. Nel pacchetto anche significativi investimenti industriali (gruppo Leonardo e Snam), riqualificazioni urbanistiche (Ordona, San Marco in Lamis, l’idroscalo San Nicola Imbuti), rilancio di siti archeologici (Faragola, Herdonia), il miglioramento delle attrezzature sanitarie (il polo biotech a Casa Sollievo della Sofferenza). L’ultimo tavolo è servito a smussare gli angoli con i sindaci, alcuni particolarmente critici con il governo per aver privilegiato alcuni territori a scapito di altri. Ad esempio aveva suscitato rumore l’esclusione dall’elenco della strada regionale 1, l’arteria che collegherà i caselli di Candela e di Poggio imperiale sulla quale i sindaci dei monti dauni scommettono sulla sua importanza strategica per ridare una speranza a una trentina di comuni oggi isolati e sempre più condannati al calo demografico. Alla fine si è trovato un compromesso, sarà l’Anas a realizzare la superstrada mentre il Cis finanzierà la progettazione esecutiva: in virtù di questo accordo, il presidente della Provincia, Nicola Gatta, informa di aver avviato le procedure per il trasferimento all’Anas delle competenze di gestione della futura superstrada (ad oggi esiste solo un lotto già ultimato) oggi in capo all’ente di Palazzo Dogana.

Ma sempre in tema di strade restano a bocca asciutta i sindaci del Gargano (e i mal di pancia non si sono attenuati) che confidavano sul prolungamento del tratto dall’ultima galleria di Mattinata fino a Peschici. Come pure si sono perse le tracce del contratto di sviluppo da 50 milioni per incentivare il turismo e le attività connesse sul promontorio di cui si era parlato agli albori del Cis. È inserimento dell’utimora invece il finanziamento da 3 milioni per la bonifica dell’area sull’ex pista di borgo Mezzanone, quando sarà eliminata l’ultima baracca a seguito delle demolizioni già attuate e delle altre che seguiranno ad opera di Prefettura e Procura della Repubblica. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie