Mercoledì 24 Aprile 2019 | 14:34

NEWS DALLA SEZIONE

A rischio 1,8 milioni di chilometri
Foggia, il trasporto locale non regge I sindacati: «Si salvi il lavoro»

Foggia, trasporto locale non regge. Sindacati:«Si salvi il lavoro»

 
La strage
Mafia, intitolato ai fratelli Luciani presidio Libera San Marco in Lamis

Mafia, intitolato ai fratelli Luciani presidio Libera San Marco in Lamis

 
Sull'Isola di Capraia
Migranti, 17 curdi sbarcano alle Isole Tremiti: tra loro donne e bambini

Migranti, 18 curdi sbarcano alle Isole Tremiti: hanno pagato 4mila euro per il viaggio

 
Violenza in famiglia
Rodi Garganico, minaccia i parenti con bastone e aggredisce i cc: arrestato 60enne

Rodi Garganico, minaccia i parenti con bastone e aggredisce i Cc

 
Occupazione
Foggia, nuove assunzioni in Camera di commercio

Foggia, nuove assunzioni in Camera di commercio

 
Spaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
Un 23enne
Cerignola, spacciatore ingoia dosi di coca: è in Rianimazione

Cerignola, spacciatore ingoia dosi di cocaina: finisce in Rianimazione

 
Operazione Ultimo Avamposto
Foggia, blitz antidroga sul Gargano: le videointercettazioni

Foggia, blitz antidroga sul Gargano: le videointercettazioni

 
Contratto di sviluppo
Distretto agroindustria, Foggia vuole 100 milioni

Distretto agroindustria, Foggia vuole 100 milioni

 
L’operazione della Dia
Mafia e droga, maxi blitz della polizia: arrestati boss del Gargano

Blitz antidroga della polizia: 10 arresti tra cui boss del Gargano

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa?
Si accarezza il sogno scudetto

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoPrimo caso a Sud
Taranto, operata di tumore al cervello mentre suona il violino

Taranto, operata di tumore al cervello mentre suona il violino

 
BariNel quartiere San Paolo
Bari, col fratello fa irruzione in casa e aggredisce ex moglie: arrestati

Bari, col fratello fa irruzione in casa e aggredisce ex moglie: arrestati

 
LecceL'operazione dei cc
Lecce, distruggono i vetri di 5 auto e di un’ambulanza: denunciati

Lecce, distruggono i vetri di 5 auto e di un’ambulanza: denunciati

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 
BatBotta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 

I fondi

Il Miur dovrà liquidare 7 mln all'Università di Foggia

Tre i progetti finiti anche in una indagine della Finanza

Università di Foggia

FOGGIA - Ammonta ad oltre 7 milioni e 200 mila euro la somma che Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca dovrà liquidare al Distretto Tecnologico Agroalimentare (DARe) dell’Università di Foggia. È quanto stabilito dal giudice Francesco Oddi della II sezione civile del Tribunale ordinario di Roma che ha «autorizzato la provvisoria esecuzione del decreto ingiuntivo» presentato dal DARe nei confronti del Miur.

I progetti che il Tribunale di Roma ha ordinato di liquidare in favore del DARe risalgono al 2010, quando vennero banditi dal Ministero. Il DARe se ne aggiudicò, tra gli altri, tre in particolare: «Proinnobit» dell’importo complessivo di quasi 6,5 milioni di euro; «Simisa» dell’importo superiore ai 6,5 milioni; «Infopack» per un finanziamento di 5,5 milioni. Una parte venne regolarmente liquidata dal Miur in favore del DARe, ma un’altra parte non venne mai liquidata causando una serie di disagi e contenziosi che ricaddero inevitabilmente sulle Università socie del DARe: Foggia, Bari, Salento, Politecnico, LUM. Inoltre i tre progetti «Proinnobit», "Simisa» e «Infopack» sono poi finiti in una inchiesta condotta dalla Guardia di Finanza e coordinata della Procura di Foggia, a seguito della quale sono stati emessi il 12 aprile 2018, 21 avvisi di garanzia ed il sequestro di molte attrezzature universitarie da parte dei finanzieri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400