Lunedì 09 Dicembre 2019 | 10:48

NEWS DALLA SEZIONE

Nel foggiano
volante polizia

San Severo, in fuga per 30 chilometri: aveva eroina nell'auto

 
Festività 2019
Al via il Natale a Foggia con ruota panoramica, pista di pattinaggio e albero illuminato

Al via il Natale a Foggia con ruota panoramica, pista di pattinaggio e albero illuminato

 
L'arresto
Preparavano assalto ad un bancomat a Chieti: in manette 4 foggiani

Preparavano assalto ad un bancomat a Chieti: in manette 4 foggiani

 
Il riconoscimento
Transumanza patrimonio dell'Unesco, settimana clou per decidere

Transumanza patrimonio dell'Unesco, settimana clou per decidere

 
La decisione
Foggia, le società e i rapporti con il boss Trisciuglio: Tar rigetta ricorsi su interdittive

Foggia, le società e i rapporti con il boss Trisciuoglio: Tar rigetta ricorsi su interdittive

 
Sanità
A Foggia elisoccorso notturno attivo tutto l'anno e non solo d'estate

A Foggia elisoccorso notturno attivo tutto l'anno e non solo d'estate

 
L'inchiesta
Orta Nova, vendita loculi a Rionero: arrestato consigliere comunale

Orta Nova, vendita loculi a Rionero: arrestato consigliere comunale

 
Aeroporto
Foggia, Gino Lisa: iniziati i lavori di prolungamento della pista

Foggia, Gino Lisa: iniziati i lavori di prolungamento della pista

 
Sanità
Influenza, Asl Foggia distribuisce 123mila dosi di vaccino

Influenza, Asl Foggia distribuisce 123mila dosi di vaccino

 

Il Biancorosso

Al San Nicola
Il Bari aggancia il Potenza: la partita giocata in casa finisce 2-1

Il Bari aggancia il Potenza: il match finisce 2-1. Rivedi la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

Batnordbarese
Facevano motocross nel Parco dell'Alta Murgia: fuggono alla vista dei cc

Facevano motocross nel Parco dell'Alta Murgia: fuggono alla vista dei cc

 
FoggiaNel foggiano
volante polizia

San Severo, in fuga per 30 chilometri: aveva eroina nell'auto

 
PotenzaLa tragedia
Scivola e cadendo parte un colpo dal suo fucile. Muore un cacciatore

Forenza, scivola e gli parte un colpo dal fucile: muore cacciatore

 
BariLa cena del cuore
Metti una sera a cena con i bimbi autistici dietro i fornelli

Metti una sera a cena a Bari con i bimbi autistici dietro i fornelli

 
HomeIl siderurgico
Cantiere Taranto, a studio sgravi del 100% per chi assume lavoratori ex Ilva

Cantiere Taranto, a studio sgravi del 100% per chi assume lavoratori ex Ilva

 
BrindisiPub Ciporti
Fasano, incendio a un pub: terzo attentato in pochi mesi

Fasano, incendio a un pub: terzo attentato in pochi mesi

 
LecceL'analisi
Lecce, il boom della grande distribuzione: in provincia ci sono 402 strutture

Lecce, il boom della grande distribuzione: in provincia ci sono 402 strutture

 
MateraOperazione dei Cc
Pisticci, sorpresi in garage con 800 grammi di marijuana: in cella due 21enni

Pisticci, sorpresi in garage con 800 grammi di marijuana: in cella due 21enni

 

i più letti

Il caso

Foggia, fratello ragazza uccisa 26 anni fa offre 100mila euro a chi darà informazioni

Elena Mariella fu assassinata nel 1993: all'epoca si pensò a un delitto passionale e fu indagato un architetto, poi scagionato

tribunale di Foggia

«Ho pensato di dare una ricompensa di 100mila euro a colui o a colei che possono dare informazioni utili per mettere dietro le sbarre definitivamente l’assassino di mia sorella». Inizia così la lettera inviata ad alcuni giornali locali da Leopoldo Mariella, fratello di Elena, la 35enne foggiana uccisa 26 anni fa con cinque colpi di pistola in via Ordona Lavello a Foggia. L’uomo ha deciso di offrire questa 'ricompensa' in denaro in occasione dell’anniversario dell’omicidio della sorella, avvenuto la sera del 17 marzo del 1993.


All’epoca dei fatti si parlò di delitto passionale e venne indagato un architetto foggiano. Successivamente caddero tutte le accuse e il caso venne archiviato pochi mesi dopo l’omicidio della giovane. Poi, a marzo dello scorso anno, la Procura di Foggia riaprì le indagini sempre a carico dello stesso architetto, ipotizzando che l’alibi offerto all’epoca dei fatti poggiasse su una falsa testimonianza. Le accuse, però, sono state nuovamente archiviate a gennaio scorso.
Leopoldo Mariella vuole ad ogni costo conoscere il nome dell’assassino di sua sorella. E nella missiva precisa che «le prove devono essere attendibili e concrete. No tipo per sentito dire o altro...». «Quindi - conclude - da deporre con la propria testimonianza presso la Procura della Repubblica di Foggia, polizia giudiziaria dei carabinieri».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie