Venerdì 24 Settembre 2021 | 02:00

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Il caso

Pronto Soccorso, al concorso per dirigenti non si presenta nessuno

La prova è stata annullata, ma il reclutamento nel Foggiano è serio: mancano anche ortopedici e pediatri

Pronto Soccorso, al concorso per dirigenti non si presenta nessuno

Reclutare nuovi medici rischia di diventare una missione disperata per alcune specializzazioni in Capitanata. Alla famigerata penuria di anestesisti negli ospedali foggiani (al policlinico non si contano più gli avvisi pubblici andati deserti) si aggiungono adesso i medici di Pronto soccorso altra categoria che scarseggia come è ormai acclarato dopo quanto successo all’Asl: la selezione per venti nuovi dirigenti medici è andata infatti completamente deserta. Si trattava di incarichi a tempo indeterminato, dunque nessun alibi di provvisorietà secondo cui ci potrebbe essere in effetti qualche remora nella scelta. Eppure alla chiamata non ha risposto «nessuno», come ha dovuto precisare sconsolato il direttore generale dell’Azienda sanitaria locale, Vito Piazzolla.


E in corsia di questo passo il personale continuerà a scarseggiare se è vero, come è vero, che ormai il rapporto medico/cittadino rispetto alla media nazionale in Puglia ha raggiunto una forbice di 15mila unità in meno.
Ma veniamo ai concorsi: a Foggia ormai scarseggiano gli ortopedici, «passati al primo posto nella classifica dei medici più ricercati - ragguaglia Piazzolla - e siamo in difficoltà cone decine di altre specializzazioni. Ormai è un’emergenza». E poi mancano psichiatri, pediatri, medici di medicina generale. C’è un problema ormai evidentemente di reclutamento, molti i medici che si laureano ma circa la metà (o anche meno) riesce a iscriversi a un corso di specializzazione dal momento che le borse scarseggiano un po’ in tutte le regioni. E anzi la Puglia promette di fare eccezione, tra qualche anno però. La Regione da questo punto di vista è corsa ai ripari, il finanziamento garantito da quest’anno e per i prossimi quindici anni di un maggior numero di scuole di specializzazione consentirà di formare nuovi medici che potranno essere assunti probabilmente anche nei nosocomi foggiani. Ma è l’intero assetto per il reclutamento anche andrebbe rivisto.
«Esistono problemi legati al mercato del lavoro molto seri - condivide il direttore generale del policlinico, Vitangelo Dattoli - lo stiamo constatando anche noi. Bisognerà fare un riflessione complessiva per programmare i reclutamenti, altrimenti tra qualche anno che assistenza avremo?».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie