Martedì 16 Luglio 2019 | 05:11

NEWS DALLA SEZIONE

Il video
Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

 
Sulla Statale 16
Lesina, auto impatta contro furgone: un morto e un ferito

Lesina, auto impatta contro furgone: un morto e un ferito

 
Dopo la grandine
Maltempo: regione avvia procedura per stato di calamità nel Gargano

Maltempo: regione avvia procedura per stato di calamità nel Gargano

 
Il caso
Strage di San Marco in Lamis, Regione Puglia si costituisce parte civile

Strage di San Marco in Lamis, Regione Puglia si costituisce parte civile

 
Dal gip
Foggia, costringeva la moglie a vivere con le tapparelle abbassate: 44enne allontanato per maltrattamenti

Foggia, costringeva la moglie a vivere con le tapparelle abbassate: 44enne allontanato

 
il salvataggio
Vieste, i cani bagnino Maya e Axel salvano due ragazzi dalla furia del mare

Vieste, i cani bagnino Maya e Axel salvano due ragazzi dalla furia del mare

 
Lavoro in campagna
Caporalato sul Gargano, sequestrati 10 furgoni «killer» per i braccianti

Caporalato sul Gargano, sequestrati 10 furgoni «killer» per i braccianti

 
Tentata rapina
Foggia, aggredisce e scippa collana ad anziana colf: arrestato

Foggia, aggredisce e scippa collana ad anziana colf: arrestato

 
Il rogo
Lucera, tornano i piromani del castello: brucia la pineta

Lucera, tornano i piromani del castello: brucia la pineta

 
Il caso
Cerignola, auto investe sei adolescenti di 12 e 13 anni: due sono gravi

Cerignola, auto investe sei adolescenti di 12 e 13 anni: due sono gravi

 
Maltempo
Terza tromba d'aria sul Gargano nel giro di 7 giorni: alberi spezzati e tetti divelti

Terza tromba d'aria sul Gargano nel giro di 7 giorni: alberi spezzati e tetti divelti

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIn via Brancaccio
Lecce, crolla facciata di un palazzo del centro: paura tra i residenti

Lecce, crolla facciata di un palazzo del centro: paura tra i residenti

 
FoggiaIl video
Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

 
TarantoLa lettera d'accompagnamento
Fonti M5s: in Cdm candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo

Fonti M5s: in Cdm candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo

 
BariNella zona industriale
Bari, rapinano Banca Popolare di Bari: pistole in faccia ai dipendenti

Bari, rapinano Banca Popolare in via Zippitelli: pistole in faccia ai dipendenti

 
PotenzaIl caso
Potenza, falso avvocato andava in udienza e depositava atti: arrestato

Potenza, falso avvocato andava in udienza e depositava atti: arrestato

 
MateraIl caso
Fiamme nelle campagne del Materano: distrutti 50 ettari

Fiamme nelle campagne del Materano: distrutti 50 ettari di bosco

 
BrindisiDalla polizia
Brindisi, minacciavano e impedivano acquisti alle aste giudiziarie: 4 arresti

Brindisi, minacciavano e impedivano acquisti alle aste giudiziarie: 4 arresti

 
BatArte in cucina
Il volto di Jovanotti su una pizza: così Barletta aspetta il concerto

Il volto di Jovanotti su una pizza: così Barletta aspetta il concerto

 

i più letti

Analisi del sindacato

Sempre meno pescherecci e lavoratori: è crisi nel Foggiano

Ritardi anche per l'indennità dei 30 euro al giorno del fermo pesca

Sempre meno pescherecci e lavoratori: è crisi nel Foggiano

Il settore pesca al vaglio della Fai-Cisl di Manfredonia e territoriale di Foggia. Una analisi a tutto tondo che traccia un quadro della situazione niente affatto edificante, che non suffraga prospettive incoraggianti e non induce tranquillità nei lavoratori di un settore che costituisce uno dei pilasti dell’economia territoriale. Difficoltà di ordine strutturali e organizzative che hanno prodotto una sostanziale contrazione del numero delle barche; e conseguentemente degli addetti al settore diretti e indiretti, con quali ripercussioni sull’economia è facile dedurre. Una situazione di crisi resa più spinosa dalla mancata corresponsione dell’indennità giornaliera di 30 euro del 2017. «Nonostante i ripetuti incontri al ministero del lavoro» rileva il sindacato «non si conoscono i tempi e i modi della sua liquidazione da parte dell’Inps. Una indennità irrisoria che se divisa in ore di lavoro equivale a 4 euro, vale a dire un salario corrispondente a quello sottopagato da certe aziende. La nostra richiesta fino ad ora rimasta senza risposta, è che questa liquidazione potesse intercalarsi durante il fermo pesca».


Non poche riserve il sindacato avanza sul piano di gestione della pesca del rossetto nel compartimento marittimo di Manfredonia. «Dal confronto avuto con il ministero dell’agricoltura e la delegazione Fai di Manfredonia guidata dal segretario nazionale Silvano Giangiacomi» si legge in una nota «non sono state risolte le problematiche relative alla deroga della dimensione minima della maglia della rete e della distanza della costa». I problemi che affliggono l’attività lavorativa dei pescatori, sono tante e diverse. Tra queste «la perdurante mancanza di sostanziali interventi sulla riduzione del gasolio; i decreti attuativi del lavoro usurante e gravoso o le circolari di chiarimento sulle modalità di applicazione; il riconoscimento delle malattie professionali; la sicurezza; gli ammortizzatori sociali; la revisione dell’importo della indennità giornaliera dei 30 euro. Emergenze ed interventi ripetutamente chiesti, e che in ogni caso non sono sufficienti per sopperire alle difficoltà economiche che i pescatori sopportano durante il fermo biologico e alla parificazione dei diritti previdenziali ed assistenziali con altri lavoratori di altri settori produttivi vigenti in Italia».


Forte la lamentela riguardante l’assenza di progetti di rilancio del settore della pesca che quanto meno arrestino la contrazione di barche e di manodopera. «Una lacuna particolarmente avvertita a Manfredonia» rileva il Fai «dove da troppo tempo il settore è allo sbando, privo di un piano di valorizzazione dell’area portuale e commerciale, con un mercato ittico chiuso da oltre un anno. Una situazione inconcepibile che favorisce il mercato nero dei prodotti ittici e dell’indotto che gravita intorno. C’è stato un bando per la ricerca di un gestore, ma non se n’è saputo più nulla».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie