Domenica 19 Settembre 2021 | 01:51

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Le indagini

Foggia, rapina da film in banca con maschera e taglierino: due arresti

Recuperato e restituito il bottino di circa 16mila euro. In manette un 17enne e 18enne

Foggia, rapinano banca in via Matteotti con un taglierino: due ricercati

FOGGIA - Con una maschera di cera sul viso e impugnando un taglierino si è fatto consegnare dal cassiere della banca Popolare di Puglia e Basilicata, a Foggia, 16mila euro e poi è fuggito con il suo complice che lo aspettava all’esterno dell’istituto di credito impedendo l'accesso ad altri clienti. È durata una manciata di minuti la fuga dei due malfattori, un 17enne e un 18enne del posto, che sono stato intercettato poco dopo il colpo dagli agenti della Squadra Mobile - Gruppo Falchi e i carabinieri del Nucleo Radiomobile.

Sul posto, i poliziotti hanno notato due persone fuggire ed è scattato l'inseguimento. Uno dei due rapinatori, durante la corsa, si è disfatto della maschera di silicone utilizzata per il colpo, dando modo ai poliziotti di vederlo in viso.

All’altezza di via Normanno, i due fuggitivi hanno fatto perdere le loro tracce ma solo per pochi istanti: gli agenti hanno infatti rintracciato il giovane che poco prima si era liberato della maschera e che nel frattempo si era disfatto anche dei vestiti usati per la rapina. Alla vista dei poliziotti, ha tentato ancora una volta la fuga, ma inutilmente. A circa trenta metri dal luogo ove era stato fermato il giovane, poi identificato come Fasano, sono stati quindi recuperati abiti, maschera e cutter utilizzati per la rapina.

Non molto distante, i carabinieri - prontamente intervenuti a seguito della segnalazione - hanno intercettato e fermato l’altro giovane, minore di 17 anni. I militari hanno recuperato addosso al ragazzino, nascosta sotto la giacca, tutta la refurtiva: 16.710,00 euro, un bottino molto più ricco di quanto inizialmente stimato. Tra le banconote, vi erano anche quelle “civetta” ossia banconote preventivamente segnate come prevede la procedura antirapina. Dopo gli accertamenti di rito, Fasano è stato associato al carcere di Foggia,  mentre il minore è stato accompagnato nel carcere Minorile di Bari  a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Ecco il video della rapina. (Foto Maizzi)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie