Giovedì 13 Dicembre 2018 | 11:25

NEWS DALLA SEZIONE

Di Jean-Marie Benjamin
Ragazzi sulle tracce di Padre Pio: stasera la prima del film

Ragazzi sulle tracce di Padre Pio: stasera la prima del film

 
Nel foggiano
San Severo: barista nasconde un chilo di cocaina tra le cialde del caffè, arrestato

San Severo: barista nasconde un chilo di cocaina tra le cialde del caffè, arrestato

 
Sequestrate 48 piante
Foggia, aveva in casa una piantagione di marijuana: arrestato

Foggia, aveva in casa una piantagione di marijuana: arrestato

 
Presidente per altri 5 anni
Foggia, camera commercio: rimane Porreca, lo vogliono tutti

Foggia, camera commercio: rimane Porreca, lo vogliono tutti

 
Nel foggiano
Incendio in appartamento a S.Giovanni Rotondo: muore 26enne disabile

Incendio in appartamento a S.Giovanni Rotondo: muore 26enne disabile

 
La cerimonia
Peschici: premio al Senato per la qualità turistica

Peschici: premio al Senato per la qualità turistica

 
Lago di Varano
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il caso
Foggia, minaccia la moglie e molesta la figlia minorenne: arrestato

Foggia, minaccia moglie e molesta figlia: arrestato

 
Anche un disabile
Cerignola, maltrattava bambini a scuola: arrestato maestro 60enne

Cerignola, maltrattava bambini a scuola: arrestato maestro 60enne

 

A Zapponeta (Fg)

Sfruttavano 15 connazionali, arrestati due presunti caporali bulgari

Vivevano in condizioni disumane, alcuni senza contratto di lavoro. I due sono accusati anche di furto aggravato di energia elettrica

Sfruttavano 15 connazionali, arrestati due presunti caporali bulgari

Due presunti caporali bulgari sono stati arrestati in flagranza di reato dai carabinieri a Zapponeta, nel Foggiano. Sono accusati di concorso in intermediazione illecita, sfruttamento del lavoro e furto aggravato di energia elettrica. In manette sono finiti il 43enne Todor Andonov Pavlev e il 23enne Andon Todorov Andonov, accusati di aver sfruttato 15 loro connazionali costringendoli a lavorare oltre le sei ore giornaliere, durante le quali il loro controllo era ininterrotto. Dalle indagini è emerso che alcuni lavoratori erano sprovvisti di contratto di lavoro.
Durante i controlli compiuti dai militari presso l’abitazione dei due presunti caporali è emerso che il contatore elettrico era disabilitato da mesi e che un cavo elettrico era allacciato abusivamente ai pali dell’elettricità. In cambio dell’alloggio e del trasporto nelle campagne i lavoratori pagavano 50 euro al mese a testa di affitto e tre euro per ogni passaggio sul furgone. Per ogni cassone riempito percepivano 4 euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400