Giovedì 23 Settembre 2021 | 21:13

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

A Pescara

Massacrato a coltellate
dopo lite: domani autopsia

Le indagini sulla morte di Salvatore Russo, il 58enne di Apricena ucciso da un vicino di casa con più di 15 fendenti

Massacrato a coltellatedopo lite: domani autopsia

Verrà effettuata domani dall’anatomopatologo Cristian D’Ovidio l’autopsia sul corpo di Salvatore Russo, il 58enne ucciso ieri mattina a Pescara, probabilmente nel corso di una lite condominiale, dal 51enne Roberto Mucciante, ora nel carcere pescarese di San Donato con l'accusa di omicidio aggravato. L’esame autoptico servirà a stabilire quali sono state le coltellate fatali e da quanti fendenti è stata raggiunta la vittima.

Domani sarà presente all’autopsia un medico legale di Foggia, nominato dalla famiglia di Russo che era originario di Apricena (Foggia). Intanto i Carabinieri stanno ascoltando i vicini di casa di Russo e Mucciante, per capire quali fossero i rapporti fra i due. Non risulta agli investigatori, come invece emerso in un primo momento, che Mucciante, incensurato, avesse avuto in passato problemi psichici; attualmente non lavorava ed era alla ricerca di un’occupazione. Nelle prossime ore si saprà quando il 51enne verrà ascoltato dal magistrato.

Secondo una prima ricostruzione, dopo aver incontrato Russo nei locali garage, Mucciante ha intrapreso una colluttazione con la vittima per poi poi sferrargli numerosi fendenti con un coltello da cucina, alla regione toracica e dorsale. L’arma è stata sequestrata. Il corpo della vittima è stato rinvenuto nel garage.

Dopo aver accoltellato il sessantenne, Mucciante è risalito a casa, secondo la ricostruzione iniziale, dove vive con la madre, con la mano insanguinata e sotto shock. Poi il trasferimento in ospedale dove è stato accompagnato in pronto soccorso perché leggermente ferito. Il fatto è avvenuto in una palazzina fra via del Circuito e via Pian delle Mele, nella zona collinare di Pescara, e a poche centinaia di metri dall’ospedale civile.

Russo, dopo essere stato colpito e accoltellato, è stato soccorso inutilmente dai sanitari del 118 perchè già morto. In base all’ispezione cadaverica eseguita dal medico legale, Cristian D’Ovidio, oltre una quindicina i fendenti che hanno colpito Russo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie