Lunedì 26 Ottobre 2020 | 00:08

NEWS DALLA SEZIONE

L'appello
Misure anti Covid, Teatri di Bari contro chiusura cinema e politeami Al Petruzzelli stagione concerti in streaming

Misure anti Covid, Teatri di Bari contro chiusura cinema e politeami. Al Petruzzelli stagione concerti in streaming

 
Cultura
«Vera & Giuliano» e «Alida»: cinema, amore e coraggio

«Vera & Giuliano» e «Alida»: cinema, amore e coraggio

 
Cinema
Ecco il trailer del film «La vita davanti a sé»: il film con Sophia Loren girato a Bari

L'emozione di Decaro per il trailer del film della Loren girato a Bari

 
teatro
Bari, riprende a fine mese stagione teatrale interrotta a marzo

Bari, riprende a fine mese stagione teatrale interrotta a marzo

 
La recensione
Siamo noi i Predatori: l'esordio esilarante e amaro di Pietro Castellitto

Siamo noi i Predatori: l'esordio esilarante e amaro di Pietro Castellitto

 
La curiosità
World Pasta Day, per Just Eat è la carbonara il piatto più ordinato

World Pasta Day, per Just Eat è la carbonara il piatto più ordinato

 
Lutto nel Cinema
Bari, addio all’attore Vito Cassano

Bari, addio all’attore Vito Cassano

 
Ciak
«Belli ciao», in stazione il set di Pio e Amedeo. Il regista Nunziante: «Io, i treni e il sud»

«Belli ciao», in stazione il set di Pio e Amedeo. Il regista Nunziante: «Io, i treni e il sud»

 
festival
Bari, al via la settima edizione del Network Internazionale Danza Puglia

Bari, al via la settima edizione del Network Internazionale Danza Puglia

 
l'appuntamento
Lecce, dario Argento protagonista del Festival del Cinema Europeo

Lecce, Dario Argento protagonista del Festival del Cinema Europeo

 
l'annuncio
Bari, rinascita teatro Kursaal Santalucia: riapre il 17 e 18 ottobre

Bari, rinascita teatro Kursaal Santalucia: riapre il 17 e 18 ottobre

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, dopo Dpcm la partita con il Catania sarà a porte chiuse

Bari calcio, dopo Dpcm la partita con il Catania sarà a porte chiuse

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Lecce, positivo giudice popolare: Corte d'Assise in isolamento fiduciario

Lecce, positivo giudice popolare: Corte d'Assise in isolamento fiduciario

 
Covid news h 24Il virus
Coronavirus, il Policlinico di Bari è saturo: in arrivo altri 50 posti letto

Coronavirus, il Policlinico di Bari è saturo: in arrivo altri 50 posti letto

 
Covid news h 24Il virus
Coronavirus, positivo il cantautore tarantino Renzo Rubino

Coronavirus, positivo il cantautore tarantino Renzo Rubino

 
BrindisiL'incidente
Francavilla Fontana, impatto tra auto e moto: muore 24enne sul colpo

Francavilla Fontana, impatto tra auto e moto: muore 24enne sul colpo

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus, 81 nuovi contagi in Basilicata: 58 i ricoverati in ospedale

Coronavirus, 81 nuovi contagi in Basilicata: 58 i ricoverati in ospedale

 
Foggiaemergenza Covid
Foggia, Polizia locale: sanzioni in arrivo per chi segnale falsi assembramenti

Foggia, Polizia locale: sanzioni in arrivo per chi segnala falsi assembramenti

 
Batla scorsa notte
Trani, scontro tra auto, una vola dal parapetto: solo danni

Trani, scontro tra auto, una vola dal parapetto: solo danni

 
MateraControlli dei CC
Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

 

i più letti

Cinema

Quanta Puglia ne «L'ultimo giorno del Toro»: da oggi il film con Morrone

Bitontino, ma milanese d'adozione

Quanta Puglia ne «L'ultimo giorno del Toro»: da oggi il film con Morrone

Da sex symbol del momento per la sua interpretazione del criticato film Netflix 365 days (il Cinquanta sfumature di grigio in salsa trash polacca), a un misantropico Leopardi 3.0 nella pellicola indipendente L’ultimo giorno del toro, da oggi ufficialmente nelle sale italiane. Il personaggio è il bitontino d’origine, ma milanese d’adozione, Michele Morrone. Il regista francavillese Alessandro Zizzo gli copre i muscoli divenuti popolari nel mondo (undici milioni di follower su Instagram ne attestano la «febbre» dei fans), con una vestaglia da uomo testardamente casalingo, che nella pellicola di produzione pugliese low cost recita la parte di Valerio Pavazzini. Un ragazzo under 30 con la laurea nel cassetto, che si rifiuta di insegnare perché non vuole ammuffire in una scuola, durante «un’epoca che non è fatta per i letterati» dice lui stesso che tiene banco per quasi tutto l’intero girato del film, destreggiandosi nella sua socio-fobia, usando la devozione per la lingua italiana come l’alibi per r-esistere dentro le quattro pareti.

Seppur restando in vesti domestiche, con l’autoconvincimento di avere un cuore labile (a destra, «fascista» lo chiama la mamma ben interpretata dalla tarantina Antonella Chiloiro), nella sua comoda posizione di figlio di una famiglia agiata, Morrone-Pavazzini costruisce attorno a sé un universo umano fatto di relazioni a raffica, che costituiscono le diverse facce di questa società instabile. Il mondo esterno nel mondo interno che, con pochi mezzi a disposizione, il regista Zizzo colloca dipingendo un vortice di personaggi che inducono alla riflessione. Dal dramma dell’uomo divorziato spremuto dalla moglie assetata di alimenti, allo studente perennemente fuori corso e incapace di essere fedele alla sua ragazza di cui si professa innamorato attribuendo la colpa ai social, «che ai tempi di Leopardi e Dante - perennemente citati dal suo maestro privato-psicologo Pavazzini - non esistevano e difatti amavano una sola, tra Silvia e Beatrice».

Anche Morrone, che nella vita è finito al centro delle cronache rosa per la sua arte «dongiovannesca» (tra il matrimonio finito con due figli assieme alla stilista libanese Rouba Saadeh, il flirt con la ballerina Elena D’Amario e una partecipazione-bomba a Ballando con le stelle), in L’ultimo giorno del segno Toro del protagonista Valerio, ha una sua musa a disposizione. È Camilla, interpretata dalla talentuosa Gloria Radulescu (la giovinezza nel comune di Corato), che prospetta al suo ex fidanzato l’unicità del legame spirituale. «Inarrivabile» dice l’attrice. Di fronte a lei Michele Morrone (anche cantante persuasivo, al debutto discografico con Dark Room) la guarda inebetito, nelle sue convinzioni di saggista letterario in naftalina. Il suo personaggio, che ciondola in casa col libro grammaticale Viva il congiuntivo! (tributo del regista alla sua docente di Linguistica alla «Sapienza» Valeria Della Valle), sembra esattamente l’opposto di Massimo Torricelli, il boss mafioso dalla fissazione erotica della pellicola 365 days, così guardata tanto criticata, come dimostra l’affondo della cantante Duffy che l’ha definita «generatrice dello sfruttamento sessuale». Resta la popolarità di Morrone che Zizzo, spera di «sfruttare» alimentando l’interesse sul suo cinema letterato e che ha in Tornatore la «stella».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie