Sabato 18 Gennaio 2020 | 09:41

NEWS DALLA SEZIONE

calciomercato
Lecce, Falco in bilico: emergenza senza fine

Lecce, Falco in bilico: emergenza senza fine

 
mercato
Lecce, le mani su Acquah: un guerriero per Liverani

Lecce, le mani su Acquah: un guerriero per Liverani

 
Serie A
Lecce calcio, Tabanelli passa a titolo definitivo al Frosinone

Lecce calcio, Tabanelli passa a titolo definitivo al Frosinone

 
Serie A
Lecce calcio, Sticchi Damiani: «Difendere la Serie A a tutti i costi»

Lecce calcio, Sticchi Damiani: «Difendere la Serie A a tutti i costi»

 
Serie A
Lecce

Parma batte il Lecce 2-0 e prosegue la corsa alla zona europea

 
serie a
Lecce, addio a La Mantia: attaccante ceduto all'Empoli

Lecce, addio a La Mantia: attaccante ceduto all'Empoli

 
il caso
Lecce, ex bomber Chevanton a processo per evasione di un milione di euro

Lecce, ex Chevanton a processo per evasione di 1mln di euro

 
Calcio
Lecce, arriva dal Cagliari il centrocampista Deiola

Lecce, arriva dal Cagliari il centrocampista Deiola

 
Calcio
Lecce, Babacar, Lapadula e Tabanelli a rischio contro il Parma

Lecce, Babacar, Lapadula e Tabanelli a rischio contro il Parma

 
serie a
Il Lecce vuole Ionita, ma c'è anche un piano B

Il Lecce vuole Ionita, ma c'è anche un piano B

 
serie a
Lecce, dopo la sconfitta con l'Udinese suona l'allarme

Lecce, dopo la sconfitta con l'Udinese suona l'allarme

 

Il Biancorosso

mercato
Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl video
Bari, Nunzia Caputo e le sue orecchiette sui canali del «Travel Show» del The New York Times

Bari, Nunzia Caputo e le sue orecchiette sui canali del The New York Times

 
BrindisiLa tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
TarantoA Taranto
«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

 
PotenzaLa relazione Dia
In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

 
Leccenel Leccese
Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

 
Batnel nordbarese
Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare Silvestris: si indaga

Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare: si indaga

 
MateraIl caso
Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

 

i più letti

i voti

Lecce, il pagellone di metà stagione: quasi tutti promossi

Bene Lapadula, Mancosu e Falco, la fisicità di Rossettini e Lucioni

Lecce, il pagellone di metà stagione: quasi tutti promossi

Sono 22 i calciatori utilizzati dal Lecce nelle 17 gare del campionato di serie A passate in archivio. Fatta eccezione per le prime due giornate, i giallorossi sono stati sempre fuori dalla zona rossa, ma le ultime due batoste subite contro Brescia e Bologna li hanno fatti risucchiare ad un solo punto dalla terz’ultima piazza.

7: Gabriel, 27 anni, portiere. Presente dal primo all’ultimo minuto in tutte le 17 gare disputate dal Lecce. Ha commesso qualche grave errore ma, nel complesso, sono stati tantissimi gli interventi con i quali ha salvato la propria porta.
Fabio Lucioni, 32 anni, difensore, 16 presenze, 1 gol. Non è esente da colpe su alcune reti incassate dalla squadra, ma è un perno fondamentale della retroguardia al quale in questo momento non ci sono alternative.
Luca Rossettini, 34 anni, difensore, 16 presenze. Per lui vale il discorso fatto per Lucioni, con il quale fa coppia al centro della retroguardia. Ha commesso degli sbagli, ma il Lecce attualmente non può prescindere dalla sua esperienza.
Marco Calderoni, 30 anni, difensore, 16 presenze, 3 gol. Alcuni svarioni commessi in fase di non possesso gridano vendetta, ma ha garantito una spinta inesauribile lungo la corsia sinistra ed ha realizzato 3 reti determinanti per il successo centrato ai danni della Spal e per i pareggi ottenuti contro Milan e Cagliari, in extremis.
Jacopo Petriccione, 24 anni, centrocampista, 14 presenze. Da esordiente in massima serie, il suo avvio di stagione è stato in sordina, ma è cresciuto in maniera esponenziale e, alla lunga, si è rivelato in più continuo tra i giallorossi nella zona nevralgica del terreno di gioco. Ha sfornato anche 4 assist.
Gianluca Lapadula, 29 anni, attaccante, 11 presenze, 4 gol. È stato il più prolifico tra le punte. Ha sempre dimostrato di essere animato da sacro furore, rincorrendo gli avversari e facendo reparto da solo quando è stato necessario.
Filippo Falco, 27 anni, attaccante, 13 presenze, 2 gol. Le sue accelerazioni palla al piede in slalom hanno messo in difficoltà anche i difensori della massima serie dopo avere creato sfracelli in B. Ha firmato 2 reti da applausi, con un tiro a giro, contro il Genoa, e con una punizione pennellata, contro il Sassuolo. La sua capacità di saltare l’uomo potrebbe essere determinante nel prosieguo del torneo.

6,5: Marco Mancosu, 31 anni, centrocampista, 13 presenze, 5 gol. Il capitano ha saltato l’intera fase di preparazione a causa di un acciacco, il che gli ha impedito di mettere in mostra la brillantezza della stagione della promozione. Nonostante ciò, ha firmato reti pesantissime, salvo pagare dazio sul piano fisico nell’ultimo ciclo del 2019. Per restare in A sarà fondamentale riaverlo al top.
Diego Farias, 29 anni, attaccante, 11 presenze, 2 gol. Ha accusato diversi problemini fisici che lo hanno frenato. Quando è stato schierato, però, soprattutto a partita in corso, ha dimostrato di avere i mezzi per spostare gli equilibri perché sa puntare e saltare l’uomo, dettare il passaggio o effettuarlo e concludere in porta.

6: Zan Majer, 27 anni, centrocampista, 13 presenze. Lo sloveno è stato il più continuo in avvio, evidenziando un rendimento costantemente sopra la sufficienza. E’ calato con il trascorre delle giornate. Alla lunga ha dovuto fare anche i conti con qualche acciacco.
Andrea Tabanelli, 29 anni, centrocampista, 12 presenze, 1 gol. Ha alternato prove convincenti a qualcuna non all’altezza, ma spesso il suo dinamismo e la sua fisicità sono stati preziosi, proprio come la rete che ha regalato il 2-2 contro il Genoa.
Panagiotis Tachtsidis, 28 anni, centrocampista, 14 presenze. È il perno della manovra del Lecce. Quando ha girato a dovere ne ha giovato tutto il collettivo, in entrambe le fasi. Quando non ha ingranato, ha sofferto l’intera squadra. Stante il suo fisico statuario, sarebbe lecito attendersi maggiore convinzione nei contrasti.
Andrea La Mantia, 28 anni, attaccante, 13 presenze, 2 gol. Tra le punte era l’unico a non avere mai militato in A, ma ha saputo calarsi nella nuova realtà con l’umiltà che lo caratterizza, facendosi trovare pronto alla chiamata. Ha realizzato la rete che è valsa la vittoria esterna sulla Fiorentina, che potrebbe avere una importanza-chiave nell’economia della stagione.

5,5: Andrea Rispoli, 31 anni, difensore, 15 presenze. Sin qui il suo campionato è stato ad intermittenza.

Biagio Meccariello, 28 anni, difensore, 6 presenze. Ha saltato per infortunio l’intera prima parte del torneo e gli ultimi 4 incontri. Ha alternato cose buone ad altre meno.
Yevhen Shakhov, 29 anni, centrocampista, 12 presenze. Non ha mai convinto del tutto, pur essendo pian piano migliorato rispetto alle prime uscite. Il suo merito maggiore è costituito dagli assist serviti a Lapadula, a Genova, contro la Sampdoria, ed a La Mantia, a Firenze.
Khouma Babacar, 26 anni, attaccante, 13 presenze, 2 gol. Ha dato poco rispetto a ciò che potrebbe per doti atletiche di altissimo livello e per la buona cifra tecnica della quale dispone. Sta a lui metterci quel pizzico di cattiveria agonistica in più che potrebbe fare la differenza.

5: Cristian Dell’Orco, 25 anni, difensore, 4 presenze. Ha avuto la sventura di scendere in campo nella trasferta di Brescia, nella quale si è visto all’opera il peggior Lecce della stagione.

4: Romario Benzar, 27 anni, difensore, 3 presenze. Non si è mai ambientato. Gli è stato dato spazio all’inizio, ma ha deluso enormemente.
Giannelli Imbula, 27 anni, centrocampista, 3 presenze. Un vero e proprio oggetto misterioso. Eppure appena qualche stagione fa un top club del livello dell’Inter ha tentato in tutti i modi di ingaggiarlo.

s.v. Davide Riccardi, 23 anni, difensore. Brayan Vera, 23 anni, difensore. Edgaras Dubickas, 21 anni, attaccante. Hanno giocato solo pochi minuti. Impossibile giudicarne il rendimento.

7: Fabio Liverani, 43 anni, allenatore. Ha saputo tenere sempre la barra dritta. La sua formazione è costantemente propositiva ed esprime spesso un buon calcio. 35 reti incassate in 17 gare, però, sono decisamente troppe.

7 - : La squadra. Oggi sarebbe salva, il che indurrebbe ad assegnarle ben altro voto, ma ha archiviato l’anno in evidente affanno ed inoltre la fase difensiva lascia parecchio a desiderare, il che preoccupa in prospettiva futura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie