Lunedì 21 Settembre 2020 | 14:37

NEWS DALLA SEZIONE

Calcio serie B
Andreazzoli lancia il Lecce: reciterà da protagonista

Andreazzoli lancia il Lecce: «Reciterà da protagonista»

 
Calcio serie B
Il Lecce cerca i giovani giusti: Bouah e Pobega nel mirino

Il Lecce cerca i giovani giusti: Bouah e Pobega nel mirino

 
Serie B
Doppio test di allenamento per il Lecce calcio di Corini

Doppio test di allenamento per il Lecce calcio di Corini

 
Serie B
Paganini pronto a suonare una musica dolce per il Lecce

Paganini pronto a suonare una musica dolce per il Lecce

 
Serie B
Lecce calcio, definiti i numeri delle maglie da gioco per il prossimo campionato

Lecce calcio, definiti i numeri delle maglie da gioco per il prossimo campionato

 
mercato
Lecce, i nuovi Paganini e Listowski si presentano

Lecce, i nuovi Paganini e Listowski si presentano

 
calcio
Longo non ha dubbi: «Il Lecce sarà grande protagonista in Serie B»

Longo non ha dubbi: «Il Lecce sarà grande protagonista in Serie B»

 
Calcio
Lecce, c'è Hestad a un passo dal sì

Lecce, c'è Hestad a un passo dal sì

 
calcio
Lecce, sabato al Via del Mare doppia amichevole contro Nardò e Fasano

Lecce, sabato al Via del Mare doppia amichevole contro Nardò e Fasano

 
Serie B
Lecce calcio, presentato Coda: «Sono qui per Corvino»

Lecce calcio, presentato Coda: «Sono qui per Corvino»

 
Serie B
Lecce calcio, in arrivo dalla Norvegia l'esterno Eirik Hestad

Lecce calcio, in arrivo dalla Norvegia l'esterno Eirik Hestad

 

Il Biancorosso

Calcio serie C
Il Bari accende la luce: la settimana degli esordi

Il Bari accende la luce: la settimana degli esordi

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl contagio di ritorno
Coronavirus, tampone per il Covid-19

Coprifuoco a Cassano: salgono a 15 i casi di covid, chiusi i bar alle 20.30

 
BatL'addio di un amico
Barletta, addio a Pasquale meccanico alla Ferrari morto per infarto

Barletta, addio a Pasquale meccanico alla Ferrari morto per infarto

 
Foggiala denuncia
Cerignola, roghi notturni e cattivo odore: proteste dai rioni per l'inquinamento

Cerignola, roghi notturni e cattivo odore: proteste dai rioni per l'inquinamento

 
TarantoVicenda depuratore
Manduria, reflui depurati in mare il «no» di Romina Power

Manduria, reflui depurati in mare il «no» di Romina Power

 
Materacontrolli della ps
Policoro, era ai domiciliari e spacciava in casa eroina e cocaina: 30enne in carcere

Policoro, era ai domiciliari e spacciava in casa eroina e cocaina: 30enne in carcere

 
Potenzai dati regionali
Coronavirus, in Basilicata 7 nuovi positivi: analizzati 409 tamponi durante week end

Coronavirus, in Basilicata 7 nuovi positivi: analizzati 409 tamponi durante week end

 
LecceAsfalto insidioso
Schianto e poi scoppia rogo a Porto Cesareo: in coma un 27enne

Porto Cesareo, l'auto si schianta contro albero e prende fuoco: in coma un 27enne

 
BrindisiIl caso
Fasano, rapina allo Zoosafari: ladri scappano con l'incasso

Fasano, rapina allo Zoosafari: ladri scappano con l'incasso

 

i più letti

giallorossi

Guerini: «Babacar forza della natura, ma serve più grinta»

Parla il tecnico che l'ha allenato nella Fiorentina: il senegalese a Lecce sta vivendo un momento difficile

Guerini: «Babacar forza della natura, ma serve più grinta»

«Babacar deve trovare in se stesso la forza per sfondare una volta per tutte. Ha bisogno di compiere un salto di qualità sul piano caratteriale, di tirare fuori la rabbia agonistica, quella “fame” senza la quale diventa complicato fare bene. A livello atletico, per come è strutturato, lui è un’autentica forza della natura. Sul piano tecnico dispone di buone qualità, ma tutto ciò non è sufficiente ad imporsi. Deve metterci qualcosa in più».

A parlare dell’attaccante senegalese, uscito tra i fischi del Via del Mare domenica, in occasione della gara che il Lecce ha pareggiato per 2-2 con il Genoa, è Vincenzo Guerini, che lo ha allenato a Firenze per un breve periodo, nel 2012, e che, della Viola, è stato il club manager in alcune delle stagioni nelle quali Babacar ha indossato la casacca della società gigliata.
«Khouma è un bravo ragazzo – aggiunge Guerini – Forse è troppo buono. Sa stare in gruppo e si comporta bene. E’ rispettoso. A Firenze siamo stati sempre convinti che dovesse esplodere da un momento all’altro, che potesse fare grandi cose, ma non è accaduto. Così è stato ceduto al Sassuolo, anche per mettere a bilancio una plusvalenza. In estate, è passato dalla società emiliana al Lecce e pensavo che, nel Salento, potesse trovare l’ambiente giusto per arrivare alla consacrazione definitiva, lontano dalle pressioni che innegabilmente ci sono quando si indossa la maglia della Viola. Invece, sta incontrando dei problemi a trovare la sua dimensione. Eppure, la compagine giallorossa esprime un buon calcio e questa circostanza dovrebbe aiutarlo. Liverani è un ottimo allenatore».

Guerini è convinto che l’annata in corso sia fondamentale per le prospettive di Babacar. «Resto dell’avviso che abbia tutte le carte in regola per esplodere e diventare la classica arma in più del Lecce – sostiene Guerini – Per riuscirci, però, deve trovare in sé la capacità di trasformare in energia positiva, in slancio, in cattiveria agonistica, i fischi del pubblico, le critiche degli addetti ai lavori, le sostituzioni che subisce nel corso di un incontro e la sana concorrenza che c’è sempre in seno ad un organico. Se saprà farlo, diventerà decisivo e ne trarranno beneficio sia la sua carriera che il complesso salentino. Khouma, però, ha 26 anni. Non è più un ragazzino. Quindi è giunto il momento di sfoderare tutta la determinazione che ha in corpo perché la stagione in giallorosso rappresenta una chance troppo ghiotta per sciuparla».

L’allenatore lombardo ha parole di grande stima per il Lecce. «L’ho visto all’opera in più circostanze e mi ha sempre fatto una buona impressione – sottolinea – Apprezzo particolarmente la filosofia calcistica di Liverani, il fatto che la sua formazione insegua il risultato attraverso il gioco, la scelta di avere un approccio propositivo anche contro le big. Trattandosi di una neopromossa, penso che, sino ad oggi, abbia fatto un buon percorso. Sono convinto che i salentini siano destinati a crescere e che lotteranno sino in fondo per la permanenza, con buone chance di centrarla».

(foto Ansa - Riccardo Antimiani)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie