Giovedì 21 Marzo 2019 | 11:10

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Lecce, ecco tre partite per l’assalto alla «zona A»

Lecce, ecco tre partite per l’assalto alla «zona A»

 
Sfuma il terzo posto
Serie B, il Lecce pareggia a Crotone, finisce 2-2

Serie B, il Lecce pareggia a Crotone, finisce 2-2

 
Serie B
«Ora conta solo vincere il Lecce può mettere lo spettacolo da parte»

«Ora conta solo vincere il Lecce può mettere lo spettacolo da parte»

 
Serie B
Lecce calcio, Liverani: «Il derby è una gara speciale»

Lecce calcio, Liverani: «Il derby è una gara speciale»

 
Serie B
Il Lecce balla in difesa serve svolta immediata

Il Lecce balla in difesa serve svolta immediata

 
Serie B
IL Lecce batte il Verona 2-1Foggia pareggia 2-2 ad Ascoli

IL Lecce batte il Verona 2-1

 
Serie B
Poker del Cittadella al Lecce, finisce 4-1

Poker del Cittadella al Lecce, finisce 4-1

 
Serie B
Lecce calcio, Liverani: «Cittadella squadra fastidiosa»

Lecce calcio, Liverani: «Cittadella squadra fastidiosa»

 
Serie B
Lecce calcio, formalizzato l'acquisto di Zan Majer

Lecce calcio, formalizzato l'acquisto di Zan Majer

 
L'analisi
Lecce scopre nuove «frecce» nella rincorsa verso la A

Lecce scopre nuove «frecce» nella rincorsa verso la A

 

Il Biancorosso

IL PERSONAGGIO
La signora Francesca colpisce ancoraPizze e focacce per gli auguri a Brienza

La signora Francesca colpisce ancora
Pizze e focacce per gli auguri a Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoNel tarantino
Castellaneta Marina, sequestrato ristorante sulla spiaggia completamente abusivo

Castellaneta Marina, sequestrato ristorante in spiaggia abusivo

 
BatÈ intervenuta la polizia
Barletta, tenta di uccidere il fratello accoltellandolo dopo lite, 53enne in cella

Barletta, tenta di uccidere il fratello accoltellandolo dopo lite, 53enne in cella

 
BariL'inchiesta
Mercato nero della legna: un business malavitoso

Mercato nero della legna: un business malavitoso

 
LecceA lecce
Statua S.Oronzo, procede restauro: «È molto deteriorata»

Statua S.Oronzo, procede restauro: «È molto deteriorata»

 
MateraInfortunio sul lavoro
Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

 
FoggiaNel Foggiano
Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

 
BrindisiCentrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
PotenzaLe previsioni
Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

 

Serie B

Brini spiana la strada al Lecce: «È forte e può crescere ancora»

«Stravedo per Mancosu, uno dei più decisivi del campionato»

Brini spiana la strada al Lecce: «È forte e può crescere ancora»

LECCE -  Il Carpi evoca ricordi tristissimi per i tifosi del Lecce. Contro il complesso emiliano, nel 2012/2013, la compagine salentina ha perso la sua prima finale dei playoff nel torneo di Lega Pro, cadendo per 1-0 in campo avverso e pareggiando per 1-1 al Via del Mare.

A dirigere il Carpi dalla panchina all’epoca era Fabio Brini. «Subentrai a campionato ampiamente in corso - rammenta il tecnico di Porto Sant’Elpidio - Al termine della regular season ci piazzammo terzi, a -10 dal Lecce, che poi ritrovammo nella finale dei playoff. I giallorossi erano favoriti in virtù di un organico ricco di calciatori di spicco. Noi potevamo contare su due grandi doti, l’umiltà e la compattezza del gruppo, grazie alle quali riuscimmo a colmare il gap che ci separava dall’undici salentino».
Domenica prossima il Lecce visiterà il Carpi. La squadra allenata da Fabio Liverani è terza, quella emiliana diciassettesima. «In B, nell’economia di una gara, le posizioni occupate dalle due contendenti non hanno alcuna importanza perché l’ultima può battere la prima senza che ci si possa scandalizzare, stante l’equilibrio che regna sovrano - nota Brini - Si troveranno di fronte due compagini che hanno una filosofia di gioco notevolmente differente».

Brini approfondisce il concetto. «Il Lecce si sta comportando alla grande - sottolinea - Dispone di una rosa di spessore, esprime un ottimo calcio e sono convinto che sia destinato a fare ancora meglio. Cresce match dopo match e continuerà a farlo. Il Carpi ha meno qualità rispetto alle precedenti annate, ma con il ritorno in panchina di Castori, che conosce bene l’ambiente, si sta riprendendo. Non penso, però, che gli emiliani proveranno ad affrontare i salentini a viso aperto. Piuttosto, mentre la formazione giallorossa non muterà il proprio atteggiamento propositivo e cercherà di fare il match, i biancorossi proveranno a sfruttare gli spazi che verranno concessi loro per agire di rimessa, in velocità».
Nelle file del Lecce, secondo Brini c’è un calciatore che sta vivendo una grande stagione. «È Mancosu - sostiene l’allenatore ex Carpi - L’ho avuto a Benevento e so quanto vale. Ha qualità tecniche notevoli ed è un ragazzo a posto. Se manterrà per l’intero torneo la concentrazione con la quale è sceso in campo sino ad oggi, si segnalerà tra i migliori non solo della propria compagine, ma dell’intera serie cadetta».

Il trainer di Porto Sant’Elpidio ritiene che il Lecce stia costruendo qualcosa di importante. «Nel calcio, alla base di ogni risultato positivo c’è sempre una grande società - rimarca - Quella salentina sta dimostrando di esserlo, gettando le basi per un ulteriore salto di qualità da compiere già al termine della stagione in corso oppure in un futuro assai prossimo».
Il Lecce è tornato al lavoro ieri, dopo una giornata di riposo. Il centrocampista Andrea Tabanelli si è allenato con il resto del gruppo, mentre l’attaccante Stefano Pettinari ha continuato a seguire un programma personalizzato. Il difensore Davide Riccardi ha lavorato con la Primavera in vista di un suo impiego con i baby, che farà da preludio al ritorno a tempo pieno in prima squadra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400