Sabato 16 Gennaio 2021 | 07:49

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Potenzala «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

SALENTINO DI VEGLIE

Matteo Carrozzini miglior sommelier di Puglia 2018

Gareggerà alle finali nazionali che si terranno a Merano

CAMPIONE - A sinistra  il vincitore Matteo Carrozzini

CAMPIONE - A sinistra il vincitore Matteo Carrozzini

Ci vuole un naso sopraffino ed una cultura enciclopedica del vino, nonché gran classe e tanto stile per conquistare il podio come “Miglior Sommelier di Puglia”. Il concorso avvincente, indetto dall’AIS Puglia, ha portato alla sfida 15 sommelier di altissimo livello arrivati da tutta la Puglia ad Eataly Bari. L’onore di diventare “ambasciatore” del vino pugliese è andato a Matteo Carrozzini dell’AIS Lecce.

Esperienza, quella che si accumula mettendo in pratica il titolo da sommelier, e sapienza, hanno contraddistinto la sfida barese del concorso per miglior sommelier. Il primo ostacolo è stato superare la prova scritta in cui, attraverso domande aperte, è stato esplorato il mondo complesso della viticoltura e dell’enologia regionale. Ha fatto seguito l’analisi sensoriale e degustativa alla cieca, attraverso l’assaggio di due vini presentati ad etichetta coperta. Al termine di questa prima selezione, 4 finalisti, Matteo Carrozzini (AIS Lecce), Simone Botega (AIS Bari), Mariella Brogi (AIS Taranto) e Luisa Dicuonzo (AIS Bat Svevia) si sono dati battaglia nelle prove pratiche di servizio e di comunicazione del vino. L’impegno per la diffusione della cultura del vino da oltre 15 anni ha contraddistinto l’intera Puglia, i cui vini hanno oramai preso il volo oltre i confini internazionali.

Nel tacco d’Italia c’è una realtà di spicco: il Salento, in cui la delegazione Ais è guidata con grande entusiasmo da Amedeo Pasquino. Lecce è oramai non solo capitale del barocco, e meta turistica ambita, ma è riuscita a diventare anche agorà per tantissimi eventi “vinosi” di altissimo livello. E’ in questa realtà che è cresciuto il vincitore del concorso Mattero Carrozzini. Salentino di Veglie, Matteo ha superato l’ottimo Simone Botega secondo anche lo scorso anno, per la preparazione ma soprattutto per l’entusiasmo che ha messo in tutte le prove che lo hanno portato a vincere la finale. Ma non finisce qui, perché il salentino Carrozzini parteciperà di diritto alle Finali Nazionali del Miglior Sommelier d’Italia che si terranno a Merano, in occasione del Congresso Nazionale dell’AIS dall’1 al 4 Novembre 2018.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie