Sabato 25 Maggio 2019 | 16:52

NEWS DALLA SEZIONE

Un 48enne
Brindisi, stalker seriale perseguita la ex: finisce in cella

Brindisi, stalker seriale perseguita la ex: finisce in cella

 
Dai Cc
Ceglie Messapica, droga nella lavatrice: arrestato un 34enne

Ceglie Messapica, droga nella lavatrice: arrestato un 34enne

 
La segnalazione
Brindisi: cous-cous a mensa, i genitori protestano

Brindisi: cous-cous a mensa, i genitori protestano

 
L'operazione
Porto Brindisi, GdF sequestra 27mila scarpe Adidas e Dr Martens contraffatte

Porto Brindisi, GdF sequestra 27mila scarpe Adidas e Dr Martens false

 
Preso anche l'autore del gesto
Fasano: gli spararono per debito di droga, lo arrestano per favoreggiamento

Fasano: gli spararono per debito di droga, arrestato lui è il killer

 
Nel brindisino
Latiano, solaio crollato: disposta chiusura scuola primaria

Latiano, solaio crollato: disposta chiusura scuola primaria

 
Da una 62enne
Brindisi, trapianto multiorgano all'ospedale Perrino

Brindisi, trapianto multiorgano all'ospedale Perrino

 
Dopo la denuncia
Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

 
Il comizio
Ostuni, botta e risposta tra Salvini e i contestatori: «Torna a casa» «Voi fischiate noi lavoriamo»

Ostuni, botta e risposta tra Salvini e contestatori: «Torna a casa» «Voi fischiate noi lavoriamo»

 
nel brindisino
Mesagne: ex boss Scu si laurea in giurisprudenza

Mesagne: ex boss Scu si laurea in giurisprudenza

 
L'appello di Adelina
Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIn largo Risorgimento
Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

 
LecceDopo un raid
Lecce, pestato e ferito da un colpo d'arma da fuoco: arrestato 53enne

Lecce, pestato e ferito da un colpo d'arma da fuoco: arrestato 53enne

 
BrindisiUn 48enne
Brindisi, stalker seriale perseguita la ex: finisce in cella

Brindisi, stalker seriale perseguita la ex: finisce in cella

 
MateraImpianto Intrec
Nucleare, i dati a Rotondella ok ma si teme inquinamento

Nucleare, i dati a Rotondella ok ma si teme inquinamento

 
TarantoDai carabinieri
Marina di Ginosa, abusi edilizi: sequestrato un lido

Marina di Ginosa, abusi edilizi: sequestrato un lido

 
BariL'inchiesta
Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

 
PotenzaControlli del Noe
Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

 
BatNella Bat
Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

 

i più letti

NEL RIONE SANT'ANGELO

Brindisi, 2 fratelli minacciati con la pistola: «I cellulari o sparo»

Uno dei due giovani è minorenne, indaga la Mobile

polizia

BRINDISI - Inseguito e minacciato con una pistola, insieme col fratello minorenne, per costringerlo a consegnare il telefonino. Sarebbe questa la dinamica di un tentativo di rapina avvenuto nei giorni scorsi a rione Sant’Angelo nei pressi del supermercato «Dok».

Il fatto - i cui contorni restano tutti da chiarire e su cui vige il massimo riserbo da parte della Polizia di Stato - si è consumato nel pomeriggio di lunedì scorso.
Erano da poco passate le 18 quando due fratelli - uno appena maggiorenne, l’altro quattordicenne - sarebbero stati inseguiti e minacciati da un uomo che ad un certo punto avrebbe tirato fuori una pistola per farsi consegnare probabilmente il telefonino in loro possesso. I fatti si sarebbero verificati proprio nei pressi del supermercato Dok, in cui i due ragazzi, senza perdersi d’animo, dopo essersi divincolati, sarebbero fuggiti cercando riparo. Da qui sarebbe scattato l’allarme che ha messo in moto i poliziotti. Sul posto sono arrivati ben presto gli agenti delle Volanti e gli investigatori della Squadra mobile che si occupa del caso.

Gli investigatori hanno quindi raccolto le testimonianze di rito per risalire all’autore dell’aggressione, soggetto probabilmente noto anche ai due fratelli.
I poliziotti della Squadra mobile hanno quindi iniziato le verifiche del caso. Il soggetto sarebbe stato già individuato e approfondimenti sono in corso per valutare le sue responsabilità a seconda delle quali saranno adottati i provvedimenti del caso. Dei fatti è stata informata la Procura per Minori per competenza. Anche in virtù del coinvolgimento nei fatti di un minore sulla vicenda vige il più assoluto riserbo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400