Lunedì 22 Aprile 2019 | 08:06

NEWS DALLA SEZIONE

Curiosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 
L'incidente
Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

 
Il caso
Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

 
Turismo
«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

 
Il batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
A Ostuni
Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

 
Nel Brindisino
Fasano, GdF sequestra 570mila euro di beni a ex contrabbandiere

Fasano, GdF sequestra 570mila euro di beni a ex contrabbandiere

 
Operazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
3 denunce
Porto Brindisi, GdF sequestra 57mila paia di infradito Havaianas false

Porto Brindisi, GdF sequestra 57mila paia di infradito Havaianas false

 
Il caso
Mesagne, non c'è assistenza: negata gita a bimbo disabile

Mesagne, non c'è assistenza: negata gita a bimbo disabile

 
Junior 54 Kg
Boxe, il brindisino Iaia convocato in Nazionale

Boxe, il brindisino Iaia convocato in Nazionale

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatLa sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
BariL'analisi
Bari, La Zona industriale grande assente dal dibattito elettorale

Bari, la Zona industriale grande assente dal dibattito elettorale

 
LecceIl caso
Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 
TarantoSanità
Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

 
BrindisiCuriosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 

Il caso

Brindisi, sul Centro per l’impiego ancora nessuna soluzione

I sindacati incontrano il prefetto (assente l’assessore regionale). La risposta:«Attendiamo i soldi dal Governo, non possiamo fare nulla»

Centri per l'impiego, una riforma senza i disabili?

BRINDISI - Centro per l’impiego all’anno zero e senza speranze di rimediare, al momento né ai disagi per l’utenza, né a quelli dei dipendenti. È quanto emerge dall’incontro svoltosi ieri in prefettura, dove, accanto all’Autorità di governo c’erano i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil e basta. L’assessore al Lavoro regionale Sebastiano Leo, «special guest», della giornata era assente. Non solo, da quanto riferiscono i sindacati per averlo appreso direttamente dal Prefetto, la risposta proveniente da Bari circa i drammi che si consumano ai vari livelli nel Centro per l’impiego del capoluogo sarebbe la seguente: «Attendiamo i soldi dal governo ma al momento non c’è alcuna soluzione». Una risposta che ha gelato le aspettative dei segretari generali Antonio Macchia (Cgil), Antonio Castellucci (Cisl) e Antonio Licchello (Uil) i quali, dopo aver manifestato con i lavoratori in Piazza Santa Teresa sono saliti a colloquio dal prefetto Valerio Valenti nella speranza di poter avere anche un minimo di interlocuzione con la Regione. All’Autorità di governo hanno ribadito le difficoltà dell’utenza - gente che fa la fila di notte per ritirare lo scontrino con cui fare la fila al mattino, donne incinte costrette a estenuanti trafile, persone in cerca di un posto di lavoro costrette a ritornare per più giorni per spuntare un colloquio - e del personale risicato costretto ad uno stress da lavoro incredibile. Numeri peraltro sperequati al ribasso rispetto ad altri centri pugliesi con ugual numero di abitanti. Ma siccome, come recita l’antica massima, «al peggio non c’è limite», nel corso del tavolo è emerso un altro fatto giudicato gravissimo dai sindacati: «Ci sono dei lavoratori dipendenti dagli Enti di formazione (in carico alla Regione quindi) i quali collaborano con il Centro per l’impiego in virtù di una convenzione, che la Regione non paga da tre mesi. Oltre al danno la beffa - dice Antonio Macchia - anche perchè avevamo chiesto di impiegare quei lavoratori della Santa Teresa che per anni hanno collaborato col centro per l’impiego. Non è possibile, ci è stato risposto, perchè sarebbe illegittimo. L’assessore dovrà spiegarci perchè, se fino a qualche anno questa gente ha lavorato li regolarmente». Sindacati contrariati dall’ennesima assenza ad un tavolo importante e delicato: «Assessore se ci sei batti un colpo - conclude Macchia -, non è possibile che ogni vertenza finisca al tavolo della Task force e che l’assessorato non sappia mai indicare una soluzione». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400