Martedì 19 Gennaio 2021 | 00:56

NEWS DALLA SEZIONE

Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 
Paura in città
Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

 
Storie
Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

 
Teatro
Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

 
Agroalimentare
Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

 
L'inchiesta
Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

 

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barile indagini
Bari, inchiesta escort: in 5 rischiano processo per falsa testimonianza su serate con Berlusconi

Bari, inchiesta escort: in 5 rischiano processo per falsa testimonianza su serate con Berlusconi

 
Lecceoperazione dei CC
Racale, in due circostanze tenta rapina con arma giocattolo: fugge a mani vuote e viene arrestato

Racale, in due circostanze tenta rapina con arma giocattolo: fugge a mani vuote e viene arrestato

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 
Tarantocontrolli del CC
Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

 
Covid news h 24prevenzione
Foggia, oltre 2.500 operatori sanitari sottoposti a vaccino anti Covid

Foggia, oltre 2.500 operatori sanitari sottoposti a vaccino anti Covid

 
Potenzala protesta
Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

 
MateraControlli della polizia
Pisticci, in auto con con la droga: arrestati due giovani pusher

Pisticci, in auto con la droga: arrestati due giovani pusher

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

a canosa

«Lotta alla discarica
non ci fermiamo»

Il sindaco Morra prosegue con le azioni a contrasto dell'allargamento del sito della Bleu

«Lotta alla discaricanon ci fermiamo»

di ANTONIO BUFANO

CANOSA - È rimasta con un pugno di mosche in mano la comunità canosina, che sperava di bloccare la costruzione del mega impianto di smaltimento, autorizzato dalla Provincia Bat nella martoriata contrada “Tufarelle”, attraverso il ricorso presentato dal Comune alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Che non è entrata, come abbiamo già riferito, neppure nel merito perché lo ha ritenuto “inammissibile”. Nel dispositivo del provvedimento si legge, infatti, che il ricorso presentato dal sindaco Roberto Morra “non può essere ammesso” poiché, stando alla legge vigente che disciplina tale tipo di ricorso, lo stesso “può essere proposto da amministrazioni preposte alla tutela ambientale, paesaggistico/territoriale, dei beni culturali o alla salvaguardia della salute e della pubblica incolumità dei cittadini”.

E siccome tale requisito, che è essenziale, non appartiene al Comune, ma all’Arpa, all’Asl e all’’ufficio tecnico della Provincia, il primo cittadino di Canosa non poteva presentare il ricorso. La reazione del sindaco Morra, anche se arrivata dopo un giorno di voluto silenzio e di incomprensibili riflessioni, esprime l’amarezza per un pronunciamento che, di certo, “non lo soddisfa”. “Il ricorso presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri è stato avviato –ha spiegato il sindaco Morra- da questa Amministrazione ai sensi della nuova riforma Madia sui procedimenti della pubblica amministrazione, così come previsto, tra l’altro, dalla stessa determina dirigenziale della provincia Bat, che autorizza, con prescrizioni, l’ampliamento della discarica Bleu. La Presidenza del Consiglio ha preso in esame il ricorso convocando due riunioni a Roma, presso i suoi uffici, per esperire una mediazione tra le varie posizioni in campo”.

Ha aggiunto: “Nelle due riunioni ho confermato il dissenso all’ampliamento della discarica Bleu chiarendone le motivazioni. Di contro la Provincia di Bat, l’Asl Bat e l’Arpa confermavano i loro pareri favorevoli, con prescrizioni, che autorizzavano l’ampliamento. Inoltre nel corso della seconda riunione l’Arpa ha dichiarato che dagli ultimi campionamenti effettuati si evince che nell’area interessata dall’ampliamento della discarica la falda sarebbe indenne da contaminazioni ad eccezione di un superamento del valore del ferro. Ora, all’esito di queste due riunioni, gli uffici della Presidenza del Consiglio stabiliscono che il ricorso è inammissibile in quanto al Comune di Canosa non fanno capo le funzioni attinenti la tutela ambientale, paesaggistico-territoriale, dei beni culturali o la tutela della salute e della pubblica incolumità dei cittadini. A questo punto mi chiedo: se il ricorso è inammissibile perché convocare due riunioni per discuterlo? Appare ovvio che tali motivazioni non ci soddisfano, ci sembra piuttosto un non decidere per rimandare la questione alla giustizia amministrativa”.

Il sindaco Morra ha puntualizzato: “Voglio ricordare a chi parla di strategia sbagliata che il nostro ufficio tecnico a più riprese ha avuto incontri con i colleghi tecnici di Minervino al fine di mettere in condizioni quell’amministrazione di porre in essere una difesa adeguata alla questione. Inoltre, è solo grazie a questo ricorso che per quattro mesi in contrada Tufarelle non è stato possibile iniziare alcun lavoro e comunque, questa amministrazione ha preso in considerazione tutte le opzioni possibili per contrastare l’autorizzazione all’ampliamento compreso il ricorso al Tar presentato nei mesi scorsi, prima di quello di Minervino”.

Conclusione: “Infine la mancanza di strumenti urbanistici nel territorio di Minervino ci pone nella condizione di dover esperire tutte le vie possibili per poter tutelare la salute dei nostri concittadini vista la vicinanza dell’area al nostro abitato. Quello che non si comprende è la preoccupazione di alcuni esponenti politici locali a voler strumentalizzare la questione. Di fatto, a parte qualche dichiarazione di facciata sulla contrarietà all’impianto, nelle sedi istituzionali sia la regione Puglia che la provincia Bat hanno tenacemente difeso il provvedimento che autorizza l’ampliamento della discarica”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie