Lunedì 22 Ottobre 2018 | 00:46

NEWS DALLA SEZIONE

Davanti alla chiese
Bisceglie, spacciano 50 euro falseper le piantine dei malati di tumore

Bisceglie, spacciano 50 euro false per le piante dei ma...

 
Il prodigio
Mons. Dimiccoli, il miracolo fu valido: curò paraplegico

Mons. Dimiccoli, il miracolo fu valido: curò paraplegic...

 
Presi dalla Polizia
Andria, in cella due rapinatori: pestarono cliente in sala giochi

Andria, in cella due rapinatori: pestarono cliente in s...

 
la tragedia di Andria
Scontro treni, il gup chiama in causail Ministero e la Ferrotramviaria

Scontro treni, gup chiama in causa il Ministero e la Fe...

 
Il caso
Barletta, cantieri «a sorpresa» e il traffico va subito in tilt

Barletta, cantieri «a sorpresa» e il traffico va subito...

 
Il convegno
Bat? Territorio fragile, ma lo Stato c'è: focus sicurezza a Canosa

Bat? Territorio fragile, ma lo Stato c'è: focus sicurez...

 
Il bilancio
Vendemmia: un'ottima annata, +20% rispetto al 2017

Vendemmia: un'ottima annata, +20% rispetto al 2017

 
La strage
Cani morti in strada a Trani, mistero irrisolto

Cani morti in strada a Trani, mistero irrisolto

 
Ad Andria
Sequestrate costruzioni abusive nel Parco Nazionale Murgia

Sequestrate costruzioni abusive nel Parco Nazionale Mur...

 
Il caso
Domenica con beffa, chiuso il castello di Trani: «Famiglie state a casa»

Chiuso castello di Trani di domenica: «Famiglie a casa»

 
Sulla Corato-Altamura
Furgone si ribalta a causa di cinghiali: ambulanti salvi per miracolo

Furgone si ribalta a causa di cinghiali: ambulanti salv...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Attentato ad agosto

Canosa, sparò contro farmacia
in cella pregiudicato 45enne

Canosa, perseguita e minacciail fratello che lo ha licenziato

Gli agenti del Commissariato di Polizia di canosa hanno arrestato, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere disposta dal GIP del Tribunale di Trani su richiesta della locale Procura della Repubblica,  Andrea D’Alessandro, pregiudicato canosino di 45 anni, ritenuto responsabile di detenzione e porto abusivo di arma e spari in luogo pubblico.

A seguito di una attività d’indagine condotta dai poliziotti è stato possibile risalire all’identità dell’uomo che, lo scorso mese di agosto, sparò colpi d’arma da fuoco contro la saracinesca di una farmacia ubicata in pieno centro cittadino. I  poliziotti del Gabinetto Provinciale della Polizia Scientifica hanno ricostruito il percorso dell’uomo che, nelle prime ore del pomeriggio, giunse nei pressi dell’esercizio commerciale a bordo di una bicicletta elettrica e sparò alcuni colpi d’arma da fuoco contro la saracinesca dello stesso; individuato il tipo d’arma utilizzata mediante perizia balistica su bossoli ed ogive rinvenute sulla scena del crimine.

Sono in corso ulteriori indagini ed al momento è stata esclusa l’ipotesi che alla base di tale azione criminosa vi fosse un movente estorsivo. L’uomo, dopo le formalità di rito, è stato associato presso il carcere di Trani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400