Domenica 21 Aprile 2019 | 10:42

NEWS DALLA SEZIONE

Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 
TarantoSanità
Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

 
FoggiaUn 23enne
Cerignola, spacciatore ingoia dosi di coca: è in Rianimazione

Cerignola, spacciatore ingoia dosi di cocaina: finisce in Rianimazione

 
LecceInchiesta Favori & giustizia
Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

 
BrindisiCuriosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 
BariVerso il voto
Europee, i derby tutti pugliesi per Bruxelles

Europee, i derby tutti pugliesi per Bruxelles

 
BatLotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
PotenzaElezioni del 26 maggio
Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

 

vandali in azione

Scuole, altra incursione
rubati pc e gettoniere

Trani, furto alla «Rocca» nell'unica zona del plesso priva di allarme

Scuole, altra incursionerubati pc e gettoniere

TRANI - I furti nelle scuole di Trani sono ripresi puntuali, o quasi, come un orologio svizzero. Ma l’aggravante di quanto accaduto l’altra notte, nella scuola media Giustina Rocca, in piazza Natale D’Agostino, è che si tratta di uno dei pochissimi plessi in cui un sistema di allarme c’è, ma copre soltanto una porzione della scuola.

E così i ladri, probabilmente conoscendo bene il problema, hanno fatto irruzione proprio là dove erano sicuri di farla franca e hanno portato a termine il colpo.

Il bilancio dell’irruzione è il furto di un computer asportato da un’aula di lezione forzando la custodia accanto alla lavagna «Lim» cui era associato, e lo scasso delle gettoniere dei due distributori automatici di vivande presenti nell’istituto, dai quali sono stati sono state asportate le monete. Sull’episodio indagano i carabinieri della compagnia di Trani.

Come dicevamo, la scuola è dotata di un sistema di allarme, ma questo protegge tre quarti dell’immobile. Il furto, invece, è avvenuto proprio nella porzione scoperta, al primo piano. E a quanto si è appreso, sempre lì, negli ultimi due anni, vi erano state altri tre episodi simili, evidentemente favoriti dalla conoscenza dei luoghi da parte dei responsabili, a cominciare da una porta antipanico difettata, facilmente apribile dall’esterno. Il dirigente scolastico, Antonio De Salvia, sta valutando, insieme con il concessionario dei distributori automatici, la realizzazione di un sistema di allarme indipendente a cura e spese dello stesso commerciante. Infatti, allo stato, il Comune di Trani non avrebbe fondi per la realizzazione della parte finale dell’impianto, di cui la scuola è soltanto parzialmente dotata.

Senza dimenticare i tanti plessi scolastici comunale che, di sistemi d’allarme e video sorveglianza, ancora non hanno visto neanche l’ombra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400