Giovedì 24 Giugno 2021 | 04:18

NEWS DALLA SEZIONE

Clima torrido
Puglia bollente, a Loconia è record: 43,7 gradi. Foggia città più calda d’Italia con 41,3 gradi

Puglia bollente, a Loconia è record: 43,7 gradi. Foggia città più calda d’Italia con 41,3 gradi

 
Il caso
Giustizia svenduta: libero dopo due anni e mezzo l'ex gip tranese Nardi

Giustizia svenduta: libero dopo due anni e mezzo l'ex gip tranese Nardi

 
il caso nella Bat
Andria, sicurezza, agricoltori nel mirino

Andria, sicurezza, agricoltori nel mirino

 
La curiosità
Barletta, concerto all'alba sul bastione del Castello

Barletta, concerto all'alba sul bastione del Castello

 
la curiosità
Barletta,  le campane suonano l'inno d'Italia per gli azzurri in campo

Barletta, le campane suonano l'inno d'Italia per gli azzurri in campo

 
Covid
Puglia, 3.157.341  le dosi di vaccino somministrate fino ad oggi i

Puglia, 3.157.341  le dosi di vaccino somministrate fino ad oggi - Stabile al 3% occupazione terapie intensive

 
Il fatto
Barletta, polemiche sull’interruzione dei lavori allo Stadio Puttilli

Barletta, polemiche sull’interruzione dei lavori allo Stadio Puttilli

 
Giustizia svenduta
Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione.

Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione

 
La curiosità
Barletta, la chiesa di Sant'Andrea come non la avete mai vista

Barletta, la chiesa di Sant'Andrea come non la avete mai vista

 
Il caso
Barletta, sulla ex 16 la vegetazione si «mangia» le carreggiate

Barletta, sulla ex 16 la vegetazione si «mangia» le carreggiate

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, riuscito l'intervento per Andreoni

Bari calcio, riuscito l'intervento per Andreoni

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaL'incidente
Foggia, scontro tra due auto in viale Kennedy: ci sarebbero dei feriti

Foggia, scontro tra due auto in viale Kennedy: ci sarebbero dei feriti

 
TarantoLa protesta
Ex Ilva, sit-in degli ambientalisti, sulle t-shirt lo slogan: «I bimbi Taranto vogliono vivere»

Ex Ilva, sit-in degli ambientalisti, sulle t-shirt lo slogan: «I bimbi Taranto vogliono vivere». Sindacati: «Cig non idonea, presidio il 2 luglio»

 
Bari
Terlizzi, aggredì un vigile dopo la multa: commerciante ai domiciliari

Terlizzi, aggredì un vigile dopo la multa: commerciante ai domiciliari

 
PotenzaIl blitz
Vietri di Potenza, in casa munizioni, pistola e fucile: un arresto

Vietri di Potenza, in casa munizioni, pistola e fucile: un arresto

 
PotenzaCovid
Basilicata, 13 positivi su 684 tamponi analizzati

Basilicata, 13 positivi su 684 tamponi analizzati

 
BrindisiTesori dimenticati
«Il castello di Oria va restituito alla comunità»

«Il castello di Oria va restituito alla comunità»

 
LecceAttentato
Galatone, bomba carta danneggia un'abitazione disabitata

Galatone, bomba carta danneggia un'abitazione disabitata

 

i più letti

La scoperta

Canosa, era ai domiciliari ma continuava a spacciare: in giardino custodiva droga e armi

I carabinieri sono stati aiutati dal fiuto del cane Fighter

Canosa, era ai domiciliari ma continuava a spacciare: in giardino custodiva droga e armi

I carabinieri lo avevano arrestato il 16 aprile quando gli avevano trovato in casa 9 grammi di cocaina e circa 65 grammi di hashish. Ma D.R., pregiudicato canosino classe ‘72, evidentemente non si era fermato nella sua attività di spaccio. Il continuo andirivieni dalla sua abitazione, dove l’uomo era agli arresti domiciliari, non è passato inosservato. Pertanto i carabinieri hanno eseguito ieri un’accurata ulteriore perquisizione. Le operazioni, questa volta, sono state estese a tutte le pertinenze del giardino, compresa una vasta area agricola, in parte incolta, che è stata minuziosamente setacciata.

È stato il segnale del cane anti-droga Fighter a indirizzare le ricerche su alcuni grossi cespugli al limite di una scarpata, dove veniva rinvenuta una borsa contenente 600 grammi di hashish e quasi mezzo chilo di marijuana. Trovate anche altre due borse contenenti armi: un fucile, 3 pistole (tra cui una 357 magnum in ottimo stato di conservazione con matricola abrasa) e munizioni di diverso calibro.

Le ricerche si sono protratte per diverse ore e, quasi al termine, il cane anti-droga ha nuovamente segnalato una palma, consentendo il rinvenimento di un involucro contenente 15 grammi di cocaina altri due proiettili 7.62.

I militari hanno così tratto nuovamente in arresto l’uomo, che è stato condotto in carcere e adesso dovrà rispondere non solo della detenzione di stupefacente ma anche, cosa ben più grave, di detenzione illegale di armi di cui una anche clandestina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie