Domenica 16 Maggio 2021 | 01:37

NEWS DALLA SEZIONE

Il percorso
Domani al via la Mezza maratona di Barletta

Domani al via la Mezza maratona di Barletta

 
Il caso
Arsenale ad Andria dell'ex gip De Benedictis: lunedì interrogatori a magistrato e militare

Arsenale ad Andria dell'ex gip De Benedictis: lunedì interrogatori a magistrato e militare. Indagati pericolosi per la collettività

 
il premio
Barletta, alla ricercatrice Vincenza Conteduca il «Merit Award Conquer Cancer»

Barletta, alla ricercatrice Vincenza Conteduca il «Merit Award Conquer Cancer»

 
La curiosità
Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

 
Il caso
Bisceglie, ritrovati dai carabinieri documenti storici rubati

Bisceglie, ritrovati dai carabinieri documenti storici rubati

 
L'appuntamento
«The master class», in onda alle 20 su Amica 9 Tv il format in collaborazione con la Gazzetta del mezzogiorno

«The master class», in onda alle 20 su Amica 9 Tv il format in collaborazione con la Gazzetta del mezzogiorno

 
La condanna
Don Uva, Universo Salute dovrà rispondere anche della vecchia gestione

Don Uva, Universo Salute dovrà rispondere anche della vecchia gestione

 
criminalità
Barletta, omicidio giovane pregiudicato: un arresto

Barletta, omicidio giovane pregiudicato: un arresto

 
Buone notizie
Trani, dopo il tam tam sui social ritrovato il furgone rubato a Nazionale calcio in carrozzina

Trani, dopo il tam tam sui social ritrovato il furgone rubato a Nazionale calcio in carrozzina

 
Sui social
Trani, rubato il furgone di atleti affetti da Sma, Checco Zalone ai ladri: «C'è speranza anche per voi»

Trani, rubato il furgone di atleti affetti da Sma, Checco Zalone ai ladri: «C'è speranza anche per voi»

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, in dubbio Celiento e Cianci per il derby con il Foggia

Bari calcio, in dubbio Celiento e Cianci per il derby con il Foggia

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Veglie, beccato con oltre 2kg di marijuana in auto : «L'ho trovata in un casolare»

Veglie, beccato con oltre 2kg di marijuana in auto : «L'ho trovata in un casolare»

 
BariLotta al virus
È corsa ai vaccini in Puglia: in tilt sistemi online di prenotazione a Bari e Taranto

È corsa ai vaccini in Puglia: in tilt sistemi online di prenotazione a Bari e Taranto. Fimmg denuncia: «Fragili in attesa per disorganizzazione»

 
BatIl percorso
Domani al via la Mezza maratona di Barletta

Domani al via la Mezza maratona di Barletta

 
BrindisiL'operazione
Fasano, nell’aia nascondeva 13 chili di marijuana sottovuoto

Fasano, nell’aia nascondeva 13 chili di marijuana sottovuoto

 
MateraI dati
Covid 19, a Matera ci sono i primi segnali di ripresa per il turismo

Covid 19, a Matera ci sono i primi segnali di ripresa per il turismo

 

i più letti

urbanistica

Barletta, supermarket al Castello: sopralluogo del Noe e la vicenda approda in Senato

Quarto (M5S): «Invito l’Amministrazione comunale a rivalutare l’iter seguito e a considerare l’eventuale necessità di bonifiche del sottosuolo»

Barletta, supermarket al Castello: sopralluogo del Noe e la vicenda approda in Senato

BARLETTA - L’incredibile caso del supermercato che sta sorgendo all’ombra del castello suscita sempre più cusiosità, perplessità e interesse, anche fuori dai confini regionali. Il Nucleo operativo ecologico dei carabinieri ha effettuato un sopralluogo nell’area di cantiere a ridosso delle antiche mura di San Cataldo e il mare e ha provveduto successivamente ad acquisire una ampia documentazione presso gli uffici urbanistici del Comune.

La stessa vicenda è approdata ieri pomeriggio in Senato. Durante la seduta a Palazzo Madama, ha preso la parola il senatore barlettano Ruggiero Quarto del Movimento 5 Stelle.

Il cantiere - «Nella città di Barletta - ha esordito - sono cominciati i lavori per la realizzazione di un supermercato accanto al fossato del Castello Angioino, su un'area tra le più sensibili della città, compresa tra il Castello, le antiche mura del centro storico e il mare».
«Si tratta - ha proseguito - di un’area a forte sedimentazione archeologica, che esprime l'identità marinara della città: una cartografia cinquecentesca colloca proprio nei pressi del Castello il molo di levante dell'antico “Porto dei Canosini”, di epoca romana o preromana».

Ancora: «Si tratta di un'area, il cui pregio è stato riconosciuto con Decreto Ministeriale del 14 novembre 1974: “Dichiarazione di notevole interesse pubblico del porto e dei litorali prospicienti il Castello Angioino, in comune di Barletta” è scritto in quel provvedimento. La questione ha destato una diffusa contrarietà popolare. Il provvedimento autorizzativo rilasciato dal Comune appare regolare, ma proprio oggi sulla stampa leggo seri dubbi.

Purtroppo, un Piano Regolatore Generale vetusto lo ha consentito, laddove un Piano Urbanistico Generale moderno avrebbe potuto impedirlo, anche attraverso perequazione delle volumetrie che saranno realizzate a ridosso del Castello».

L’appello - Il senatore Quarto ha aggiunto: «Poi manca l'attenzione verso il centro storico, inteso come organismo vivo e complesso, nel quale occorre tutelare le attività commerciali. Infine, la conservazione e la tutela di un monumento non possono prescindere dalla tutela del contesto socio-culturale, storico, architettonico, ambientale e paesaggistico in cui esso è inserito. Lo afferma la Carta di Venezia del 1964».
La conclusione dell’intervento: «Mi appello al Ministero dei Beni Culturali affinché tuteli l’area in oggetto, i coni di visuale del castello e gli eventuali resti archeologici. Invito l’Amministrazione Comunale di Barletta rivalutare l’iter amministrativo; a considerare l’eventuale necessità di bonifiche ambientali del sottosuolo, data la vicinanza ad un’area dove insistevano depositi di carburanti; a vigilare sull’osservanza delle norme in tema di verde».

La trattativa - «Ultima osservazione ma credo di non minore rilievo: «Auspico che l’Amministrazione Comunale e la proprietà si incontrino per una delocalizzazione perequativa, che salvaguardi il diritto privato, ma, soprattutto, quello pubblico della fruibilità socio-culturale, ambientale e paesaggistica dell’area. La Bellezza ci salverà. Tutti».
«Abbiamo chiuso in bellezza», ha chiosato la senatrice Anna Rossomando (Partito democratico), che presiedeva la seduta, prima di dichiarala conclusa. Chissà se si chiuderà così la storia assai singolare del supermercato in costruzione a ridosso del castello e delle antiche mura di Barletta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie