Martedì 26 Gennaio 2021 | 04:29

NEWS DALLA SEZIONE

viabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
L'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccela polemica
Lecce, a Palazzo Carafa girata scena di video trap: il Comune si dissocia

Lecce, a Palazzo Carafa girata scena di video trap: il Comune si dissocia

 
Tarantopiano industriale
Mittal Taranto, azienda conferma per il 2021 produzione di 5 milioni di tonnellate d’acciaio

Mittal Taranto, azienda conferma per il 2021 produzione di 5 milioni di tonnellate d’acciaio

 
Homela tragedia
Bari, bambino di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipoitizza suicidio

Bari, bimbo di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipotizza suicidio. Gioco online? «Non sappiamo»

 
FoggiaLa decisione
Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

 
Potenzamaltempo
Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 

i più letti

La storia

«Io, rianimatore in trincea in Spagna, vi imploro di rispettare le regole a Barletta»

La barlettana Novella Calò, laureata in medicina a Bari, lavora all’ospedale universitario Sabadell di Barcellona

«Io rianimatore in trincea in Spagna vi imploro di rispettare le regole a Barletta»

Barletta - «A tutti i miei concittadini di Barletta, la città del mio cuore, voglio dire: non sprecate questa grande possibilità che vi è stata regalata. Ci si può salvare. Se uscite sappiate che state aumentando la possibilità che un vostro familiare o magari voi stessi possiate morire nella sofferenza e nella solitudine di una terapia intensiva, circondati da tanti pazienti che magari hanno sempre rispettato le regole e che sono stati vittime della inciviltá e ignoranza dei più egoisti».

È diretta, con la sua voce combattiva, la barlettana Novella Calò medico anestesista e rianimatore in forza all’ospedale universitario Sabadell ubicato nell’immenso spazio di Parc Taulí a Barcelona. Laurea in medicina all’Università di Bari con l’ultimo anno di specializzazione in Spagna. Terra ora «estremamente provata da questo coronavirus».

Novella aggiunge: «La mia attività professionale è cambiata molto rispetto a prima dell’inizio di questo maledetto momento.

La attività privata si è quasi azzerata per ovvie ragioni.

Ora abbiamo il compito di prenderci cura dei pazienti Covid intubati, perché siamo i soli a saper usare un respiratore, mentre i colleghi chirurghi sono passati ad improvvisarsi internisti e seguono i pazienti covid non intubati».

Novella, roteando il caleidoscopio delle forti emozioni, racconta: «Il mio primo giorno in trincea è stato indimenticabile. Arrivo all’ospedale e mi dicono "oggi stai nelle tracheotomie". Fino ad allora, per il mio orario ridotto, mi avevano tenuta fuori dalla zona rossa, io pensavo per anzianitá. Ma mi ero illusa: era stata solo casualitá. Mi preparo ed entro nella zona rossa.
Non riconoscevo niente e nessuno. Niente perché la zona dove mi avevano destinata era una zona di ambulatori adibita a terapia intensiva, e nessuno perché il personale che mi circondava, a parte di essere coperto, era composto da colleghi venuti da altri reparti, e messi li ad aiutare nella misura in cui potevano. Mi sono ritrovata in un ospedale da guerra. La prima cosa che ho fatto è stata trattenere il respiro, come se così avessi potuto evitare di contagiarmi. Poi mi sono rilassata perché proprio in quei primi miei minuti di angoscia, nel box 1 avevano appena potuto estubare un giovane».

«Ogni giorno l'ospedale ci manda via mail quello che io chiamo il bollettino di guerra in cui ci comunica il numero di ricoveri covid e no-covid e la distribuzione. Adesso abbiamo anche a disposizione un hotel in cui oggi sono ricoverati 116 pazienti covid non gravi - ha continuato -. La tristezza è purtroppo fortemente presente tra di noi questi giorni, molti colleghi si sono ammalati e molti sono morti. Non si ammalano solo i pazienti anziani, non è vero, si ammalano e a volte muoiono anche i giovani, quelli sani e tra il personale sanitario purtroppo è accaduto».

La conclusione: «Il Governo non sta facendo niente di utile, le conferenze stampa sono ridicole e l'informazione non rispecchia la realtà, i tagli alla sanità ci hanno costretti a lavorare in pessime condizioni. Provo rabbia perché la gente non rispetta le regole ed esce di casa con qualunque scusa. Per questo vi dico si essere attenti».

Poi, prima di chiudere, con il suo meraviglioso sorriso aggiunge: «Anche se difficilissimo dobbiamo andare avanti. Viva Barletta e viva l’Italia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie