Lunedì 25 Gennaio 2021 | 00:05

NEWS DALLA SEZIONE

viabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
L'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

 

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Foggiala tragedia
San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: due le persone morte

San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: il bilancio è di due morti

 
Leccela polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 
MateraIl mistero
Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
Baricontagi coronavirus
Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

 
Potenza«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 

i più letti

il fenomeno

Andria, furti e prezzi bassi: agricoltori in ginocchio

Nel mirino le olive: le guardie hanno sventato l'ennesimo furto in contrada Martinelli

Andria, furti e prezzi bassi: agricoltori in ginocchio

Solo l'intervento delle guardie campestri di Andria ha evitato l'ennesimo furto di olive in contrada Martinelli, alla periferia del centro abitato. La soglia di vigilanza è altissima, anche perché tanti imprenditori agricoli non hanno ancora effettuato la raccolta, in attesa del rialzo dei prezzi di vendita. Della situazione, ne approfittano i ladri seriali di olive, che nei giorni di festa operano con maggiore intensità. A contrastare, l'azione furtiva ci sono le guardie campestri di Andria. Una pattuglia automontata è intervenuta l'altra notte, mettendo in fuga un gruppo di malfattori che aveva già raccolto diversi sacchi di olive, e tante altre erano adagiate sui teli accuratamente stesi sotto gli alberi.

Doppia morsa, dunque, per gli agricoltori. Oltre al basso prezzo di vendita, continuano i raid nelle campagne. Il Comitato Liberi Agricoltori Andriesi nei giorni scorsi ha denunciato come gli olivicoltori pugliesi aspettino ancora indennizzo del riconoscimento dello stato di calamità delle gelate promesso dai politici che hanno indossato i gilet arancioni sui palchi di Bari e Roma. «Il maltempo degli ultimi giorni ha fatto perdere più del 20/30% del raccolto – ha ricordato Natale Zagaria, consigliere del comitato - mettendo davvero in ginocchio le aziende agricole che stanno ancora raccogliendo. Quest’annata sarà ricordata per aver prodotto un olio eccezionale e di qualità e senza difetti con un quantitativo mai fatto negli ultimi decenni. Vendere il nostro olio extravergine di oliva sotto i 3 euro è un suicidio per tutti quei produttori che hanno investito negli ultimi anni nel comparto olivicolo. Aziende al collasso che rischiano di chiudere i battenti a fine stagione. La politica assente dinanzi a tutto questo. Siamo costretti a raccogliere per non perdere il totale prodotto.

Detto questo, gli agricoltori vengono pure accusati di acquiescenza ovvero di malsana incapacità di reagire, di organizzarsi, di protestare. Un’accusa completamente ingiusta. Gli agricoltori tacciono perché lavorano. Lavorano così tanto che non hanno tempo per bastonare il mercato. Lavorano perché hanno più premura di rispettare gli impegni presi: le banche, la famiglia, la scuola per i figli, dare dignità alla loro vita e a quella dei loro cari. Essi, dopo un intero anno di lavoro (anzi due), desiderano raccogliere quello che è loro, nonostante il vento, le intemperie, la burocrazia, il prezzo. Abusare della loro pazienza, pertanto, diventa un crimine».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie